PIAZZONI (PD): IL “DOPO DI NOI” E’ LEGGE

PIAZZONI (PD): IL “DOPO DI NOI” E’ LEGGE

25/07/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3240 volte!

Ileana Piazzoni

Ileana Piaz­zoni

PIAZZONI (PD): IL “DOPO DI NOI” E’ LEGGE: UN PASSO AVANTI FONDAMENTALE DEL NOSTRO SISTEMA DI WELFARE

 
“Con l’approvazione defin­i­ti­va del­la legge sul “dopo di noi” il nos­tro sis­tema di wel­fare com­pie un sig­ni­fica­ti­vo pas­so in avan­ti nel dare una rispos­ta a bisog­ni sociali non più rin­vi­a­bili, pren­den­do atto delle dif­fi­coltà sem­pre mag­giori per le famiglie, specie quelle in cui sono pre­sen­ti per­sone con dis­abil­ità grave, che oltre alla fat­i­ca quo­tid­i­ana vedono som­mar­si il peso dell’angoscia per il futuro dei loro figli nel momen­to in cui ver­rà a man­care la loro fon­da­men­tale attiv­ità di cura e assistenza”.
 
Sono le dichiarazioni rilas­ci­ate dal­la Dep­u­ta­ta del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co Ileana Piaz­zoni, al segui­to del voto finale sul provved­i­men­to avvenu­to nel­la gior­na­ta odier­na alla Cam­era dei Deputati.
 
“La legge oggi approva­ta defin­i­ti­va­mente dal Par­la­men­to nasce per dare a queste famiglie mag­giore lib­ertà nel pro­gram­mare il loro futuro e spostare le pre­oc­cu­pazioni del ‘dopo’ dal­la famiglia all’in­tero con­testo sociale, rac­coglien­do le tante buone espe­rien­ze che si sono orga­niz­zate negli anni sul ter­ri­to­rio gra­zie al lavoro e alla cre­ativ­ità di stra­or­di­nari oper­a­tori e impren­di­tori sociali e al cor­ag­gio e all’in­trapren­den­za di molti genitori.
Con la creazione di un Fon­do pub­bli­co di 90 mil­ioni per quest’an­no e 150 mil­ioni nel tri­en­nio – spie­ga la Dep­u­ta­ta – le Regioni e tut­ti i sogget­ti inter­es­sati, assieme alle strut­ture pub­bliche, potran­no assi­cu­rare per­cor­si per­son­al­iz­za­ti per i dis­abili gravi che garan­tis­cano loro cura e tutela anche dopo la morte dei gen­i­tori. Altri ele­men­ti del­la legge sono gli incen­tivi fis­cali all’is­ti­tu­to giuridi­co del trust, vin­co­la­to da con­dizioni molto pre­cise a tutela del dis­abile, e l’au­men­to del tet­to di detraibil­ità delle spese sostenute per le polizze assi­cu­ra­tive final­iz­zate alla tutela delle per­sone con dis­abil­ità grave. Le mod­i­fiche introdotte al Sen­a­to e recepite poi alla Cam­era dei Dep­u­tati tra cui il rifer­i­men­to al supe­ri­ore inter­esse delle per­sone con dis­abil­ità grave, l’allargamento degli incen­tivi fis­cali ad altri tipi di inves­ti­men­to e di seg­regazione dei pat­ri­moni (sem­pre stret­ta­mente vin­co­lati alla final­ità del dopo di noi), nonché l’assoluto rispet­to del­la volon­tà del dis­abile e dei famil­iari in mer­i­to alla pos­si­bil­ità resid­uale di dar luo­go a soluzioni abi­ta­tive extrafa­mil­iari, han­no por­ta­to a com­pi­men­to l’intenso lavoro del­la Com­mis­sione Affari Sociali e dell’intero Parlamento.
Dispi­ace – pros­egue la Dep­u­ta­ta del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co – che anche su un tema così impor­tante e sen­ti­to il Movi­men­to 5 Stelle non abbia per­so l’occasione di met­tere in sce­na la soli­ta, incon­clu­dente, pro­pa­gan­da sen­za ren­der­si con­to che indi­care come fori­era di cor­ruzione e malaf­fare una legge come quel­la sul “dopo di noi” sig­nifi­ca den­i­grare pro­prio quelle espe­rien­ze, quegli oper­a­tori sociali e tutte quelle famiglie che han­no con­tribuito a questo risul­ta­to e che ne giover­an­no nel futuro.
La gior­na­ta di oggi – con­clude l’On. Piaz­zoni – con­seg­na al Paese una legge che chi­unque abbia avu­to modo di occu­par­si del tema del­la dis­abil­ità sa benis­si­mo essere atte­sa da moltissi­mi anni, una buona legge che avrà un impat­to pos­i­ti­vo imme­di­a­to e con­cre­to sul­la vita di migli­a­ia di famiglie”.