Valle Martella, Arrestato un falso Finanziere: utilizzava l’uniforme per compiere rapine

Valle Martella, Arrestato un falso Finanziere: utilizzava l’uniforme per compiere rapine

19/07/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4626 volte!

carabinieri88Valle Martel­la, Arresta­to un fal­so Finanziere: uti­liz­za­va l’uniforme per com­piere rap­ine.

Dopo una com­p­lessa attiv­ità inves­tiga­ti­va, i cara­binieri del­la Stazione di Colon­na, uni­ta­mente ai Finanzieri del­la Sezione di Polizia Giudiziaria del­la Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Vel­letri, han­no arresta­to, su ordine del GIP del Tri­bunale di Vel­letri, un pluripregiu­di­ca­to cinquan­tanovenne, di orig­i­ni sicil­iane, ritenu­to autore del­la rap­ina in vil­la per­pe­tra­ta in local­ità Valle Martel­la, per­ife­ria di Roma.

L’episodio crim­i­nale era sta­to oper­a­to da un grup­po di fal­si Finanzieri, com­pos­to dall’odierno arresta­to, allo­ra vesti­to in uni­forme, e dai suoi com­pli­ci, dotati, invece, di pet­torine del Cor­po.

Il grup­po di mal­viven­ti, entra­to, armi in pug­no, con la scusa di eseguire una perqui­sizione domi­cil­iare, ave­va costret­to le vit­time ad aprire la cas­saforte ed a svuo­tar­la del denaro ivi cus­todi­to, ed era, poi, velo­ce­mente fug­gi­to ver­so Monte Com­pa­tri.

Qui, non anco­ra sod­dis­fat­ti del bot­ti­no, i mal­viven­ti ave­vano insce­na­to un con­trol­lo fis­cale alla fil­iale del­la B.C.C. di Palest­ri­na, ter­mi­na­to con lo svuo­ta­men­to del­la cas­saforte, aper­ta dal diret­tore sot­to la minac­cia delle armi, ed il fur­to di euro 100.000 in con­tan­ti.

Per quest’ultimo episo­dio, nell’ottobre del 2014, il Tri­bunale di Vel­letri ave­va dis­pos­to la cat­tura del capo ban­da, per­son­ag­gio di spic­co del­la crim­i­nal­ità capi­toli­na, con­dan­na­to, nel luglio 2015, a sei anni e mesi otto di reclu­sione.

Nel mar­zo 2014, nel cor­so di una perqui­sizione, la Squadra Mobile di Roma rin­venne e sequestrò, all’interno di un box nel­la cin­ta urbana, uni­for­mi e pet­torine del­la Guardia di Finan­za, diverse armi con matri­co­la abrasa, munizioni ed un lam­peg­giante. Gra­zie a com­p­lesse indagi­ni tec­niche, è sta­to pos­si­bile iden­ti­fi­carne il deten­tore, presto riconosci­u­to come il “capo ban­da” del grup­po di crim­i­nali acce­du­to sia nel­la vil­la di Valle Martel­la che nell’istituto di cred­i­to.

L’odierno arresto ha, così, final­mente mes­so la paro­la fine ad una penosa serie di spedi­zioni crim­i­nali.

Con­di­vi­di:
error0