Emotions Generate Learning: si è conclusa l’esperienza interculturale del City Camp a Cori

Emotions Generate Learning: si è conclusa l’esperienza interculturale del City Camp a Cori

16/07/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1758 volte!

Per due set­ti­mane la scuo­la dell’infanzia ha ospi­ta­to la vacan­za-stu­dio dell’A.C.L.E. alla quale han­no parte­ci­pa­to 50 ragazze e ragazzi tra i 5 e i 14 anni che han­no vis­su­to a con­tat­to diret­to con 5 Tutors madrelin­gua prove­ni­en­ti da Irlan­da, Sta­ti Uni­ti e Cana­da, 13 Helpers e 2 Camp Direc­tors.

Si è con­clu­so il City Camp 2016, la vacan­za-stu­dio esti­va orga­niz­za­ta dall’Associazione Cul­tur­ale Lin­guis­ti­ca Edu­ca­tion­al (A.C.L.E.) dal 4 al 15 Luglio pres­so la scuo­la dell’infanzia di Cori ‘A. Mar­che­t­ti’ e nel­la pisci­na ludi­ca comu­nale di Giu­lianel­lo. Per il quin­to anno con­sec­u­ti­vo l’iniziativa ha reg­is­tra­to otti­mi risul­tati in ter­mi­ni di effi­ca­cia for­ma­ti­va e di servizio reso e già si pen­sa alla prossi­ma edi­zione del 2017.

I 50 iscrit­ti, tra i 5 e i 14 anni, han­no dimostra­to grande entu­si­as­mo, viven­do per due set­ti­mane a stret­to con­tat­to i 5 Tutors madrelin­gua, statu­niten­si, irlan­desi e canade­si, ospi­tati dalle famiglie di Cori e Giu­lianel­lo, e con­frontan­dosi con i 13 Helpers, i ragazzi più gran­di e con un più ampio bagaglio lin­guis­ti­co. Le 2 Camp Direc­tors, le docen­ti delle scuole locali, Manuela Magliozzi e Lorel­la Musel­la, median­do il rap­por­to allievi – inseg­nan­ti, han­no cre­ato un cli­ma famil­iare e di coin­vol­gi­men­to totale, favoren­do l’avvicinamento alla lin­gua e alla cul­tura straniera con il meto­do REAL (Ratio­nal Emo­tion­al Affec­tive Learn­ing).

L’apprendimento è sta­to inoltre facil­i­ta­to da un sis­tema di stu­dio soft per non appe­san­tire gli stu­den­ti. Il Warm Up Cir­cle Time, apri­va la gior­na­ta tipo con giochi e action songs gui­dati dai Tutors; poi le attiv­ità didat­tiche medi­ante approc­cio ludi­co in lin­gua inglese; il pran­zo e il break con attiv­ità ricre­ative. Nel pomerig­gio le Eng­lish activ­i­ties (dra­ma, action songs, sports, arts & crafts, com­pe­ti­tions, cre­ative works, CLIL activ­i­ties) pri­ma di con­clud­ere con il Cool Down Time, can­zoni e giochi insieme a Tutors e Helpers.

La for­mazione è sta­ta cer­ti­fi­ca­ta con l’Eng­lish cer­tifi­cate A1 e B1 con­seg­na­to agli iscrit­ti, e l’attes­ta­to di parte­ci­pazione per l’attribuzione di cred­i­ti for­ma­tivi pres­so le scuole supe­ri­ori di apparte­nen­za, rice­vu­to dagli Helpers. Il ‘Final Show’ in inglese, davan­ti a gen­i­tori e par­en­ti, ha chiu­so anche quest’anno la stra­or­di­nar­ia espe­rien­za inter­cul­tur­ale resa pos­si­bile anche gra­zie al sosteg­no dei famil­iari e delle attiv­ità locali Bis­cot­ti­fi­cio Alessi Ernesto e Le Delizie di Maciste (Foto di Mari­ka Zampi­ni – Mimiz).

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR