Il 15 luglio incontro pubblico su salute ed aeroporto a Ciampino

Il 15 luglio incontro pubblico su salute ed aeroporto a Ciampino

14/07/2016 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 679

aeroporto-cargo-fiumicinoIncon­tro pub­bli­co a Ciampino su “Salute e Aero­por­to”

Pro­mosso dal M5S di Ciampino e More­na

Gli ammin­is­tra­tori comu­nali di Mari­no saran­no pre­sen­ti

 

L’Amministrazione comu­nale di Mari­no parteciperà Ven­erdì 15 Luglio 2016 ad un Incon­tro pub­bli­co, aper­to a cit­ta­di­ni ed Asso­ci­azioni, su “Salute ed Aero­por­to” pro­mosso dal Movi­men­to 5 Stelle di Ciampino e More­na che si ter­rà pres­so la Sala  Con­sil­iare “P. Nen­ni” di Ciampino con inizio alle ore 18,00.

All’incontro, in cui ver­ran­no anal­iz­zate le prospet­tive legate alle attiv­ità aero­por­tu­ali ed il ruo­lo delle ammin­is­trazioni nel­la ges­tione del­lo sca­lo G.B. Pas­tine, inter­ver­ran­no anche il grup­po con­sil­iare M5S di Ciampino, la Pres­i­dente del VII Munici­pio Mon­i­ca Lozzi, i por­tav­oce con­sil­iari del Comune di Roma, la por­tav­oce alla Regione Lazio Valenti­na Cor­ra­do e i por­tav­oce di Cam­era, Sen­a­to ed Europar­la­men­to del M5S.

Alla pre­sen­za del Comi­ta­to CRIAAC, che da anni si bat­te per la sal­va­guardia ambi­en­tale in mer­i­to all’annosa verten­za rel­a­ti­va all’aeroporto Pas­tine, il Sin­da­co e la Giun­ta si faran­no anco­ra una vol­ta por­tav­oce delle esi­gen­ze di tutela del­la Salute, a dis­pet­to di un infra­strut­tura che negli anni ha este­so sel­vaggia­mente la pro­pria por­ta­ta, soll­e­van­do diverse zone d’ombra cir­ca la val­u­tazione degli impat­ti che nec­es­sari­a­mente ver­reb­bero a gener­ar­si.

L’Amministrazione di Mari­no – tiene a speci­fi­care il Sin­da­co Car­lo Col­iz­za — impiegherà ogni mez­zo a sua dis­po­sizione per­ché la sal­va­guardia del­la Salute e dell’Ambiente torni ad essere pri­or­ità, come d’altronde la Legge e l’Ordinamento impor­reb­bero. Pur nel rispet­to del­la lib­ertà di impre­sa, nel­la fat­tispecie rap­p­re­sen­ta­ta dalle Com­pag­nie aeree, preme sot­to­lin­eare che la Cos­ti­tuzione ital­iana prevede all’art. 41 che “L’iniziativa eco­nom­i­ca pri­va­ta è lib­era. Non può svol­ger­si in con­trasto con l’utilità sociale o in modo da recare dan­no alla sicurez­za, alla lib­ertà, alla dig­nità umana. La legge deter­mi­na i pro­gram­mi e i con­trol­li oppor­tu­ni per­ché l’attività eco­nom­i­ca pub­bli­ca e pri­va­ta pos­sa essere ind­i­riz­za­ta e coor­di­na­ta a fini sociali”, e che l’art. 9 cost. dispone invece che: “La Repub­bli­ca pro­muove lo svilup­po del­la cul­tura e la ricer­ca sci­en­tifi­ca e tec­ni­ca. Tutela il pae­sag­gio e il pat­ri­mo­nio stori­co e artis­ti­co del­la Nazione”.

Queste  — con­clude il Sin­da­co Col­iz­za — rap­p­re­sen­tano delle pri­or­ità per l’Ordinamento, che il Comune di Mari­no, in quan­to sogget­to del­la P.A., deve ren­dere esec­u­tive”.

Con­di­vi­di:
0