M5S MARINO: Primo Consiglio Comunale. Emozione e partecipazione!

M5S MARINO: Primo Consiglio Comunale. Emozione e partecipazione!

11/07/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1684 volte!

consiglio comunale marinoM5S MARINO: Pri­mo Con­siglio Comu­nale. Emozione e parte­ci­pazione!

Il pri­mo Con­siglio comu­nale del­la Giun­ta 5 Stelle e del Sin­da­co Car­lo Col­iz­za, si è svolto in un’atmosfera di pro­fon­da parte­ci­pazione. Non solo la quan­tità di Cit­ta­di­ni inter­venu­ti, ma la pro­fon­dità di una pal­pa­bile parte­ci­pazione, cui ha fat­to da cor­nice un con­fron­to tra le par­ti sin dalle prime bat­tute aper­to e forse aspro, han­no reso il sen­so del cam­bi­a­men­to.

L’Aula con­sil­iare gremi­ta, gli occhi delle per­sone pieni di fidu­cia, non han­no cer­to reso facile emo­ti­va­mente il com­pi­to dei 5 Stelle: Cit­ta­di­ni non di cer­to nav­i­gati, che si impeg­nano a cam­biare il volto del­la pro­pria cit­tà restituen­do un’identità al loro futuro, restituen­do una pos­si­bil­ità alle sper­anze di cam­bi­a­men­to.
Dopo le prime fasi di com­pli­ca­ta pro­ce­du­ra, rese più far­ragi­nose da alcu­ni cen­ni di ostruzion­is­mo dell’Opposizione, il Con­siglio comu­nale ha elet­to il pro­prio Pres­i­dente Gabriele Nar­cisi. L’esposizione delle linee pro­gram­matiche del Sin­da­co Car­lo Col­iz­za ha fat­to da subito rifer­i­men­to al sen­so di Comu­nità che, a par­tire da oggi, dovre­mo ricostru­ire. La comu­nità di inten­ti che si res­pi­ra­va nell’Aula sarà inter­esse di tut­ti: a par­tire dai Cit­ta­di­ni e com­p­rese le forze di Oppo­sizione. Il cam­bi­a­men­to, dopo  le espe­rien­ze pas­sate, si è fat­to neces­sità: il Sin­da­co ha tenu­to a pre­cis­are che nes­suno si ritiene supe­ri­ore agli altri, ma che l’Amministrazione a 5 Stelle sarà sem­plice­mente qual­cosa di diver­so, che le idee saran­no val­u­tate sul­la base del­la loro qual­ità e alla luce dell’interesse pub­bli­co.

“Gli Ammin­is­tra­tori pas­sano, è la nos­tra cit­tà che res­ta”, ha arringa­to Car­lo Col­iz­za: ai Cit­ta­di­ni ha chiesto sosteg­no in ter­mi­ni di con­trol­lo, di lim­ite alla del­e­ga polit­i­ca e di eser­cizio atti­vo ed effet­ti­vo del­la cit­tad­i­nan­za. I pun­ti pro­gram­mati­ci – ha sostenu­to il Sin­da­co – dai rifiu­ti alla ges­tione del sis­tema idri­co, dai trasporti alle spec­u­lazioni edilizie, dovran­no con­tribuire ad un cam­bi­a­men­to che resti­tu­is­ca ai mari­ne­si l’Amore per la pro­pria cit­tà. Car­lo ha chiesto aiu­to ai Cit­ta­di­ni per aprire “i cas­set­ti” del Comune, che saran­no vis­i­bili a tut­ti com­p­rese le Pro­cure e la Corte dei Con­ti, per resti­tuire i sog­ni alla Cit­tad­i­nan­za.

Il Con­siglio comu­nale ha da ulti­mo approva­to, a scru­ti­nio seg­re­to, la com­po­sizione del­la Com­mis­sione elet­torale, i cri­teri per la nom­i­na di rap­p­re­sen­tan­ti comu­nali in aziende, enti e isti­tuzioni, la Com­mis­sione per la nom­i­na dei Giu­di­ci popo­lari. Pri­mo impor­tante pas­so ver­so una nuo­va epoca: i Cit­ta­di­ni, i “gov­er­nati”, per la pri­ma vol­ta sono al Gov­er­no del­la cit­tà di Mari­no. Vogliamo garan­tire l’interesse di tut­ti, nel rispet­to di ogni posizione. La Mari­no a 5 Stelle sarà “Mari­no lib­er­a­ta”, nel­l’in­ter­esse e con il con­trib­u­to di tut­ti col­oro i quali, leal­mente, vor­ran­no spender­si per ricostru­ire e rilan­cia­re la Comu­nità di Mari­no.

Movi­men­to 5 Stelle cit­tà di Mari­no