Marino, Adolfo Tammaro: ecco perché voto Movimento 5 Stelle

Marino, Adolfo Tammaro: ecco perché voto Movimento 5 Stelle

03/06/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2058 volte!

Adolfo Tammaro

Adol­fo Tam­maro

Mari­no, Adol­fo Tam­maro: ecco per­ché voto Movi­men­to 5 Stelle

Le con­trad­dizioni del sis­tema destra/sinistra. A Mari­no serve un cam­bio rad­i­cale del­la classe diri­gente. Solo il Movi­men­to 5 Stelle appare in gra­do di muover­si con le mani libere.

Mari­no ha bisog­no di un cam­bi­a­men­to rad­i­cale.

Siamo vici­ni alle prossime elezioni ammin­is­tra­tive e tante per­sone mi han­no chiesto per­ché la scelta di appog­gia­re il Movi­men­to 5 Stelle di Mari­no.

Pri­ma di rispon­dere vor­rei con­di­videre alcune con­fi­den­ze.

Quel­lo che sta uscen­do sui gior­nali, anche le cose più assurde, non mi sor­pren­dono.

Notizie che non mi fan­no piacere, ma non mi sor­pren­dono.

Tut­ta la cit­tà di Mari­no resterà per molto tem­po marchi­a­ta dagli arresti già avvenu­ti, dal­la con­fes­sione del Sin­da­co Sil­vagni e dalle numerose indagi­ni in cor­so.

Un dan­no per tut­ta la cit­tà che sicu­ra­mente peserà nel momen­to in cui la prossi­ma ammin­is­trazione andrà a chiedere fon­di europei o region­ali.

Da Con­sigliere Comu­nale mi sen­ti­vo qua­si a dis­a­gio quan­do rac­con­ta­vo ai miei sosten­i­tori che ogni pez­zo di car­ta pre­so in mano ave­va dietro una sto­ria di favori a tizio o caio. Nul­la appari­va nato per far del bene ai Cit­ta­di­ni. Tut­to sem­bra­va nascere per favorire qual­cuno.

Esem­pio ecla­tante lo sposta­men­to del­la del­egazione a Via Net­tunense con chiusura delle del­egazioni di San­ta Maria delle Mole e di Frat­toc­chie.

Se mi avessero chiesto: “vuoi risparmi­are sug­li affit­ti pas­sivi ?”. Avrei sicu­ra­men­to rispos­to: “Si. E’ gius­to”.

Poi sco­pri che la scelta dei locali segue logiche “strane”. La sede di Frat­toc­chie dove la del­egazione era sta­ta per tan­ti anni e dove veni­vano offer­ti oltre 630 mq. viene scar­ta­ta per­ché ritenu­ta “inadegua­ta” in quan­to trop­po grande rispet­to alle esi­gen­ze e viene scelta allo stes­so cos­to una nuo­va sede di soli 308 mq (con alti costi di attrez­zag­gio). Si riu­nis­cono 2 Del­egazioni in una sola e si met­tono nel capi­to­la­to dimen­sioni min­ime. Risul­ta­to tan­ti sol­di but­tati per far lavo­rare i dipen­den­ti comu­nali uno sopra l’altro.

Non bas­ta. Il PD rac­coglie le firme di protes­ta dei cit­ta­di­ni ed orga­niz­za una man­i­fes­tazione di protes­ta a via Prati. Poi in con­siglio comu­nale Ambro­giani (PD) si mette d’accordo con Pisani (Forza Italia) e riti­ra la mozione di annul­la­men­to del­lo sposta­men­to avan­za­ta dal PD stes­so.

Un tradi­men­to dei cit­ta­di­ni ai quali era sta­ta chi­es­ta la fir­ma.

Intan­to sem­bra che alcu­ni pro­pri­etari dei vec­chi locali affit­tati abbiano fat­to causa al Comune soste­nen­do che i locali sono sta­ti resti­tu­iti in ritar­do ed in uno sta­to non con­forme agli accor­di. Altri sol­di dei cit­ta­di­ni but­tati all’orizzonte.

Ecco tut­to questo per spie­gare come una poten­ziale buona idea (risparmi­are sug­li affit­ti) con la mala ges­tione e con il sis­tema destra/sinistra che van­no a brac­cet­to si trasfor­ma in un enorme cos­to per la col­let­tiv­ità.

Adesso tut­to dimen­ti­ca­to. Ste­fano Cec­chi che ave­va vota­to a favore del­lo sposta­men­to del­la del­egazione ora inserisce nel suo pro­gram­ma “tenu­to con­to dei prob­le­mi rel­a­tivi alla via­bil­ità sono allo stu­dio even­tu­ali sposta­men­ti del­la Casa dei Servizi.”

Ma quan­do ha alza­to la mano ed è inter­venu­to a favore del­lo sposta­men­to a che pen­sa­va Ste­fano Cec­chi? Non conosce­va i prob­le­mi di via­bil­ità del­la Via Net­tunense?

E Ambro­giani ? Tut­to come nul­la fos­se. Ecco­lo lì nelle liste, di nuo­vo can­dida­to del PD.

Ed i Diri­gen­ti che sono sta­ti gli ese­cu­tori mate­ri­ali di questo spre­co?

Tut­ti al loro pos­to tran­quil­li del loro stipen­dio e dei pre­mi che ci costano cir­ca 140.000,00 euro/anno per cias­cuno dei 7 Diri­gen­ti pre­visti in organ­i­co..

Questo rac­con­ta­to è solo un episo­dio. Ne potrei citare molti altri.

Da den­tro il Con­siglio Comu­nale si vede che esiste un malig­no “sis­tema” che lavo­ra stac­ca­to dalle esi­gen­ze dei cit­ta­di­ni. Si vede con chiarez­za.

Nell’ambito del malig­no “sis­tema” sem­bra nat­u­rale che Ciamber­lano nel giro di 2 anni pas­si da can­dida­to sin­da­co del PD a sosten­i­tore del cen­tro destra di Cec­chi. Nel malig­no “sis­tema” sem­bra nor­male che l’ex asses­sore all’urbanistica Bar­toloni, autore del sac­co di Mari­no insieme a Palozzi e attore prin­ci­pale del prog­et­to da 1.325.000mq di cemen­to al Divi­no Amore, indichi la Di Giulio come sua can­di­da­ta sin­da­co con pas­sag­gio da destra a sin­is­tra di Laman­na, Mar­coau­re­lio e altri fedelis­si­mi.

All’interno di questo sis­tema alcune brave per­sone e diver­si lesto­fan­ti agis­cono insieme per com­piacere qual­cuno o loro stes­si, nascon­den­dosi poi davan­ti allo spec­chio o bal­bet­tan­do: “La polit­i­ca è ques­ta e non puoi far­ci niente. Tan­to poi al potere sono tut­ti uguali”.

Questo è il pun­to. Una vol­ta al potere sono tut­ti uguali? Io pen­so di NO.

Appog­gerò con­vin­ta­mente il Movi­men­to 5 Stelle per­ché a Mari­no serve un cam­bio rad­i­cale del­la classe diri­gente. Solo il Movi­men­to 5 Stelle appare in gra­do di muover­si con le mani libere.

Al tem­po stes­so nel Movi­men­to 5 Stelle di Mari­no ma anche alla Regione Lazio, al Par­la­men­to Europeo ed a Cam­era e Sen­a­to ho conosci­u­to per­sone appas­sion­ate ed oneste, disponi­bili e capaci che vogliono met­ter­si a dis­po­sizione per un “ide­ale”. Chi cer­ca di scred­i­tar­li sostiene che san­no solo urlare, ma bas­ta guardare il loro pro­gram­ma per capire che han­no saputo for­mu­la­re prog­et­ti con­creti e real­iz­z­abili, che pos­sono davvero cam­biare il volto di Mari­no, ripe­tendo la splen­di­da espe­rien­za di Pomezia.

Sono per­sone che cre­dono nel val­ore del­la Comu­nità, del­la sal­va­guardia dell’ambiente e del rispet­to del­la Dig­nità umana.

Roba d’altri tem­pi forse, ma nel­la quale io cre­do.

Ecco. Io voterò con­vin­to per il Movi­men­to 5 Stelle di Mari­no.

Se vi fidate del­la mia capac­ità di val­u­tazione spero che lo farete anche voi.

Adol­fo Tam­maro

Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20