Canale Monterano: il “compostore” inaugurato in pompa magna, ma mai acceso

Canale Monterano: il “compostore” inaugurato in pompa magna, ma mai acceso

03/06/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1405 volte!

compostoreCanale Mon­ter­a­no: il “com­po­s­tore” inau­gu­ra­to in pom­pa magna, ma mai acce­so.

Dub­bi su un’opera costa­ta 200.000 euro, che per ora non ha fun­zion­a­to nem­meno un min­u­to.

 Inau­gu­ra­to in pom­pa magna lo scor­so 21 mag­gio dal Sin­da­co Ste­fani alla pre­sen­za dell’ex asses­sore ai Rifiu­ti del­la Giun­ta Polveri­ni, Pietro Di Pao­lo, il com­po­s­tore “più grande d’Italia” (come lo han­no defini­to in molti sen­za doman­dar­si quan­ti ce ne sono davvero di questo tipo nel nos­tro Paese) non ha anco­ra fun­zion­a­to un min­u­to. E sem­bra pro­prio che non fun­zion­erà neanche a breve, viste le azioni non pro­prio banali nec­es­sarie per avviare un “coso” del genere.

Ma i dub­bi sull’operazione non sono pochi. Il pun­to nodale, accu­rata­mente evi­ta­to in sede di inau­gu­razione, ma anche nei doc­u­men­ti di prog­et­tazione resi disponi­bili dal Comune, è pro­prio il lavoro pre­ven­ti­vo di sti­ma costi/benefici, che in un con­testo come questo è fon­da­men­tale. Soprat­tut­to quan­do si trat­ta di dare risposte ai cit­ta­di­ni di Canale e Mon­te­vir­ginio, che han­no vis­to nell’ultimo quin­quen­nio da una parte aumentare il cos­to com­p­lessi­vo del ciclo dei rifiu­ti (e con­seguente­mente le tar­iffe TARI), dall’altra diminuire la per­centuale di rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta dal 67 al 60%. Un lavoro che dove­va portare a quan­tifi­care, pri­ma dei dis­cor­si uffi­ciali e del taglio di nas­tri, in che misura si riduce il cos­to glob­ale di ges­tione e, con­seguente­mente, il cari­co sui cit­ta­di­ni.

Come non appare chiaro, sul­la base dei req­ui­si­ti di fun­zion­a­men­to dell’impianto, se è nec­es­sario garan­tire un cer­to liv­el­lo di qual­ità del­la frazione “umi­do” che ali­men­ta il com­po­s­tore, non solo per assi­cu­rare un com­post di qual­ità (o almeno non inquina­to) in usci­ta, ma anche per favorire le migliori con­dizioni di fun­zion­a­men­to dell’impianto, se esiste cioè una fase di trat­ta­men­to pre­ven­ti­va dopo la rac­col­ta, che sig­nifi­ca un sen­si­bile impat­to orga­niz­za­ti­vo da val­utare oppor­tu­na­mente quan­tif­i­can­do­lo in costi.

Non è chiaro nem­meno se questo tipo di com­po­s­tore pro­d­u­ca o meno “per­co­la­to”, rifi­u­to spe­ciale alta­mente inquinante, che nel caso dovrebbe essere smalti­to con cura e rel­a­tivi costi.

Infine, come ulti­mo aspet­to più pret­ta­mente con­trat­tuale, non è sta­ta for­ni­ta alcu­na indi­cazione su come la ges­tione dell’impianto rica­da negli impeg­ni con­trat­tuali del­la Soc. Coop. “29 Giug­no”, la quale, evi­den­te­mente, è tenu­ta a rispon­dere a quan­to sta­bil­i­to dal capi­to­la­to di gara, rispet­to al quale l’inserimento del com­po­s­tore appare come una sig­ni­fica­ti­va vari­azione degli accor­di, da val­utare sia in ter­mi­ni operativi/organizzativi, che eco­nomi­ci sul medio e lun­go peri­o­do. Se, a tut­to questo, si aggiunge una fase di nec­es­saria for­mazione per il per­son­ale (che per ora non c’è sta­ta), che deve garan­tire il cor­ret­to e con­tin­uo fun­zion­a­men­to dell’impianto, si com­prende bene cosa avrebbe dovu­to impli­care la scelta di un “com­po­s­tore di prossim­ità”, come si chia­ma in ter­mi­ni tec­ni­ci, a Canale.

Insom­ma, a giudizio degli scriven­ti sem­bra pro­prio essere davan­ti a una tipi­ca oper­azione dove a fronte dell’acquisto di tec­nolo­gia con denaro pub­bli­co si tralas­cia, com­ple­ta­mente o qua­si, la fase di prog­et­tazione e di ges­tione nec­es­saria a far sì che quel­la tec­nolo­gia si trasfor­mi in un servizio utile per il cit­tadi­no. Tant’è che, dal giorno dell’inaugurazione, il com­po­s­tore non è anco­ra entra­to in fun­zione, né sem­bra lo farà a breve.

Alcu­ni dati sul com­po­s­tore:

Spe­sa com­p­lessi­va: 200.000 euro.

  • For­ma: finanzi­a­men­to regionale.

Dit­ta appal­ta­trice: Comar srl di Sinalun­ga.

Dit­ta sub­ap­pal­ta­trice: Fer Car­pen­te­ria Metal­li­ca srl di Riano.

Ges­tione: Coop­er­a­ti­va 29 Giug­no.

Inau­gu­ra­to: dal Sin­da­co Ste­fani, il 21 mag­gio, alla pre­sen­za dell’ex Asses­sore ai Rifiu­ti del­la Giun­ta Polveri­ni Pietro Di Pao­lo.

Ore di fun­zion­a­men­to: ad oggi 0 (zero).

I grup­pi con­sil­iari al Comune di Canale Mon­ter­a­no

Voci di Stra­da ed Espe­rien­za e Rin­no­va­men­to

Con­di­vi­di:
error0