Marino. Stefano Cecchi: “Paradossale la speculazione di certa stampa. Deriva pericolosa”

Marino. Stefano Cecchi: “Paradossale la speculazione di certa stampa. Deriva pericolosa”

26/05/2016 2 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 6761 volte!

Stefano Cecchi

Ste­fano Cecchi

Mari­no. Ste­fano Cec­chi: “Para­dos­sale la spec­u­lazione di cer­ta stam­pa. Deri­va pericolosa”

“Ho let­to con stu­pore e grande pre­oc­cu­pazione l’articolo, pub­bli­ca­to su un noto set­ti­manale locale, in mer­i­to alle inchi­este giudiziarie sui fat­ti accadu­ti nel Comune di Mari­no. Sono sem­pre sta­to e con­tin­uerò ad essere un fau­tore del­la stam­pa lib­era, traspar­ente e demo­c­ra­t­i­ca, ma non pos­so toller­are, da cit­tadi­no garan­tista ed espo­nente politi­co per bene, il modo di fare gior­nal­is­mo di cer­ta stam­pa, che in maniera irre­spon­s­abile mis­chia cronaca giudiziaria con opin­ioni per­son­ali, facen­do pas­sare atti inves­tiga­tivi per sen­ten­ze di ter­zo gra­do, con il ris­chio, peri­coloso, di dis­ori­entare l’elettore e infan­gare una intera comu­nità, dipin­gen­do Mari­no per quel­la che asso­lu­ta­mente non è. Una cit­tà, la nos­tra, puli­ta, ones­ta e che ha voglia di ricom­in­cia­re. Ecco, tut­ta ques­ta spec­u­lazione non è gius­ta. Non ha alcun sen­so sten­dere un arti­co­lo, pieno di con­dizion­ali: un sun­to delle “pun­tate prece­den­ti” fat­to pas­sare, per­al­tro, come scoop sen­sazion­al­is­ti­co. Ricor­do che si è “non colpevoli” fino a ter­zo gra­do di giudizio e, solo dopo even­tu­ali sen­ten­ze, si potran­no giu­di­care con­dan­nati e inno­cen­ti. Eppure nell’articolo del set­ti­manale castel­lano l’estensore ragiona per ipote­si, anal­iz­za sem­plice­mente basan­dosi su capi di imputazione e accuse di reato, tutte da provare, e sen­za che sia sta­to emes­so alcun pro­nun­ci­a­men­to defin­i­ti­vo. E, non poten­do fare nomi, l’ar­ti­col­ista decide comunque di fornire pro­fili ben iden­ti­fi­ca­bili di espo­nen­ti politi­ci, etichet­tati gener­i­ca­mente come “inter­es­sati dai vari filoni dell’indagine”. Un modus operan­di davvero para­dos­sale, che rischia di incidere sug­li umori del­la comu­nità a dieci giorni dalle elezioni comu­nali. Per quan­to mi riguar­da, infine, riman­go asso­lu­ta­mente sereno, nel­la con­sapev­olez­za di aver sem­pre oper­a­to in maniera limp­i­da, traspar­ente, coer­ente, con l’unico obi­et­ti­vo di lavo­rare per il bene del­la nos­tra comu­nità”. Così, in una nota, Ste­fano Cec­chi, can­dida­to sin­da­co de “L’Officina delle Idee”.

Banner elettorale Cecchi

Banner Gabriele_edited-1