GENZANO, GABBARINI E LA SUA SQUADRA IN PIAZZA FRASCONI: “UNITI SI VA NEL VERSO GIUSTO”

GENZANO, GABBARINI E LA SUA SQUADRA IN PIAZZA FRASCONI: “UNITI SI VA NEL VERSO GIUSTO

26/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1649 volte!

20160525_181519GENZANO, GABBARINI E LA SUA SQUADRA IN PIAZZA FRASCONI: “UNITI SI VA NEL VERSO GIUSTO

Piaz­za Fras­coni gremi­ta di tante per­sone, tan­ti gen­zane­si con bandiere di par­ti­to e muni­ti di tan­ta voglia di ascoltare il sin­da­co Flavio Gab­bari­ni e la sua squadra che han­no par­la­to insieme, coesi, di tut­ti gli obi­et­tivi cen­trati, dei nuovi proposi­ti e delle future sfide: han­no com­men­ta­to tut­ti con pos­i­ti­va con­di­vi­sione quel­lo che poi è lo slo­gan del­la cam­pagna elet­torale di Gab­bari­ni: “nel ver­so gius­to”.  Sì c’è una coal­izione com­pat­ta che si pre­sen­ta nel­la gius­ta maniera e con tan­ta voglia di fare sem­pre meglio, sem­pre di più.

E così dal pal­co Mar­ta Elisa Bevilac­qua di Sin­is­tra per Gen­zano ha in breve illus­tra­to come stan­no i fat­ti: “Dopo cinque anni – ha det­to – c’è una squadra coesa che si pre­sen­ta con dei risul­tati che se elen­cati tut­ti avreb­bero riem­pi­to già metà cam­pagna elet­torale. Non degli slo­gan su Face­book dove ci si riem­pie di nomi rido­dan­di quali “brand” quan­do il vero cam­mi­no per il “brand” Infio­ra­ta Pat­ri­mo­nio Unesco è sta­to intrapre­so dal­la squadra di Gab­bari­ni con Flavio Gab­bari­ni sin­da­co per una man­i­fes­tazione che ha oltre due sec­oli di sto­ria e del­la quale i gen­zane­si van­no orgogliosi”.

Sab­ri­na Peruc­ca di Gen­zano Adesso ha sot­to­lin­eato l’impegno del­la squadra per la ricon­ver­sione in Casa del­la Salute dell’Ospedale di Gen­zano, ma anche la val­oriz­zazione del baci­no del lago e delle ric­chezze cul­tur­ali, ambi­en­tali ed enogas­tro­nomiche del­la cit­tad­i­na in accor­do con i Comu­ni vici­ni, la real­iz­zazione di un Palaz­zo del­la Cre­ativ­ità nell’istituto Locatel­li di piaz­za Fras­coni.

20160525_183704Pao­lo Pre­vi­tali, capogrup­po del Movi­men­to civi­co Cit­tà Futu­ra ha rib­a­di­to l’impegno da sem­pre pro­fu­so per le zone per­iferiche come Mon­tecagno­let­to e Frazione Lan­di ma anche il ruo­lo che il Movi­men­to ha man­tenu­to in questi anni, un ruo­lo costrut­ti­vo nel­la con­cretiz­zazione del pro­gram­ma ammin­is­tra­ti­vo

Vir­gilio Seu dei Comu­nisti ital­iani ha par­la­to dei val­ori del­la legal­ità da sem­pre dife­si e pro­fusi dal­la squadra che rap­p­re­sen­ta e che da sem­pre è in pri­ma lin­ea per sal­va­guardare cul­tura, sto­ria e apparte­nen­za ad un par­ti­to che i gen­zane­si han­no impara­to a conoscere attra­ver­so le loro innu­merevoli inizia­tive

Luca Masi, com­mis­sario del Pd Gen­zano anco­ra una vol­ta accan­to al sin­da­co per fornir­gli tut­to il sosteg­no pos­si­bile per­ché il d è con­vin­to che solo Gab­bari­ni sia la per­sona gius­ta, lui che ha gov­er­na­to bene in questi 5 anni nonos­tante i tagli del Gov­er­no, lui che ha affronta­to le pri­marie e ne è usci­to vit­to­rioso per­ché ha riscos­so un plebisc­i­tario con­sen­so dei cit­ta­di­ni, Gab­bari­ni che è rius­ci­to a inserisce Gen­zano tra i Comu­ni più vir­tu­osi del­la Provin­cia di Roma con il rag­giung­i­men­to di qua­si il 70% di rifiu­ti dif­feren­ziati

A chi­ud­ere il comizio il sin­da­co Gab­bari­ni che ha ringrazi­a­to la coal­izione che sostiene la sua can­di­datu­ra al gov­er­no del­la cit­tà, una coal­izione com­pat­ta for­ma­ta da forze politiche di cen­trosin­is­tra e da forze civiche che vogliono con­tin­uare a con­tribuire al rilan­cio del­la cit­tà e che con le loro innu­merevoli com­pe­ten­ze unite al rin­no­va­men­to por­ta­to dai tan­ti gio­vani can­di­dati ha dato frut­to ad un pro­gram­ma con­di­vi­so, un pro­gram­ma costru­ito in questi cinque anni insieme ai cit­ta­di­ni “ascoltan­doli ogni giorno, cer­can­do di com­pren­derne le esi­gen­ze e trovan­do le soluzioni”.

Il sin­da­co ha ricorda­to che i cantieri che sono in cor­so a Gen­zano sono frut­to di inves­ti­men­ti già pro­gram­mati e ha rib­a­di­to che è sta­to pos­si­bile fare tan­to da gen­naio in poi gra­zie al fat­to che il Comune non è più vin­co­la­to al Pat­to di Sta­bil­ità. “Oltre alla pros­e­cuzione dell’impegno per la manuten­zione stradale ordi­nar­ia e stra­or­di­nar­ia – ha det­to il pri­mo cit­tadi­no —  con­tin­uer­e­mo la manuten­zione costante del nos­tro pat­ri­mo­nio di edilizia sco­las­ti­ca, com­ple­tan­do anche gli tut­ti gli adegua­men­ti pre­visti dalle mis­ure di sicurez­za. I lavori, finanziati dal Comune o attra­ver­so fon­di sovra­co­mu­nali, riguarder­an­no in pri­ma bat­tuta la scuo­la De Ami­cis finanzi­a­ta con 320.000 euro, la scuo­la Lan­di con 3.700.000 euro, l’asilo nido di via San Car­li­no  con 45.000 euro  per il rifaci­men­to del tet­to. Inoltre, saran­no ese­gui­ti inter­ven­ti di indagi­ni diag­nos­tiche sui solai e i con­trosof­fit­ti degli isti­tu­ti sco­las­ti­ci. Altri impeg­ni riguardano il com­ple­ta­men­to dei lavori pres­so la Chiesa dell’Annunziata, la pro­gram­mazione dell’ampliamento del cimitero comu­nale e inves­ti­men­ti sug­li edi­fi­ci pub­bli­ci per miglio­rare la sosteni­bil­ità”.

Il sin­da­co si è volu­to sof­fer­mare anche sul lago che è pos­si­bile rilan­cia­re attra­ver­so un’opera atten­ta di mes­sa a sis­tema e pro­mozione di un’offerta che potrà sicu­ra­mente portare ad un incre­men­to di tur­is­mo cul­tur­ale, nat­u­ral­is­ti­co, enogas­tro­nom­i­co con­sapev­ole e sosteni­bile. “Pro­poni­amo come stru­men­to utile al rag­giung­i­men­to di questi obi­et­tivi – ha det­to — il Con­trat­to di lago, che guar­da al baci­no lacus­tre come ad un ambi­ente uni­tario nat­u­ral­is­ti­co e di pro­duzione sosteni­bile e prevede, in una visione inte­gra­ta e non set­to­ri­ale, l’azione con­giun­ta e con­di­visa dell’insieme degli attori pub­bli­ci e pri­vati inter­es­sati ad un pat­to di tutela, qual­i­fi­cazione e val­oriz­zazione del baci­no del lago e del cen­tro stori­co e urbano del­la cit­tà”.

Il sin­da­co ha salu­ta­to tut­ti con l’auspicio che lui e la sua squadra, gra­zie alla fidu­cia dei cit­ta­di­ni di Gen­zano pos­sano vin­cere al pri­mo turno per pros­eguire un cam­mi­no pieno di prog­et­ti da con­di­videre e real­iz­zare tut­ti insieme.