Marino. Sanità, Stefano Cecchi: “La mia ricetta per tutelare la salute dei cittadini. Punto di primo soccorso e punto prelievi”

Marino. Sanità, Stefano Cecchi: “La mia ricetta per tutelare la salute dei cittadini. Punto di primo soccorso e punto prelievi”

23/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2299 volte!

Stefano Cecchi

Ste­fano Cec­chi

Mari­no. San­ità, Ste­fano Cec­chi: “La mia ricetta per tute­lare la salute dei cit­ta­di­ni. Pun­to di pri­mo soc­cor­so e pun­to pre­lievi”

San­ità e salute cit­tad­i­na tra le pri­or­ità ammin­is­tra­tive di Ste­fano Cec­chi, can­dida­to sin­da­co de “L’Officina delle Idee” in vista delle elezioni comu­nali del 5 giug­no a Mari­no. L’ex pres­i­dente del Con­siglio comu­nale, da oltre dieci anni a servizio dei cit­ta­di­ni di Mari­no, conosce benis­si­mo le esi­gen­ze del­la comu­nità locale e ha chiaro in mente il per­cor­so da seguire per tute­lare e poten­ziare il com­par­to san­i­tario del­la cit­tà dell’Uva. “Se è vero, come è vero, che il sin­da­co è autorità san­i­taria locale, è gius­to ricor­dare che la san­ità è com­pe­ten­za del­la Regione Lazio e, quin­di, delle Asl. Nel nos­tro caso la Rm6 — premette Ste­fano Cec­chi -. Dunque, appe­na mi insedierò a Palaz­zo Colon­na, sarà mia cura con­tin­uare il dial­o­go isti­tuzionale, intrapre­so dal nos­tro Comune, con la direzione gen­erale del­la AslRm6. Il con­fron­to demo­c­ra­ti­co già in pas­sato ha con­sen­ti­to di sal­vare il nos­tro ospedale dal­la chiusura e rilan­cia­re il San Giuseppe quale ospedale diurno, polo onco­logi­co e tan­to altro, come pre­vis­to dall’attuale atto azien­dale”.

Bisogna, dunque, ripar­tire da queste fon­da­men­ta per tute­lare con sem­pre mag­gior vig­ore il noso­comio, sim­bo­lo del­la cit­tà e tra i più impor­tan­ti del com­pren­so­rio dei Castel­li Romani: “La mia ammin­is­trazione comu­nale vig­ilerà costan­te­mente per la tutela del San Giuseppe e si inter­fac­cerà con gli enti pre­posti per l’incremento dei servizi san­i­tari del ter­ri­to­rio di Mari­no”, rimar­ca il can­dida­to de “L’Officina delle Idee”. Che, poi, speci­fi­ca: “Anche in otti­ca del­la futu­ra aper­tu­ra del Poli­clin­i­co dei Castel­li Romani, sarebbe utile aprire nel­la nos­tra cit­tà un nuo­vo pun­to di pri­mo soc­cor­so che tuteli le pic­cole emer­gen­ze dei nos­tri cit­ta­di­ni e fac­cia oper­are meglio e in maniera effi­cace i Pron­to Soc­cor­so attrez­za­ti per i cod­i­ci rossi più prossi­mi, come quel­li di Albano Laziale e Fras­cati”. Non solo poten­zi­a­men­to e dife­sa dell’ospedale San Giuseppe, però.

Ste­fano Cec­chi pro­pone l’attivazione di un servizio, che potrebbe essere impor­tante per sod­dis­fare le esi­gen­ze di tut­to il ter­ri­to­rio a valle di Mari­no: “Sol­le­citer­e­mo, ad esem­pio, la cos­ti­tuzione di un pun­to di pre­lie­vo per le anal­isi del sangue a Frat­toc­chie. Un servizio che sarebbe utile per tut­ta la comu­nità delle frazioni del­la nos­tra cit­tà: Frat­toc­chie, San­ta Maria delle Mole, Cava dei Sel­ci, Due San­ti, Fontana Sala e Castel­luc­cia”. Il can­dida­to de “L’Officina delle Idee” sot­to­lin­ea anco­ra: “Garan­tire una san­ità a misura di cit­tadi­no è una battaglia che non ci stancher­e­mo mai di com­bat­tere e che vogliamo e dob­bi­amo con­di­videre con più per­sone, sigle e asso­ci­azioni pos­si­bili affinché il dirit­to alla salute, sanci­to dal­la nos­tra Cos­ti­tuzione all’articolo 32, non riman­ga solo una sper­an­za ma diven­ti realtà”, con­clude con fer­mez­za Ste­fano Cec­chi.

Banner elettorale Cecchi

Banner Gabriele_edited-1

Con­di­vi­di:
error0