FRASCATI: INSIEME PER MASTROSANTI RISPONDE AL SINDACO SUL BILANCIO

FRASCATI: INSIEME PER MASTROSANTI RISPONDE AL SINDACO SUL BILANCIO

23/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2684 volte!

Roberto Mastrosanti

Rober­to Mas­trosan­ti

FRASCATI: INSIEME PER MASTROSANTI RISPONDE AL SINDACO SUL BILANCIO

         Non pos­si­amo sot­trar­ci dal com­mentare e stig­ma­tiz­zare  le dichiarazioni del Sin­da­co Spal­let­ta apparse ieri su “Il Mamilio” iner­en­ti la man­ca­ta approvazione del bilan­cio di pre­vi­sione 2016 del Comune.

         Pre­mes­so che il parere reso dal Col­le­gio dei Revi­sori è “non favorev­ole” e non “neg­a­ti­vo con ris­er­va” come dichiara­to, la cosa che più rite­ni­amo ver­gog­nosa è la val­u­tazione che dalle dichiarazioni del Sin­da­co emerge dell’operato dei pro­fes­sion­isti che han­no fat­to parte dei Col­le­gi dei Revi­sori prece­den­ti all’attuale.

         Sec­on­do il pri­mo cit­tadi­no questi pro­fes­sion­isti, capaci e rispet­tati, solo per­ché elet­ti dal Con­siglio comu­nale, come pre­vis­to dal­la legge, non avreb­bero presta­to un con­trib­u­to garanzia di imparzial­ità alla attiv­ità del­la ammin­is­trazione comu­nale?

         Con queste dichiarazioni il Sin­da­co offende una intera cat­e­go­ria di pro­fes­sion­isti, sen­za dimen­ti­care che anche suo fratel­lo è sta­to, se non sbagliamo, Revi­sore nom­i­na­to del­la Provin­cia di Roma.

         Non ci sen­ti­amo rap­p­re­sen­tati da questo Sin­da­co e siamo feli­ci di pro­cedere su per­cor­si diver­si dai suoi. Siamo nat­u­ral­mente dis­tan­ti da ques­ta dichiarazione aven­do, al con­trario, avu­to la pos­si­bil­ità di apprez­zare la capac­ità, la pro­fes­sion­al­ità,  l’imparzialità e l’equilibrio di col­oro che tale incar­i­co han­no in pas­sato svolto a servizio del­la Ammin­is­trazione di Fras­cati ai quali va tut­ta la nos­tra sti­ma e sol­i­da­ri­età.

         Dalle poche righe rilas­ci­ate dal Sin­da­co emerge la super­fi­cial­ità e l’improvvisazione del­la sua azione polit­i­ca, un decanta­to “nuo­vo inizio” naufra­ga­to in 10milioni di fon­di vin­co­lati uti­liz­za­ti per paga­men­ti cor­rente — come emerge dal con­sun­ti­vo 2015 che non si è volu­to dis­cutere sen­za alcu­na ragione o gius­ti­fi­cazione -, in una dis­a­van­zo del­la Azien­da Spe­ciale mat­u­ra­to in appe­na sei mesi di attiv­ità nel 2015 con una esplo­sione del­la spe­sa del per­son­ale, in una situ­azione del­la STS S.r.l. pre­fal­li­menta­re  (con un pas­si­vo mil­ionario fat­to di IVA non ver­sa­ta per 850mila Euro cir­ca, di deb­iti prev­i­den­ziali  per 730mila Euro, di 1,5mln ver­so i for­n­i­tori e 850mila ver­so banche e finanzi­a­tori vari), in una mas­sa di residui attivi che è cresci­u­ta di 3mln cir­ca, in un bilan­cio di pre­vi­sione boc­cia­to come mai era accadu­to in pas­sato.

         Per non par­lare del­la volon­tà di vendere a prezzi strac­ciati i locali ad uso diver­so del Comune.

         Il bilan­cio con­sun­ti­vo del 2015 cer­ti­fi­ca già abbon­dan­te­mente il fal­li­men­to di ques­ta ammin­is­trazione, inca­pace di gestire le com­p­lessità ed anche l’ordinaria ammin­is­trazione.

         Fras­cati non meri­ta ques­ta medi­oc­rità, se davvero come dice vuole bene a Fras­cati il Sin­da­co la liberi e si dimet­ta. Sarà cer­to il pri­mo suo gesto uni­ver­salmente apprez­za­to.

                                                              Il Grup­po Con­sil­iare

                                                              “Insieme per Mas­trosan­ti”