Comunali a Marino, la carica dei 177 candidati de “L’Officina delle Idee” al fianco di Cecchi

18/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2500 volte!

san barnaba1Comu­nali a Mari­no, la car­i­ca dei 177 can­di­dati de “L’Officina delle Idee” al fian­co di Cecchi

Nel pomerig­gio di ieri una piaz­za San Barn­a­ba col­ma di affet­to ha accolto la pre­sen­tazione delle otto liste del­la coal­izione. Pre­sen­ti i coor­di­na­tori, i con­siglieri region­ali Palozzi e Mal­cot­ti, e il can­dida­to sin­da­co Ste­fano Cec­chi: “Andi­amo a vincere”

Nel pomerig­gio di ieri una piaz­za San Barn­a­ba, col­ma di affet­to ed entu­si­as­mo, ha ospi­ta­to la pre­sen­tazione di tut­ti i can­di­dati al Con­siglio comu­nale di Mari­no nelle liste che com­pon­gono la coal­izione “L’Of­fic­i­na delle Idee” per Ste­fano Cec­chi sin­da­co: 177 aspi­ran­ti con­siglieri comu­nali, che han­no deciso di met­ter­si in gio­co per amore del­la cit­tà, per dare un con­trib­u­to impor­tante al ter­ri­to­rio; 177 per­sone per bene, uomi­ni e donne, ital­iani e stranieri, decani e volti nuovi del­la polit­i­ca, rap­p­re­sen­tan­ti di tutte le cat­e­gorie sociali, di Mari­no cen­tro e frazioni, che vogliono impeg­nar­si in pri­ma per­sona per ren­dere Mari­no anco­ra più bel­la e vivibile.

Ad inter­venire sul pal­co, ben diret­to da Mon­i­ca Cec­chi figlia del can­dida­to sin­da­co di Mari­no, i coor­di­na­tori e i rap­p­re­sen­tan­ti­delle otto liste: Euge­nio Pisani di “Per Cec­chi Forza Italia Berlus­coni”, Alessan­dra Pap­pa­dia di “Idee Nuove con Cec­chi”, Mas­si­mo Prinzi di “Movi­men­to Civiltà Demo­c­ra­t­i­ca”, Fab­rizio De San­tis di “Movi­men­to 2.0”, Cinzia Fran­chit­ti di “CuorI­tal­iani”, Cinzia Lapun­z­i­na per la lista “Cec­chi Sin­da­co”, Pao­lo Patri­ar­ca di “Costru­iamo il Decen­tra­men­to”, e Simone Del Mas­tro di “Mari­no Sociale”. Tut­ti han­no pun­ta­to l’accento sul­la bon­tà e sul­la pro­fes­sion­al­ità del­la squadra che sostiene Ste­fano Cec­chi, snoc­ci­olan­do al con­tem­po le pro­poste e i prog­et­ti per imple­mentare la vivi­bil­ità del­la cit­tà di Mari­no. A seguire è sta­to il turno del con­sigliere regionale e fonda­tore di CuorI­tal­iani, Luca Mal­cot­ti, e del con­sigliere regionale di Forza Italia, nonché già sin­da­co di Mari­no per due man­dati ammin­is­tra­tivi, Adri­ano Palozzi. Il pri­mo ha sot­to­lin­eato, quali pri­or­ità di gov­er­no, il rilan­cio delle attiv­ità com­mer­ciali e il buon uti­liz­zo dei fon­di comu­ni­tari attra­ver­so l’istituzione di un Uffi­cio Europa; il sec­on­do si è con­cen­tra­to sul­la voglia di fare buona polit­i­ca da parte di tante per­sone che vogliono bene alla coal­izione e ha ricorda­to quan­to di buono fat­to nell’ultimo decen­nio ammin­is­tra­ti­vo: dal­la riqual­i­fi­cazione del palazzet­to del­lo sport alla real­iz­zazione di 10 nuovi parchi, dalle nuove scuole aperte alle 18 ristrut­turate, nonché la risoluzione del parcheg­gio sot­ter­ra­neo di piaz­za­le degli Eroi e svariati di mil­ioni di deb­ito risa­nati. Una ered­ità impor­tante da con­fer­mare con nuove pro­poste di gov­er­no reali e concrete.

Pro­poste enun­ci­ate dal can­dida­to sin­da­co Ste­fano Cec­chi, che ha pri­ma riv­olto “l’inboccalupo” e ringrazi­a­to i 177 can­di­dati con­siglieri de “L’Officina delle Idee” e, poi, si è ded­i­ca­to ai prog­et­ti in mente per ren­dere Mari­no anco­ra più accogliente. Pri­mo pun­to, la san­ità: “Bisogna rilan­cia­re e tute­lare l’ospedale San Giuseppe. Lavor­ere­mo per riportare il cen­tro pre­lievi a Frat­toc­chie e sol­le­citer­e­mo l’AslRm6 per l’attivazione di pun­to di Pri­mo Soc­cor­so”. Sec­on­do pun­to, la per­sona al cen­tro del­la polit­i­ca comu­nale: “Vogliamo rin­sal­dare il rap­por­to di fidu­cia tra cit­ta­di­ni e isti­tuzioni: un per­cor­so asso­lu­ta­mente pro­pe­deu­ti­co ad ogni altro tipo di attiv­ità ammin­is­tra­ti­va. Pro­poni­amo  un mod­el­lo di gov­er­nance basato sul­la diret­ta parte­ci­pazione dei sogget­ti locali alle deci­sioni eco­nomiche e politiche e sull’interazione tra attori pub­bli­ci, pri­vati e sin­go­lo cit­tadi­no. Una azione, ques­ta, già intrapre­sa dalle prece­den­ti ammin­is­trazioni di cen­trode­stra e che con noi vedrà com­ple­ta real­iz­zazione. Inoltre, grande spazio al volon­tari­a­to, com­ple­ta­men­to del decen­tra­men­to ammin­is­tra­ti­vo e imple­men­tazione delle politiche sociali, soprat­tut­to ver­so le famiglie più bisog­nose: un esem­pio il barat­to ammin­is­tra­ti­vo”, spie­ga Cecchi.

Banner elettorale Cecchi

Ter­zo pun­to, l’ambiente: “Dall’implementazione dei parchi pub­bli­ci, pun­tan­do su ges­tione del verde con­di­visa con comi­tati e asso­ci­azioni, alla val­oriz­zazione dei mon­u­men­ti region­ali con apposi­ti prog­et­ti da stu­di­are con Par­co regionale dei Castel­li Romani e dell’Appia Anti­ca. Inoltre, pro­fon­da atten­zione per le politiche a tutela degli ani­mali e avvio del­la rac­col­ta por­ta a por­ta con la par­al­lela real­iz­zazione di un eco­cen­tro in una zona decen­tra­ta del ter­ri­to­rio”. Altra paro­la d’ordine, lot­ta ad ogni for­ma di inquina­men­to: “No a tutte le dis­cariche, a par­tire da Falcog­nana, pre­ven­zione dal ris­chio Radon, con­trasto all’inquinamento acus­ti­co dell’aeroporto di Ciampino”. E anco­ra, asset­to del ter­ri­to­rio e via­bil­ità: “Oper­ere­mo per uno svilup­po sosteni­bile e armon­i­co del ter­ri­to­rio, for­nen­do spazi di verde e social­ità, cosi come fat­to negli ulti­mi 10 anni — ha pros­e­gui­to Cec­chi -. Priv­i­legere­mo il trasporto pub­bli­co inte­gra­to e razion­al­izzer­e­mo la via­bil­ità, alleg­geren­do così il traf­fi­co locale. Sol­le­citer­e­mo gli enti com­pe­ten­ti per real­iz­zare le tre rota­to­rie: due a Frat­toc­chie e una Due San­ti ed è nos­tra inten­zione con­cretiz­zare le tan­gen­ziali di San­ta Maria delle Mole e Fontana Sala tramite il ricor­so a finanzi­a­men­ti europei e regionali”.

“Altra opera impor­tante sarà — ha sot­to­lin­eato Cec­chi — la riqual­i­fi­cazione e lo sposta­men­to del­la stazione di San­ta Maria delle Mole, nonchè l’ampliamento del­la banchi­naren­den­do al con­tem­po fruibile il parcheg­gio di scam­bio del­la con­tigua piaz­za Albi­no Luciani che, una vol­ta a Palaz­zo Colon­na, acquisire­mo a pat­ri­mo­nio comu­nale”. Cec­chi si è poi con­cen­tra­to su cul­tura, com­mer­cio e tur­is­mo: “tri­nomio inscindibile che por­ta svilup­po eco­nom­i­co al paese. Bas­ta saraci­nesche chiuse: abbi­amo in mente un piano del com­mer­cio, che rilancerà le attiv­ità del ter­ri­to­rio, e che andrà di pari pas­so con la pedonal­iz­zazione del cen­tro stori­co. Al con­tem­po, imple­menter­e­mo l’offerta cul­tur­ale di cen­tro e frazioni: aper­tu­ra del Mitreo, Palaz­zo Colon­na Polo muse­ale, l’Albergo dif­fu­so, val­oriz­zazione dell’ostello, recu­pero di Palaz­zo Belvedere, itin­er­ari ded­i­cati alla sto­ria e alla ric­chez­za mon­u­men­tale, come quel­la dell’Appia Antica”.

Poi le scuole: “Preve­di­amo la real­iz­zazione di un nuo­vo polo sco­las­ti­co a San­ta Maria delle Mole e sol­le­citer­e­mo il Miur per l’istituzione di due licei, sci­en­tifi­co e clas­si­co, sul ter­ri­to­rio comu­nale, sen­za dimen­ti­care l’offerta for­ma­ti­va dell’artistico Mer­curi”, ha affer­ma­to Cec­chi. Che, infine, ha pun­ta­to su sport e sicurez­za: “Cen­tral­ità oper­a­ti­va del­la Polizia locale con nuovi uomi­ni e mezzi, dotazione per tut­ti i luoghi pub­bli­ci e le scuole di Mari­no di sofisti­cati sis­te­mi di videosorveglianza”.

Banner Gabriele_edited-1