Esselunga Infernetto, PD X Municipio: “Il progetto deve essere bloccato dalla prossima amministrazione capitolina”

Esselunga Infernetto, PD X Municipio: “Il progetto deve essere bloccato dalla prossima amministrazione capitolina”

16/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2515 volte!

allagamenti-via-alaleonaEsselunga Infernetto, PD X Municipio: “Il progetto deve essere bloccato dalla prossima amministrazione capitolina”

Ieri una del­egazione del PD del X Munici­pio ha avu­to un incon­tro in Regione con i rap­p­re­sen­tan­ti del Dipar­ti­men­to Urban­is­ti­ca e Attiv­ità pro­dut­tive in mer­i­to alla real­iz­zazione del cen­tro com­mer­ciale “Esselun­ga” in local­ità Infer­net­to.

“Abbi­amo avu­to ulte­ri­ore con­fer­ma che, allo sta­to attuale, non sono per­venu­ti alla Regione né atti di richi­es­ta di vari­ante urban­is­ti­ca né tan­tomeno richi­este di autor­iz­zazione per attiv­ità com­mer­ciali in tale quad­rante – fa sapere il PD locale – è emer­so, inoltre, che al fine di per­fezionare l’iter buro­crati­co, che comunque dovrà essere vaglia­to in sede regionale, è nec­es­saria una delib­era di con­siglio comu­nale d’ind­i­riz­zo al Sin­da­co. Come Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co, rite­ni­amo che tale delib­era non sia di com­pe­ten­za del Com­mis­sario Tron­ca e, per­tan­to, deb­ba essere val­u­ta­ta dal­la prossi­ma ammin­is­trazione. Come già rib­a­di­to in altre occa­sioni, siamo con­trari alla real­iz­zazione di questo prog­et­to: lo rite­ni­amo inutile quan­to dan­noso, prin­ci­pal­mente per l’im­pat­to che avrebbe sul del­i­catis­si­mo sis­tema idro­ge­o­logi­co e sul­la via­bil­ità, già in pesante sof­feren­za. Da non sot­to­va­l­utare – con­clude la nota – anche le ricadute neg­a­tive sulle attiv­ità com­mer­ciali pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio.”

“Negli anni – ha aggiun­to il can­dida­to PD all’Assemblea Capi­toli­na Gio­van­ni Zan­no­la — il ter­ri­to­rio del X Munici­pio è sta­to vio­len­ta­to dai costrut­tori che non han­no mai real­iz­za­to le infra­strut­ture e i servizi pre­visti nei loro prog­et­ti. Ecco per­ché oggi, insieme a tan­ti cit­ta­di­ni e al can­dida­to sin­da­co Gia­chet­ti, ci opponi­amo ad una nuo­va spec­u­lazione”.