Marino, Santarelli risponde a Maugliani (Pd): insulta e non risponde

Marino, Santarelli risponde a Maugliani (Pd): insulta e non risponde

10/05/2016 0 Di puntoacapo

Hits: 17

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2026 volte!

Giulio Santarelli

Giulio Santarel­li

AMMINISTRATIVE MARINO, SANTARELLI REPLICA A MAUGLIANI: “INSULTA SENZA ENTRARE NEL MERITO DELLA VICENDA URBANISTICA. GUARDI IN CASA PROPRIA PER SCOPRIRE CHI HA FAVORITO E CONTINUA A FAVORIRE IL CENTRODESTRA”

“Il seg­re­tario provin­ciale del Pd, Roc­co Maugliani anziché con­testare nel mer­i­to le mie affer­mazioni sul­la ver­i­tiera ricostruzione del nos­tro col­lo­quio avvenu­to il 22 mar­zo scor­so nel­la sede del Pd di San­ta Maria delle Mole, alla pre­sen­za di Alessan­dro Coloni, risponde con offese e insul­ti, armi a cui non dovrebbe mai ricor­rere un diri­gente politi­co che ha pri­marie respon­s­abil­ità nel partito”.

Così l’onorev­ole Giulio Santarel­li, can­dida­to sin­da­co del Par­ti­to Social­ista Ital­iano a Mari­no repli­ca al seg­re­tario provin­ciale del Pd, Roc­co Maugliani in mer­i­to all’an­nosa querelle urban­is­ti­ca sulle lot­tiz­zazioni di via del Divi­no Amore e via Mazzamagna.
“Maugliani ha a dis­po­sizione un’arma for­mi­da­bile per dimostrare che io sono un baro: ottenere da Zin­garet­ti due delibere con le quali viene sospe­sa la esec­u­tiv­ità delle due lot­tiz­zazioni ille­gali di via del Divi­no Amore e di via Maz­za­m­agna. Cir­ca  l’accusa riv­olta­mi di essere la quin­ta colon­na del cen­trode­stra, Maugliani si guar­di in casa pro­pria e tro­verà la rispos­ta su chi ha favorito  il mal­go­v­er­no e la cor­ruzione del cen­trode­stra di Palozzi e Polveri­ni: in pas­sato Mon­ti­no e Astorre, e dal 2013 è il  pres­i­dente Zingaretti”.
“Maugliani sap­pia — aggiunge Santarel­li —  che il Psi con il suo seg­re­tario nazionale, Ric­car­do Nenci­ni col­lab­o­ra con con­vinzione e coeren­za col pres­i­dente del Con­siglio, Mat­teo Ren­zi e che dal nos­tro par­ti­to, com­pre­so Mari­no, sarà assi­cu­ra­to un con­trib­u­to atti­vo per il “sì” al ref­er­en­dum con­fer­ma­ti­vo delle leg­gi di rifor­ma cos­ti­tuzionale, men­tre gli alleati mari­ne­si del par­ti­to di Maugliani saran­no attivi sul fronte del “no”.
“Al Psi — con­clude —  non si potrà mai chiedere di tacere su tut­to ciò che attiene il man­ca­to rispet­to delle leg­gi e su ogni for­ma di spec­u­lazione fon­di­aria che dis­trugge i vigneti, l’ambiente e l’ecosistema dell’agro romano in totale dif­for­mità con il Piano Ter­ri­to­ri­ale di Coor­di­na­men­to del­la Provin­cia di Roma che dal 2010 ne garan­ti­va la tutela e la salvaguardia”.