Giulianello di Cori: ‘La ragazza ultrà’, incontro con Angelo Dolce

Giulianello di Cori: ‘La ragazza ultrà’, incontro con Angelo Dolce

05/05/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1697 volte!

RagazzaUltra_coverUn altro appun­ta­men­to con la nar­ra­ti­va di Atlantide Edi­tore che saba­to 7 Mag­gio, alle ore 18:00, pres­so la Del­egazione comu­nale di Giu­lianel­lo pre­sen­terà il libro ‘La ragaz­za ultrà’, con la col­lab­o­razione dell’Asso­ci­azione cul­tur­ale ‘La Stazione’. Saran­no pre­sen­ti l’autore, Ange­lo Dolce, e l’editore, Dario Pet­ti. Il coor­di­na­men­to sarà affida­to al Pres­i­dente de ‘La Stazione’, Dami­ano Pri­ori.

È più facile diventare asses­sore alla cul­tura pas­san­do dal­la cur­va che non vin­cen­do il pre­mio Nobel. Ques­ta è l’amara ver­ità che sco­pre Vit­to­ria, una ragaz­za che stu­dia Sto­ria dell’arte e che vor­rebbe real­iz­zarsi nel­la mate­ria che più ama. Abi­ta in un comune del bas­so Lazio la cui squadra di cal­cio indos­sa i col­ori ner­ob­lu e mili­ta nel girone B del cam­pi­ona­to di Eccel­len­za.

Al grup­po dei sup­port­ers locali, dei quali fa parte Magrone, il suo fidan­za­to, Vit­to­ria osser­va che ven­gono riv­olte più atten­zioni di quan­to l’assessore alla cul­tura non fac­cia per le asso­ci­azioni cul­tur­ali di cui fa parte. Stan­ca di subire, Vit­to­ria decide di far car­ri­era all’interno nel­la cur­va e arrivare al pos­to di coman­do che le con­sen­tirebbe final­mente di occu­par­si del suo ter­ri­to­rio.

Ogni trasfer­ta cor­risponde anche a luoghi di impor­tan­za eccezionale, non solo per l’Italia ma per la sto­ria d’Europa. Vit­to­ria, attra­ver­so l’esperienza in cur­va tra per­son­ag­gi biz­zarri, fac­cendieri, aned­doti, saprà mis­urare se stes­sa e la soci­età. Un coin­vol­gente viag­gio nel rap­por­to tra potere politi­co, arte, cal­cio e tifo.

Ange­lo Dolce è diplo­ma­to in Corno e lau­re­ato in Sto­ria dell’Arte. Vive e lavo­ra negli antichi luoghi del­la Repub­bli­ca di Venezia, dove fre­quen­ta le scuole, le chiese, i con­cer­ti, le orchestre, i musei, i teatri e i grup­pi musi­cali. Nel 2001 è sta­to final­ista al Pre­mio Nazionale di Nar­ra­ti­va V. Gen­tile, Bari, con l’opera Chinot­to. Nel 2013 ha pub­bli­ca­to Pelle d’acciaio, note d’ottone. Vita e avven­ture di Loren­zo da Mestre nel­la Serenis­si­ma Repub­bli­ca d’Italia’ (Edi­to­ri­ale Pro­gram­ma). Nel 2014 Le com­pe­ten­ze trasver­sali dell’amore’ (Ottolib­ri). Del 2015 è Il sog­no di Aldo Manuzio’ (Saec­u­la).