Marino, Silvani (Pd) solidale con la Bugheanu. Basta attacchi pretestuosi alle donne che fanno politica!

Marino, Silvani (Pd) solidale con la Bugheanu. Basta attacchi pretestuosi alle donne che fanno politica!

04/05/2016 1 Di puntoacapo

Hits: 7

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4542 volte!

Franca Silvani

Fran­ca Silvani

MARINO, SILVANI (PD): ”ATTACCO A ROXANA BUGHEANU E ALLA COALIZIONE PRETESTUOSO ED INOPPORTUNO. 

ANCORA UNA VOLTA LE DONNE BERSAGLIO DELLA CRITICA POLITICA, LADDOVE MOLTI UOMINI NON HANNO FATTO NOTIZIA”
”Leggen­do le critiche a Rox­ana Bugheanu, all’in­do­mani del­la sua entra­ta nel­la coal­izione di cen­trosin­is­tra che sostiene Eleono­ra Di Giulio Sin­da­co, mi è par­so di essere tor­na­ta al cli­ma dis­crim­i­na­to­rio del­la scor­sa tor­na­ta elet­torale, quan­do il testos­terone in ecces­so di alcu­ni col­leghi maschi portó ad insul­ti e pesan­ti dichiarazioni sul­la sot­to­scrit­ta, su Eleono­ra Di Giulio e altre col­leghe donne.”
Così com­men­ta Fran­ca Sil­vani, Seg­re­taria del Pd Mari­no, l’at­tac­co por­ta­to oggi alla can­di­da­ta rume­na nel­la lista del­la Di Giulio.
”È sin­go­lare che per politi­ci uomi­ni che in questi stes­si giorni han­no fat­to scelte analoghe a quelle di Rox­ana, in entrambe le coal­izioni, non si siano fat­ti né comu­ni­cati né com­men­ti sprez­zan­ti e a volte veri e pro­pri insul­ti. Anco­ra una vol­ta, da don­na e da politi­co, con­sta­to che si usano due pesi e due mis­ure e che le donne che si impeg­nano in polit­i­ca devono sem­pre pas­sare al vaglio di critiche, cat­tiver­ie e giudizi irritu­ali che spes­so sfo­ciano in veri e pro­pri insul­ti pieni di stereotipi.
Sono sol­i­dale con Rox­ana che, come è già suc­ces­so a molte di noi, a sin­is­tra e a destra, subisce questi attacchi.
La sua scelta ha un sen­so per­ché ques­ta coal­izione ha dimostra­to inter­esse nelle tem­atiche da lei pre­sen­tate e non le ha chiesto di ‘fare numero’. Per­ché con­di­vide un per­cor­so che non dis­tingue ital­iani e romeni, ma chia­ma tut­ti per nome: marinesi.
È scon­for­t­ante con­statare che nonos­tante le donne siano sem­pre più propos­i­tive nel­l’am­bito politi­co (e per la pri­ma vol­ta ci ritro­vi­amo anche con due donne can­di­date a Sin­da­co), la polit­i­ca di cer­ti per­son­ag­gi è sem­pre inte­sa di com­pe­ten­za esclu­si­va­mente maschile.
Non saran­no questi atteggia­men­ti dis­crim­i­na­tori a scor­ag­gia­re Rox­ana, Eleono­ra, la sot­to­scrit­ta e tutte le donne che si impeg­nano per il pro­prio paese.”