Latina, Sovrani (Latina Popolare): “Canile da trasferire? Idea insensata che costerebbe 600mila euro”

Latina, Sovrani (Latina Popolare): “Canile da trasferire? Idea insensata che costerebbe 600mila euro”

02/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1559 volte!

Marilena Sovrani

Mar­ile­na Sovrani

Lati­na, Sovrani (Lati­na Popo­lare): “Canile da trasferire? Idea insen­sa­ta che costerebbe 600mila euro”

 “Il can­dida­to Vin­cen­zo Val­let­ta (NcS), pro­pone la col­lo­cazione di un cen­tro poli­va­lente nell’ex mat­ta­toio ed il con­tes­tuale trasfer­i­men­to in altra sede del canile comu­nale, por­tan­do avan­ti un’idea che sem­bra essere figlia di un’operazione pre-elet­torale”. E’ il com­men­to di Mar­ile­na Sovrani, can­dida­to sin­da­co con la lista “Lati­na Popo­lare”,  che fa segui­to alle dichiarazioni rilas­ci­ate alla stam­pa da parte di Val­let­ta, alla gui­da del comi­ta­to Chiesuo­la. Il can­dida­to pro­pone la sua ricetta per il futuro dell’ex mat­ta­toio di via del­la Con­giunte, costa­to diciot­to mil­iar­di. Pen­sa ad una sua des­ti­nazione pub­bli­ca e ripesca dal pas­sato remo­to l’idea lega­ta alla real­iz­zazione di un cen­tro poli­va­lente che assi­curi alla comu­nità del luo­go un cen­tro sociale, un ful­cro di aggregazione ed un pun­to di pri­mo soc­cor­so. “Enco­mi­a­bile idea – dichiara Sovrani – se Val­let­ta non rite­nesse utile trasferire il canile comu­nale, con­tiguo all’ex mat­ta­toio. Intan­to le moti­vazioni che “alle­ga” evo­cano una latente pretes­tu­osità. Dice che i cani ospi­tati nel­la strut­tura rischi­ano la vita, così vici­ni ad un canale già esonda­to ed in mez­zo a ster­paglie che rischi­ano di bru­cia­re. Aggiunge subito dopo però che gli stes­si cani sono trop­po vici­ni alle abitazioni. Non ci con­sente di capire, Val­let­ta, se si pre­oc­cu­pi dei cani o se invece gli diano fas­tidio. In quest’ultimo caso la sua ester­nazione sarebbe dep­re­ca­bile”.

Il pun­to sostanziale è comunque lega­to ai costi dell’operazione di cui par­la (a van­vera?) Val­let­ta. Il canile munic­i­pale di Lati­na, che esiste dal 1998 – dichiara anco­ra il can­dida­to sin­da­co —  ha godu­to di finanzi­a­men­ti region­ali ed è costa­to ai cinquan­taquat­tro soci dell’associazione “Ami­ci del cane” una som­ma quan­tifi­ca­bile intorno ai tre­cen­tomi­la euro. Altri tre­cen­tomi­la euro sareb­bero nec­es­sari per real­iz­zare una nuo­va strut­tura. Ciò sig­nifi­ca che quan­to fino­ra com­pi­u­to e quan­to prog­et­ta­to cos­ti­tuireb­bero uno spre­co di sol­di”. Mar­ile­na Sovrani non ritiene che la posizione in cui è col­lo­ca­to il canile con­flig­ga con un cen­tro poli­va­lente. “L’ex mat­ta­toio è cos­ti­tu­ito da due gran­di edi­fi­ci, quel­lo più vici­no alla stra­da potrebbe essere mes­so a dis­po­sizione degli abi­tan­ti del­la “Chiesuo­la”, l’altro al canile munic­i­pale. Le due strut­ture non sono incom­pat­i­bili e quei cagno­li­ni non han­no mai dato fas­tidio a nes­suno. Vivono in con­dizioni più che dig­ni­tose, nei loro recin­ti; non si è mai ver­i­fi­ca­ta una situ­azione di peri­co­lo nel­la zona. Val­let­ta par­la dei peri­coli rap­p­re­sen­tati dal canale vici­no, che nel 2014 esondò. “Intan­to dal 1998 quel­la è sta­ta l’unica eson­dazione che si sia ver­i­fi­ca­ta – con­clude la Sovrani — ed in sec­on­do luo­go anche i bam­bi­ni san­no che un dra­gag­gio peri­od­i­co (poco cos­toso per­al­tro) non farebbe cor­rere rischi agli ospi­ti del canile”.

 

Mar­ile­na Sovrani

Con­di­vi­di:
error0