Misure cautelari a Marino, Stefano Cecchi spazza via ogni dubbio: “Mai saputo dell’inchiesta”

Misure cautelari a Marino, Stefano Cecchi spazza via ogni dubbio: “Mai saputo dell’inchiesta”

28/04/2016 1 Di puntoacapo

Hits: 6

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 6349 volte!

cecchi santa maria moleMis­ure caute­lari a Mari­no, Ste­fano Cec­chi spaz­za via ogni dub­bio: “Mai saputo dell’inchiesta”

“A dis­tan­za di alcu­ni giorni dagli ulti­mi tre arresti dell’inchiesta a Mari­no, cre­do sia doveroso da parte mia chiarire ulte­ri­or­mente la mia posizione rispet­to — e soprat­tut­to nel rispet­to del lavoro svolto dal­la mag­i­s­tratu­ra — a quan­to ripor­ta­to nell’ordinanza del Gip del Tri­bunale di Vel­letri, dove com­pare il mio nome a propos­i­to del­la visi­ta al coman­dante del­la stazione dei Cara­binieri di San­ta Maria delle Mole. Come cor­ret­ta­mente ripor­ta­to, mi sono effet­ti­va­mente reca­to alla stazione dei Cara­binieri per sot­to­porre al coman­dante una ques­tione per­son­ale. Al ter­mine del­la con­ver­sazione, feci partecipe il coman­dante del­la mia inten­zione di can­di­dar­mi a sin­da­co, pale­san­do il sosteg­no che prob­a­bil­mente avrei rice­vu­to dai politi­ci locali, nel­la sper­an­za che nes­suno fos­se coin­volto in inchi­este giudiziarie. Voglio, cioè, pre­cis­are che la sup­po­sizione del Gip, rel­a­ti­va all’intenzione di aver avu­to un incon­tro con il coman­dante al solo scopo di carpire infor­mazioni, non è esat­ta, per­ché non pote­vo chiedere infor­mazioni su qual­cosa di cui non conosce­vo l’esistenza. Il moti­vo del­la mia visi­ta era un moti­vo per­son­ale, ma, come nelle abi­tu­di­ni di una pic­co­la comu­nità, ho sem­plice­mente ritenu­to oppor­tuno infor­mare il coman­dante del­la mia volon­tà di parte­ci­pare anco­ra più atti­va­mente alla vita polit­i­ca del­la nos­tra Cit­tà. Nel­la sper­an­za di avere dis­solto ogni dub­bio sul­la mia per­sona, per­ché spaz­zare ogni sospet­to è ciò che devo ai miei sosten­i­tori e a tut­ti i cit­ta­di­ni di Mari­no, torno a fare il mio lavoro con la soli­ta cor­ret­tez­za e buon­afede. Due prin­cipi alla base del mio per­cor­so di vita anche polit­i­ca, esat­ta­mente come per tutte le per­sone che com­pon­gono la mia coal­izione”. Così, in una nota, Ste­fano Cec­chi, can­dida­to sin­da­co de “L’Officina delle Idee” nel Comune di Marino.