MARINO; ELEONORA DI GIULIO PRESENTA LA SUA SQUADRA

MARINO; ELEONORA DI GIULIO PRESENTA LA SUA SQUADRA

27/04/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3056 volte!

26aprileMARINO; ELEONORA DI GIULIO PRESENTA LA SUA SQUADRA

Eleono­ra Di Giulio pre­sen­ta il suo mot­to elet­torale ” #fac­ciamosquadra “: non un sem­plice pro­gram­ma ma una seria e con­di­visa voglia di fare, di far tornare i con­ti, par­tendo da parte­ci­pazione e legal­ità.

Mari­no ha vis­to una nutri­ta parte­ci­pazione di autorità nazion­ali e locali, di cit­ta­di­ni elet­tori del cen­tro sin­is­tra ma anche di molti curiosi per l’aper­tu­ra del­la can­di­da­ta a Sin­da­co Di Giulio. E’ inizia­ta così la cor­sa elet­torale del cen­trosin­is­tra: la sala Lep­an­to è sta­ta orga­niz­za­ta per far sen­tire e far vedere — attra­ver­so una serie di slides — i pun­ti chi­ave del pro­gram­ma del cen­trosin­is­tra e l’u­nità dei can­di­dati che si sono alter­nati per dare voce e tes­ti­mo­ni­an­za di una ritrova­ta forza, polit­i­ca, civile e civi­ca.

Un bel cli­ma, sobrio ma non dimes­so: nes­sun tavo­lo pres­i­den­ziale, tut­ti intorno a Eleono­ra rispet­tan­do una scalet­ta che dava l’idea di essere un dial­o­go tra i rap­p­re­sen­tan­ti delle liste di coal­izione e la can­di­da­ta a Sin­da­co. Ad aprire la ker­messe i rap­p­re­sen­tan­ti delle liste col­le­gate. l’esperienza polit­i­ca di Fran­ca (Sil­vani, seg­re­tario cir­co­lo PD Mari­no), la fres­chez­za di Mat­teo (del grup­po dei Kut­so), Alessan­dra e Gior­gia (can­di­date delle liste Di Giulio Sin­da­co, Alessan­dra Spir­i­to,  e can­di­da­ta del­l’UCS Gior­gia Gal­li), la voglia di Mar­co (Coman­di­ni, seg­re­tario cit­tadi­no del­l’IDV), la saggez­za di Gino (Cian­ci, coor­di­na­tore del­la lista civi­ca Mari­no Futu­ra), la polit­i­ca del fare nar­ra­ta da Raf­faele (Del Cam­po, coor­di­na­tore del­la lista civi­ca Noi per Mari­no che ha por­ta­to un esem­pio con­cre­to di coor­di­na­men­to tra ter­ri­to­rio ed esi­gen­ze dei cit­ta­di­ni in relazione anche alla sua fun­zione di Diri­gente sco­latis­co). Un mix com­pos­i­to quel­lo del­la coal­izione del cen­trosin­is­tra, forte­mente rin­no­va­to nei con­tenu­ti e nel­la volon­tà di girar pag­i­na.

Eleono­ra Gi Giulio ha pre­so la paro­la ringrazian­do i tan­ti rap­p­re­sen­tan­ti dei Par­ti­ti e delle Isti­tuzioni pre­sen­ti, sedu­ti accan­to a lei, a tes­ti­mo­ni­an­za di una rete forte di con­vinzione e sosteg­no. I Sen­a­tori, i Dep­u­tati, i Con­siglieri Region­ali e del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana, i Sin­daci dei Comu­ni lim­itrofi si sono stret­ti intorno a Eleono­ra a rimar­care che “per far tornare Mari­no al cen­tro dei Castel­li Romani, occorre fare rete con i Comu­ni vici­ni, la Regione e le altre Isti­tuzioni”. Poi la Di Giulio ha par­la­to di val­ore aggiun­to delle donne, di come e quan­to le donne in polit­i­ca fan­no la dif­feren­za, del­la sua con­vinzione del­la neces­sità di lib­er­ar­si dal­la pau­ra del pregiudizio.

E, quin­di, i pun­ti del pro­gram­ma del­la coal­izione sot­to­lin­e­an­do che “non si può fare nes­suna promes­sa, anche per­ché occorre pri­ma vedere lo sta­to dei con­ti. Mari­no non riparte da zero, ma ben sot­to lo zero, quin­di ci vor­ran­no anni per tornare a gal­la, non ci fac­ciamo illu­sioni. Io sono pronta  per ques­ta sfi­da, e insieme con me la squadra che mi sostiene. Non vogliamo vin­cere la par­ti­ta, ma il cam­pi­ona­to e ci attrezzer­e­mo per questo. Noi fare­mo parte­ci­pare atti­va­mente i cit­ta­di­ni alle scelte, chieden­do alla  macchi­na ammin­is­tra­ti­va di lavo­rare per obi­et­tivi. La legal­ità la rap­p­re­sen­ta bene la mia sto­ria polit­i­ca, e l’esperienza di anni di lavoro nel­la Pub­bli­ca Ammin­is­trazione, per­ché un buon gov­er­no ha bisog­no di parte­ci­pazione e di con­trol­lo diret­to da parte dei cit­ta­di­ni, soprat­tut­to su un ter­ri­to­rio come Mari­no. Non ci si improvvisa ammin­is­tra­tori, non bas­tano cer­to slo­gan o pre­sun­zione di essere i migliori. Tor­ni­amo a val­oriz­zare le cose belle per cui siamo conosciu­ti, anche se negli ulti­mi tem­pi di Mari­no han­no scrit­to solo pagine di cronaca giudiziaria”.

Noi – ha con­clu­so la Di Giulio – vogliamo girare pag­i­na e scri­vere un  nuo­vo capi­to­lo del­la sto­ria di Mari­no. Noi #fac­ciamosquadra , questo è il nos­tro pri­mo slo­gan e io, con ques­ta squadra, non ho pau­ra di entrare a Palaz­zo Colon­na e gov­ernare la mia cit­tà