GROTTAFERRATA: ANCHE CHIARA STIRPE DA’ LE DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE

GROTTAFERRATA: ANCHE CHIARA STIRPE DALE DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE

27/04/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1486 volte!

CHIARA STIRPE

CHIARA STIRPE

GROTTAFERRATA: ANCHE CHIARA STIRPE DALE DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE

 Annun­cio le mie dimis­sioni dal­la car­i­ca di Con­sigliere Comu­nale di Grotta­fer­ra­ta.

Ho parte­ci­pa­to ieri sera ad una riu­nione di mag­gio­ran­za nel­la quale, dopo le inaspet­tate e sig­ni­fica­tive dimis­sioni del Con­sigliere Toc­ci pri­ma e del Con­sigliere Spal­let­ta poi, mi sarei aspet­ta­ta da parte del sin­da­co l’ovvio annun­cio del­la fine di ques­ta espe­rien­za ammin­is­tra­ti­va. Così non è sta­to, ne pren­do atto e fac­cio un doveroso pas­so indi­etro.

Mi sen­to oggi di dire, con­div­i­den­do le val­u­tazioni del Con­sigliere Toc­ci, che ques­ta ammin­is­trazione non sta real­iz­zan­do né il pro­gram­ma elet­torale né il pat­to di gov­er­no e non riten­go che nel prossi­mo futuro ci siano spazi per fare meglio di quan­to fat­to fino­ra. Nonos­tante il ten­ta­ti­vo di una mag­giore tec­nic­ità in Giun­ta, poco sig­ni­fica­tivi sono i risul­tati per il verde, per la sicurez­za, per la val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio immo­bil­iare, per l’abbattimento delle bar­riere architet­toniche, per ren­dere migliore la qual­ità del­la vita dei cit­ta­di­ni e per ren­dere il nos­tro un Comune effi­ciente e vici­no alle per­sone.

Per questi motivi non sosten­go ulte­ri­or­mente il sin­da­co Fontana, dunque non sono mie le dichiarazioni che ieri sera ha fat­to “Il Faro”. E’ doveroso per me ringraziare “Il Faro” che nel­la pri­mav­era del 2014 mi cer­cò per pro­por­mi la can­di­datu­ra al Con­siglio Comu­nale e sen­za il cui sosteg­no non avrei potu­to intrapren­dere ques­ta espe­rien­za. Non per questo sono dis­pos­ta a venir meno a ciò in cui cre­do per seguire “ordi­ni di scud­e­ria” che non con­di­vi­do. Ques­ta mat­ti­na dunque ho antic­i­pa­to le mie dimis­sioni via Pec agli uffi­ci comu­nali. Dimis­sioni che potrò ren­dere oper­a­tive, pro­to­col­lan­dole per­sonal­mente, il 9 mag­gio p.v, essendo attual­mente fuori Roma per motivi lavo­ra­tivi.

Ho por­ta­to avan­ti ques­ta espe­rien­za con pas­sione e dedi­zione, anche se la polit­i­ca non è il mio mon­do, anche quan­do ho cer­ca­to di con­cil­iare questo ruo­lo con le esi­gen­ze lavo­ra­tive che mi han­no por­ta­to fuori Grotta­fer­ra­ta, cer­can­do sem­pre di rap­p­re­sentare quel cam­bi­a­men­to, quel­la capac­ità e quel­la lucid­ità che ci si aspet­ta dalle nuove gen­er­azioni.

 Chiara Stirpe