REGIONE, COTRAL: M5S LAZIO: PRESENTATO ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI. DISSERVIZI CAUSA DI DECENNI DI PESSIMA GESTIONE

REGIONE, COTRAL: M5S LAZIO: PRESENTATO ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI. DISSERVIZI CAUSA DI DECENNI DI PESSIMA GESTIONE

23/04/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2783 volte!

WCENTER 0WHHDBREFN -  07311715 FOTO WEBSERVER - imgpaedo310707171525 - DEPOSITO COTRAL FROSINONE  -     -  Edp

WCENTER 0WHHDBREFN — 07311715 FOTO WEBSERVER — imgpaedo310707171525 — DEPOSITO COTRAL FROSINONE — - Edp

I con­siglieri del M5S Lazio han­no pre­sen­ta­to un espos­to-seg­nalazione alla Sezione Regionale del­la Corte dei Con­ti, sot­to­po­nen­do all’attenzione del­la gius­tizia con­tabile alcune cir­costanze che potreb­bero avere rilie­vo ai fini del­la pos­si­bile respon­s­abil­ità per dan­no erar­i­ale nel­la ges­tione di  Co.Tra.L. S.p.A. sia degli ammin­is­tra­tori del­la soci­età, che dei ver­ti­ci del­la Regione Lazio. L’azienda regionale dei trasporti, parte­ci­pa­ta al 100% dal­la regione,  pare con­trasseg­na­ta da un’inaccettabile situ­azione di  car­ente manuten­zione dei mezzi, nonos­tante l’ingiustificato ed esor­bi­tante aumen­to delle risorse ad essa des­ti­nate, oltre che dalle perdite di bilan­cio, dal man­ca­to eser­cizio del con­trol­lo anal­o­go regionale e dal­la man­ca­ta esple­tazione delle gare pub­bliche per l’affidamento degli appalti e delle pro­ce­dure di selezione pub­bli­ca del per­son­ale.

Ad oggi non  risul­ta essere sta­to nem­meno approva­to il Piano Indus­tri­ale, seg­no evi­dente dell’assenza di una strate­gia pro­dut­ti­va a medio o lun­go ter­mine.
La Regione Lazio, come socio uni­co ed uni­co azion­ista di Co.Tra.L. S.p.A., è respon­s­abile dell’approvazione del bilan­cio del­la soci­età ed è tenu­ta a delib­er­are sul­la respon­s­abil­ità degli ammin­is­tra­tori in caso di cat­ti­va ges­tione azien­dale. Nonos­tante queste pre­rog­a­tive, la regione negli anni ha mostra­to di toller­are la mala ges­tio di Cotral, approvan­do i bilan­ci di Cotral, sen­za approntare mis­ure per rime­di­are alle anom­alie evi­den­zi­ate dal Col­le­gio Sin­da­cale del­la soci­età.
Il trasporto pub­bli­co regionale è in con­dizioni dis­as­trose, nonos­tante Zin­garet­ti e Civi­ta si affan­ni­no a far­si fotogra­fare sui nuovi con­vogli, e ques­ta situ­azione non è col­pa né degli uten­ti, che pagano un abbona­men­to ogni anno più caro, né dei cit­ta­di­ni, che da decen­ni for­ag­giano l’ennesimo car­roz­zone, ma di chi per decen­ni ha ammin­is­tra­to, chi­u­den­do gli occhi davan­ti agli orrori, facen­do assumere fig­ure non nec­es­sarie e ten­den­do la mano quan­do c’era da pren­dere.
Sil­via Blasi, con­sigliera del M5S Lazio, dichiara:
“La cronaca locale del­la provin­cia di Viter­bo è ric­ca di episo­di che rispec­chi­a­to lo sta­to penoso in cui è sta­ta con­dot­ta Cotral Spa in decen­ni di mala polit­i­ca. Mezzi rot­ti, vet­ture anti­quate affit­tate e las­ci­ate a mar­cire nei deposi­ti, mil­ioni but­tati in manuten­zioni mai ese­gui­te che si riflet­tono nei portel­loni che si stac­cano, nel­la piog­gia che bagna i passeg­geri, nelle ruote che esplodono e nei con­seguen­ti dis­a­gi per l’utenza, costret­ta da decen­ni a par­tire sen­za sapere se, quan­do o dove arriverà. Dopo anni di acces­si agli atti, inter­rogazioni e audizioni abbi­amo deciso di pre­sentare un espos­to alla Corte dei Con­ti con cui seg­na­liamo pos­si­bili casi di dan­no erar­i­ale, con la sper­an­za che la mag­i­s­tratu­ra con­tabile pos­sa far luce in tem­pi bre­vi ed indi­vid­uare e punire gli even­tu­ali respon­s­abili di questo dis­as­tro, per pot­er lib­er­are Cotral dalle ered­ità del pas­sato e sper­are di poter­gli dare un futuro quan­do sare­mo al gov­er­no del­la Regione Lazio.”
Grup­po Con­sil­iare M5S Regione Lazio