Tarquinia: Ripresi i lavori al teatro San Marco

Tarquinia: Ripresi i lavori al teatro San Marco

21/04/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4856 volte!

Il teatro San Marco, esterno del cantiere

Il teatro San Mar­co, ester­no del cantiere

Tar­quinia: Ripresi i lavori al teatro San Mar­co

Il sin­da­co Maz­zo­la: «Sono molto sod­dis­fat­to per­ché ho lot­ta­to per sbloc­care la situ­azione»

 «Se a Tar­quinia sono ripar­ti­ti i lavori per com­pletare il teatro San Mar­co, lo si deve alla mia per­se­ver­an­za». Lo affer­ma il sin­da­co Mau­ro Maz­zo­la, che annun­cia la ria­per­tu­ra del cantiere avvenu­ta il 18 aprile «Si è arrivati final­mente al pun­to di svol­ta. — pros­egue il pri­mo cit­tadi­no — Ho lavo­ra­to per sbloc­care una situ­azione che anda­va avan­ti da trop­po tem­po sen­za sostanziali pas­si in avan­ti».

Dopo che nel 2012 era sta­to chiu­so il cantiere per una vicen­da giudiziaria, in cui il Comune è risul­ta­to estra­neo, a giug­no 2014 il sin­da­co Maz­zo­la scrive al pri­mo min­istro Mat­teo Ren­zi per chiedere lo sbloc­co dei lavori. Nel 2015, il Min­is­tero delle Infra­strut­ture e dei Trasporti, nell’ambito dell’Iniziativa “Cantieri in Comune”, stanzia 744mila euro per com­pletare i lavori. Gra­zie a incon­tri, riu­nioni e con­tinui con­tat­ti isti­tuzion­ali, per­ché i fon­di fos­sero effet­ti­va­mente accred­i­tati al Comune, il pri­mo cit­tadi­no riesce a super­are tutte le impasse buro­cratiche e ammin­is­tra­tive, e a far indire la gara d’appalto, fino all’aggiudicazione defin­i­ti­va a feb­braio di quest’anno.

Il sindaco Mauro Mazzola

Il sin­da­co Mau­ro Maz­zo­la

«La pru­den­za è d’obbligo, — con­clude il sin­da­co Maz­zo­la — ma un altro impor­tante grande prog­et­to per la cit­tà potrebbe essere real­iz­za­to dal­la mia Ammin­is­trazione: dare a Tar­quinia il teatro dopo decen­ni di chi­ac­chiere e voci. Chi crit­i­ca dovrebbe rileg­ger­si la cronaca di pochi anni fa ed evitare di stru­men­tal­iz­zare la vicen­da, con improb­a­bili sit in o polemiche tan­to ster­ili quan­to inutili come già fat­to in pas­sato per la pisci­na comu­nale e la bib­liote­ca. E sap­pi­amo come è anda­ta a finire: a mag­gio del 2012 l’inaugurazione del­la bib­liote­ca a palaz­zo Bruschi Fal­gari, restituen­do a Tar­quinia uno stra­or­di­nario luo­go di cul­tura las­ci­a­to nell’incuria più totale; a dicem­bre 2013 il taglio del nas­tro del­la pisci­na comu­nale, atte­sa da 40 anni».

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20