Ardea, sindaco incontra società Pomar per le lamentele sui cattivi odori dell’impianto

Ardea, sindaco incontra società Pomar per le lamentele sui cattivi odori dell’impianto

19/04/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3079 volte!

ardeaArdea, sin­da­co incon­tra soci­età Pomar per le lamentele sui cat­tivi odori del­l’impianto

Si è svolto ques­ta mat­ti­na un incon­tro tra il sin­da­co di Ardea Luca Di Fiori, il vicesin­da­co Fab­rizio Cre­moni­ni e i rap­p­re­sen­tan­ti del­la soci­età Pomar che ad Ardea gestis­cono un’azien­da agri­co­la di all­e­va­men­to di bufale e un impianto annes­so a bio­gas. All’in­con­tro han­no parte­ci­pa­to anche i con­siglieri Poli­car­po Volante, Nazareno Speran­dio, Francesco Pao­lo Cor­so, Alber­to Mon­te­si e Fab­rizio Acquarel­li e i respon­s­abili delle aree delle attiv­ità pro­dut­tive, del set­tore tec­ni­co e del­la polizia locale.

All’or­dine del giorno la ques­tione soll­e­va­ta più volte dai cit­ta­di­ni rel­a­ti­va ai cat­tivi odori che par­tireb­bero dal­l’impianto. L’azien­da ha spie­ga­to di esser­si adegua­ta alle ordi­nanze emanate nel cor­so del tem­po dal Comune, real­iz­zan­do ulte­ri­ori strut­ture per lo stoccag­gio delle materie prime, per le cat­ture del per­co­la­to e dei cat­tivi odori anche con la cop­er­tu­ra di due silos.

“L’am­min­is­trazione – spie­ga il sin­da­co di Ardea Luca Di Fiori – sta mon­i­toran­do costan­te­mente quan­to accade nel­l’impianto. L’azien­da si è adegua­ta alle nos­tre dis­po­sizioni ma noi con­tin­uer­e­mo ad essere pre­sen­ti. Su una cosa siamo fer­mi: non vogliamo nes­sun tipo di cat­ti­vo odore che pos­sa durare anche un solo min­u­to”. “Il prob­le­ma degli odori era sta­to risolto. Solo qualche giorno fa c’è sta­ta ques­ta percezione di odore da parte del­la cit­tad­i­nan­za:  da parec­chi mesi tut­to ciò non avveni­va. Noi abbi­amo dichiara­to imme­di­ata­mente la disponi­bil­ità a ricer­carne le cause e a rimuo­vere il dis­a­gio.

Molto prob­a­bil­mente il prob­le­ma è sta­to causato da un proces­so di sep­a­razione del liq­ui­do diges­ta­to insieme al suo spandi­men­to nei campi che deve avvenire con orari e tem­per­a­ture diverse dalle attuali. Pre­ciso come il liq­ui­do sia un mate­ri­ale total­mente organ­i­co che è un vali­do sos­ti­tu­to dei conci­mi chimi­ci”, ha spie­ga­to Mas­si­mo Leoni, respon­s­abile del­l’impianto a bio­gas.