Comunali a Marino, Stefano Cecchi: “Su Aeroporto il fantasioso Moretti si informi meglio”

Comunali a Marino, Stefano Cecchi: “Su Aeroporto il fantasioso Moretti si informi meglio”

12/04/2016 1 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3011 volte!

Stefano Cecchi

Ste­fano Cecchi

Comu­nali a Mari­no, Ste­fano Cec­chi: “Su Aero­por­to il fan­ta­sioso Moret­ti si infor­mi meglio”

“Sono fan­ta­siose e inat­tendibili le dichiarazioni sull’inquinamento ambi­en­tale dell’aeroporto di Ciampino, rilas­ci­ate quest’oggi dal can­dida­to sin­da­co di Mari­no Ivano Moret­ti, che evi­den­te­mente ha deciso di tirare in bal­lo la mia per­sona solo per far­si un po’ di ster­ile pub­blic­ità elet­torale. Affer­man­do, al con­tem­po, una serie di inesat­tezze che da una per­sona intel­li­gente come lui, davvero non ci sarem­mo aspet­tati. Tralas­cian­do il fat­to che Moret­ti sem­bra vivere in un’altra epoca polit­i­ca, vis­to che sci­en­te­mente “con­fonde” “L’Officina delle Idee” con il Pdl lo stes­so che oggi scred­i­ta ma con cui ebbe una cer­ta sin­to­nia in occa­sione delle elezioni comu­nali del 2011 -, l’analisi del can­dida­to civi­co sull’aeroporto di Ciampino si mostra assai lacunosa. Innanz­i­tut­to, non è vero che la battaglia decen­nale di cit­ta­di­ni e isti­tuzioni locali non ha por­ta­to ad alcun risul­ta­to: gra­zie alla sen­si­bi­liz­zazione col­let­ti­va e ai per­cor­si legali, intrapre­si in questi anni dal comi­ta­to e dalle ammin­is­trazioni comu­nali di Mari­no e Ciampino, infat­ti si è rius­ci­ti quan­tomeno a con­tenere il numero dei voli all’attuale. Risul­ta­to che chiara­mente non mi sod­dis­fa e non sod­dis­fa nes­suno, con­sid­er­a­to che l’obiettivo pri­or­i­tario è pro­cedere con la riduzione imme­di­a­ta e conc­re­ta del traf­fi­co aereo: obi­et­ti­vo da real­iz­zare ben pri­ma del 2021, come invece sti­ma­to da Enac e AdR. Noi siamo per un Pas­tine subito entro i lim­i­ti di legge e lo andi­amo dicen­do da anni. Lo stes­so non può dirsi per il mal infor­ma­to Moret­ti che sul­la realtà ambi­en­tale e strut­turale dell’aeroporto di Ciampino non prende posizione, non for­nisce alcu­na soluzione real­mente tesa alla riduzione dei voli, anzi a trat­ti las­cia propen­dere per lo sta­tus quo del Pas­tine, per l’ec­ces­si­va mole di voli che quo­tid­i­ana­mente nuoce pesan­te­mente alla vivi­bil­ità delle popo­lazioni res­i­den­ti vici­no lo sca­lo. E, per di più, ten­ta di but­tar­la in cacia­ra col­le­gan­do illogi­ca­mente il tema aero­por­tuale alle politiche urban­is­tiche del Comune di Mari­no, su cui i com­pe­ten­ti organi di con­trol­lo, mi sem­bra, sino­ra non han­no avu­to nul­la da ridire. L’auspicio, dunque, è che Moret­ti la smet­ta di descri­vere realtà che non esistono e di sparare giudizi infon­dati. Si con­fron­ti, piut­tosto, sui pro­gram­mi e par­li delle soluzioni per val­oriz­zare la nos­tra cit­tà per­ché, fino­ra, di tut­to questo il can­dida­to civi­co non ha mai pro­fer­i­to paro­la. Anzi, è davvero spi­acev­ole che Moret­ti scen­da in cam­po solo adesso per difend­ere le frazioni di Mari­no dall’inquinamento del Pas­tine. Il soli­to mira­co­lo da cam­pagna elet­torale”. Così, in una nota, il can­dida­to sin­da­co del­la coal­izione “L’Officina delle Idee” di Mari­no, Ste­fano Cecchi.