Ariccia, Sallustio presenta Piano Intervento scolastico

Ariccia, Sallustio presenta Piano Intervento scolastico

12/04/2016 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 643

sallustio_luisaAric­cia, Sal­lus­tio pre­sen­ta Piano Inter­ven­to sco­las­ti­co

 La can­di­da­ta a sin­da­co dell’Italia dei Dirit­ti: “Inter­ven­ti strut­turali e poten­zi­a­men­to del servizio scuo­labus per ovviare ai prob­le­mi di traf­fi­co e sicurez­za”

Riguar­da pro­prio il com­par­to Scuo­la, l’anticipazione del pro­gram­ma elet­torale di Luisa Sal­lus­tio, in cor­sa per la car­i­ca di Pri­mo cit­tadi­no di Aric­cia con il sim­bo­lo dell’Italia dei Dirit­ti. L’ex pres­i­dente del Con­siglio comu­nale ha volu­to fornire un pri­mo spun­to sui con­tenu­ti del­la con­feren­za stam­pa di pre­sen­tazione del­la sua can­di­datu­ra che, a breve, ver­rà cal­en­dariz­za­ta e resa nota. “La ges­tione  dell’apparato sco­las­ti­co aric­ci­no esige un’attenta e cau­ta rif­les­sione che, nec­es­sari­a­mente, deve tenere in con­sid­er­azione fat­tori legati alle carat­ter­is­tiche del nos­tro ter­ri­to­rio, alle esi­gen­ze delle famiglie degli alun­ni e al prin­ci­pio di con­ti­nu­ità rispet­to ai lavori di inter­ven­to ese­gui­ti fino ad oggi – ha dichiara­to sta­mane la can­di­da­ta che ha volu­to esporre il suo piano di inter­ven­to scuo­la par­tendo dal­la sue pre­messe: Il filo di Ari­an­na del mio lavoro di sin­da­co  saran­no le istanze delle famiglie aric­cine che, di fat­to,  scel­go­no la scuo­la dei figli in base alla vic­i­nan­za rispet­to alla pro­pria abitazione, in un’area comu­nale mul­ti­liv­el­lo di non sem­plice ges­tione, in cui trovano spazio strut­ture datate e bisog­nose di inter­ven­ti, anche impor­tan­ti”Se oggi par­lare di uni­co plesso sco­las­ti­co risul­ta anacro­nis­ti­co, alla luce dell’aumentata richi­es­ta di iscrizioni reg­is­tra­ta negli ulti­mi anni e dell’estensione del ter­ri­to­rio su piani d’altitudine diver­si, il piano d’intervento di Sal­lus­tio pun­ta tut­to sull’ottimizzazione dei servizi sco­las­ti­ci e sul­la coeren­za nel­la piani­fi­cazione dei lavori futuri, rispet­to a quel­li ese­gui­ti in pas­sato: “Dal­la rac­col­ta delle seg­nalazioni dei cit­ta­di­ni e dal­la mia espe­rien­za di mam­ma — ha poi pros­e­gui­to – riten­go cor­ret­to inter­venire in direzione di un supera­men­to delle dif­fi­coltà prodotte dal traf­fi­co locale in prossim­ità degli isti­tu­ti e del prob­le­ma sicurez­za che coin­volge alcune scuole, in prim­is la “Cro­ci­fis­so” dove la man­can­za di un mar­ci­apiede non garan­tisce la sicurez­za degli alun­ni. Per tale ragione, ho inten­zione di met­tere in cantiere un impor­tante poten­zi­a­men­to del servizio di scuo­labus con cui potremo ovviare ad entrambe le crit­ic­ità. Par­ti­co­lare atten­zione sarà des­ti­na­ta agli inter­ven­ti a sosteg­no dell’accessibilità per gli stu­den­ti dis­abili. La mia espe­rien­za decen­nale in con­siglio comu­nale – ha poi chiosato – mi sug­gerisce che, a fronte di alcu­ni isti­tu­ti che destano minori pre­oc­cu­pazioni, riman­gono altre situ­azioni insolute. Mi riferisco al prob­le­ma delle infil­trazioni alla Don Milani, alla Berni­ni e alla San Giuseppe, nonché ai dan­ni nel tet­to del­la palestra del­la scuo­la di Fontana di Papa, prodot­ti da un inter­ven­to per l’installazione di pan­nel­li solari che non ha reso pos­si­bile lo svol­gi­men­to delle attiv­ità pallavolis­tiche”. Queste, infine, le con­clu­sioni a cui è giun­ta la can­di­da­ta: “E’ pos­si­bile inter­venire strate­gi­ca­mente, in coeren­za col lavoro già svolto nelle strut­ture sco­las­tiche già esisten­ti ad Aric­cia, per le quali è sta­to nec­es­sario un ingente inves­ti­men­to di denaro pub­bli­co. La mia ges­tione par­tirà pro­prio da ques­ta base, a cui affi­ancherò il val­ore aggiun­to di un approc­cio razionale che nasce dal­la mio vis­su­to politi­co e di madre che tut­ti i giorni sper­i­men­ta i pun­ti di forza e di debolez­za del nos­tro sis­tema Scuo­la”.

Con­di­vi­di:
0