LAV Roma. Flash mob 9 aprile 2016 contro costruzione acquario dell’Eur

LAV Roma. Flash mob 9 aprile 2016 contro costruzione acquario dell’Eur

11/04/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3559 volte!

Foto 1Il 9 aprile mat­ti­na attivisti ani­mal­isti delle asso­ci­azioni LAV, AVCPP, OIPA e Ani­mal­isti Ital­iani han­no data vita a un flash-mob acquati­co al laghet­to dell’EUR  per dire no al la real­iz­zazione di un grande acquario pro­prio sot­to la super­fi­cie del laghetto.

A bor­do di sei pat­ti­ni affi­an­cati, dopo aver guadag­na­to il cen­tro del laghet­to, gli attivisti han­no sro­to­la­to un lun­go striscione con la scrit­ta “Anche gli ani­mali han­no un cuore — no all’acquario di Roma”, men­tre altri di loro scan­di­vano dal­la riva lo slo­gan “Ani­mali liberi”.

Ques­ta inizia­ti­va segue quel­la del 14 feb­braio scor­so, giorno di San Valenti­no, quan­do gli ani­mal­isti man­i­fes­tarono a sor­pre­sa davan­ti ai can­cel­li del cantiere dell’acquario dell’EUR, pres­so la metro EUR Fer­mi. Nel tem­po trascor­so tra i due even­ti sono sta­ti orga­niz­za­ti tavoli infor­ma­tivi e volan­ti­nag­gi per sen­si­bi­liz­zare la cit­tad­i­nan­za al problema.

Ricor­diamo che l’ac­quario andrebbe a ospitare inizial­mente più di 3.000 ani­mali inno­cen­ti e rap­p­re­sen­terebbe una fonte di lucro per diverse soci­età pri­vate (tra cui la Mare Nos­trum Romae srl e la multi­nazionale Mer­lin Enter­tain­ments Group Hold­ing Lim­it­ed). Negli acquari la mor­tal­ità degli ani­mali è altissi­ma, e oltre che di mal­trat­ta­men­to ani­male una strut­tura di questo tipo si ren­derebbe respon­s­abile di un enorme impiego di risorse idriche e del­l’oc­cu­pazione di oltre 13mila metri qua­drati di ter­reno pubblico.

La costruzione di un acquario a Roma vio­la l’ar­ti­co­lo 16 del Rego­la­men­to comu­nale sul­la tutela degli ani­mali (divi­eto di uti­liz­zo totale o parziale di ani­mali in spet­ta­coli o intrat­ten­i­men­ti pub­bli­ci o pri­vati, con o sen­za scopo di lucro).

Sono cinque le asso­ci­azioni ani­mal­iste che si sono da tem­po orga­niz­zate in Coor­di­na­men­to per con­trastare l’apertura del­l’ac­quario del­l’EUR:  LAV, ENPA, OIPA, AVCPP e Ani­mal­isti Italiani.

Ess e pro­pon­gono la ricon­ver­sione del­la strut­tura in Cen­tro di edu­cazione al rispet­to degli ani­mali , anche attra­ver­so la propo­sizione di realtà vir­tu­ali, come per­al­tro prevede­va il prog­et­to iniziale .

Uffi­cio Stam­pa LAV Roma