72° anniversario del terzo bombardamento su Cori

72° anniversario del terzo bombardamento su Cori

10/04/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1939 volte!

BOMBARDAMENTI SECONDA GUERRA MONDIALE A CORI (9)Dopo quel­li di Gen­naio e Feb­braio, un ter­zo dev­as­tante bom­bar­da­men­to si river­sò su Cori la sera del 12 Aprile 1944, in con­tra­da “Colle Nino”, dove furono col­pite le capanne e le tende, rifu­gio di numerose famiglie di sfol­lati. Come emerge dai doc­u­men­ti dell’Archivio Stori­co Comu­nale, sul pos­to giun­sero anche sol­dati tedeschi con un uffi­ciale medico che prestarono i pri­mi soc­cor­si ai fer­i­ti, orga­niz­zan­do il loro trasfer­i­men­to pres­so gli ospedali romani.

Non mancò nep­pure la sol­i­da­ri­età tra i super­sti­ti, sot­to­posti ad una vita di sten­ti e in ricov­eri d’emergenza, esposti agli attac­chi aerei alleati alle colonne tedesche in riti­ra­ta e soprat­tut­to alle scor­ribande delle truppe maroc­chine e alger­ine arruo­late nell’esercito francese, i c.d. gourniers, autor­iz­zate a con­durre ucci­sioni gra­tu­ite, ruberie e vio­len­ze di ogni genere. I momen­ti di pau­ra per la popo­lazione locale si pro­trassero fino alla fine di Mag­gio quan­do, sfon­da­ta la resisten­za tedesca, le truppe alleate entrarono a Cori, mietendo altre vit­time e fer­i­ti gravi.

Il bilan­cio finale del con­flit­to fu di 228 vit­time accer­tate, 13.000 mq. di case dis­trutte, 3.400 mq di case grave­mente dan­neg­giate, 2.000 vani per­du­ti di cui 385 appar­ta­men­ti. In ricor­do di tutte le vit­time civili del­la Sec­on­da Guer­ra Mon­di­ale, l’Amministrazione comu­nale, il 30 Gen­naio 2010, ha aff­is­so una lapi­de com­mem­o­ra­ti­va all’ingresso del Chiostro di Sant’Oliva.

Il 31 Otto­bre 2007 invece, con Decre­to del Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca, su pro­pos­ta del Min­istro dell’Interno, venne con­feri­ta al Comune di Cori la Medaglia d’Argento al Mer­i­to Civile, onori­f­i­cen­za che riconobbe al popo­lo corese ‘un’ammirevole pro­va di gen­eroso spir­i­to di sol­i­da­ri­età, prodi­gan­dosi nel soc­cor­so delle per­sone ferite e nel sosteg­no morale e mate­ri­ale di quan­ti ave­vano bisog­no di aiu­to.’ (Foto: scat­ti del­la Sec­on­da Guer­ra Mon­di­ale a Cori — autori vari — dagli album del grup­po Fb ‘Còri mé bbéglio’).

Con­di­vi­di: