MARINO, COMUNE “CAPORALATO”: PARTE LA DEVASTAZIONE MA IL COMMISSARIO NON RICEVE CITTADINI E ASSOCIAZIONI

MARINO, COMUNE “CAPORALATO”: PARTE LA DEVASTAZIONE MA IL COMMISSARIO NON RICEVE CITTADINI E ASSOCIAZIONI

30/03/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2219 volte!

discarica_falcognana_ardeatina_divino_amore_2MARINO, COMUNE “CAPORALATO”: PARTE LA DEVASTAZIONE MA IL COMMISSARIO NON RICEVE CITTADINI E ASSOCIAZIONI

Ques­ta mat­ti­na, mart­edì 29 mar­zo, alcune decine di cit­ta­di­ni e diver­si comitati/associazioni, si sono recati a “Palaz­zo Colon­na”, per chiedere un incon­tro con il Com­mis­sario Prefet­tizio, dott.ssa Enza Capo­rale.

Dopo l’in­con­tro pub­bli­co del 23 dicem­bre, ci erava­mo las­ciati con il Com­mis­sario che avrebbe stu­di­a­to la situ­azione rel­a­ti­va alle irre­go­lar­ità del prog­et­to di cemen­tifi­cazione del ter­ri­to­rio, che prevede un mil­ione e tre­cen­tomi­la metri cubi di nuove costruzioni e qua­si 15.000 nuovi abi­tan­ti su cir­ca 160 ettari di Agro Romano.

Sarem­mo poi sta­ti nuo­va­mente rice­vu­ti entro i pri­mi di feb­braio per un nuo­vo incon­tro con colei che di fat­to è la “reggente” ammin­is­tra­ti­va del Comune di Mari­no, a segui­to dei noti fat­ti di cor­ruzione – in parte rel­a­tivi pro­prio a ques­tioni urban­is­tiche – che han­no por­ta­to alla cadu­ta del­la prece­dente giun­ta ci den­tro-destra e all’ar­resto del­l’ex sin­da­co.

Nonos­tante nuovi e numerosi sol­leciti for­mali, non abbi­amo rice­vu­to alcu­na rispos­ta e, nel frat­tem­po, sono iniziati i lavori di costruzione per alcu­ni dei 17 palazzi pre­visti nel­l’area verde e arche­o­log­i­ca di “Mugilla”, vici­no le scuole pub­bliche di via Maron­cel­li a S.Maria delle Mole.

Per questo, sta­mat­ti­na ci siamo recati di per­sona per chiedere al Com­mis­sario Prefet­tizio di sospendere i lavori a Mugilla, anche in virtù del fat­to che non si con­tano i ricor­si al TAR pre­sen­tati viste le pale­si irre­go­lar­ità, al di là dei per­me­s­si a costru­ire effet­ti­va­mente rilas­ciati dal­l’ing. Petri­ni, diri­gente comu­nale del­l’Area Urban­is­ti­ca.
Inoltre, vol­e­va­mo chiedere di par­lare con la dott.ssa Capo­rale, in quan­to mas­si­ma rap­p­re­sen­tante isti­tuzionale, e quin­di respon­s­abile in questo momen­to del­l’avvio del prog­et­to spec­u­la­ti­vo data­to 3 agos­to 2011.

Purtrop­po le richi­este uffi­ciali e quel­la odier­na fat­ta di per­sona non han­no sor­ti­to effet­to e la dott.ssa Capo­rale non si è deg­na­ta di uscire dal suo uffi­cio, rite­nen­dosi “offe­sa” dai nos­tri prece­den­ti comu­ni­cati nei quali dichiar­ava­mo che sta­va dan­do segui­to ai sog­ni dei sin­daci suoi pre­de­ces­sori qui a Mari­no.
Rib­a­di­amo tale nos­tra opin­ione, purtrop­po, ma even­tual­mente pote­va smen­tir­la lei di per­sona oggi, aven­done avu­ta l’oc­ca­sione, con­frontan­dosi con le decine di per­sone pre­sen­ti per par­lar­le.
Se avesse stu­di­a­to le carte e ci avesse ricon­vo­ca­to, così come da lei promes­so, prob­a­bil­mente non si sarebbe arrivati ad oggi.
Per oltre due ore siamo sta­ti fuori dal suo uffi­cio nel­la vana atte­sa di ottenere una data per un nuo­vo incon­tro, che aus­pi­cava­mo a breve vista l’ur­gen­za del­la situ­azione e il ritar­do sui tem­pi con­cor­dati insieme a dicem­bre.

Piac­erebbe anche a noi l’idea che con una for­male richi­es­ta scrit­ta si pos­sa ottenere un appun­ta­men­to ma purtrop­po non ha fun­zion­a­to né per oggi né per il prece­dente incon­tro, ottenu­to solo con un’inizia­ti­va sim­i­le a quel­la odier­na.

Nel frat­tem­po le ruspe dei pri­vati spec­u­la­tori van­no avan­ti a Mugilla ed oggi il Com­mis­sario Capo­rale ha fat­to meli­na, come si dice in ger­go calcis­ti­co, speran­do forse di aver­ci scor­ag­giati.

Ma noi qui ci vivi­amo e lot­ti­amo sapen­do bene quali sono i for­ti inter­es­si eco­nomi­ci e politi­ci che ci sono dietro il “Mas­ter­plan del­lo scem­pio”. Evi­den­te­mente chi rifugge il con­fron­to non ha invece le basi per sostenere né l’u­til­ità di un sim­i­le prog­et­to spec­u­la­ti­vo né tan­to meno la sua rego­lar­ità.

Non è bar­ri­can­dosi den­tro una stan­za e sbrai­tan­do con­tro chi chiede­va sola­mente di essere rice­vu­ti che si può pen­sare di chi­ud­ere la ques­tione.

Con­tinuiamo a tenere alta l’at­ten­zione e a pros­eguire la mobil­i­tazione: saba­to 2 aprile dalle ore 10.30 invi­ti­amo tutti/e a parte­ci­pare ad una nuo­va assem­blea pub­bli­ca in piaz­za Togli­at­ti a S.Maria delle Mole, che pre­par­erà le prossime inizia­tive sul ter­ri­to­rio per fer­marne la cemen­tifi­cazione.
Durante l’assem­blea pub­bli­ca rac­coglier­e­mo le firme a sosteg­no di una let­tera da inviare al Prefet­to di Roma, ovvero colui che ha com­mis­sari­a­to il nos­tro Comune facen­do­lo diventare un “capo­rala­to” che sta dan­do i suoi frut­ti: tan­ti bei palazzi nuovi, pro­prio ciò di cui tut­ta la popo­lazione sen­ti­va il bisog­no…

Mari­no, 29 mar­zo 2016
ASSEMBLEA CONTRO LA CEMENTIFICAZIONE — http://stopcemento.noblogs.org