Il Comune di Cori istituzione amica di Toponomastica Femminile  ‘Sulle vie della parità’: Donna Anna Francesca Prosperi Buzi Pecci la nuova proposta di intitolazione odonomastica della scuola media ‘A. Massari’

Il Comune di Cori istituzione amica di Toponomastica Femminile ‘Sulle vie della parità’: Donna Anna Francesca Prosperi Buzi Pecci la nuova proposta di intitolazione odonomastica della scuola media ‘A. Massari’

19/03/2016 0 Di Marco Castaldi

Hits: 9

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2043 volte!

Senza titolo-1Il Comune di Cori diven­ta isti­tuzione ami­ca di Topono­mas­ti­ca Fem­minile. L’Ente lep­ino è ora socio dell’associazione fon­da­ta da Maria Pia Ercol­i­ni, che dal 2012 si bat­te per un ‘riequi­lib­rio di genere’ nelle odono­mas­tiche ital­iane, gra­zie all’iniziativa pro­mossa dal­la ref­er­ente locale del grup­po Loret­ta Cam­pagna e dall’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Cochi.

L’amicizia isti­tuzionale giunge al ter­mine di un pri­mo per­cor­so didat­ti­co di ricer­ca stor­i­ca e geografi­ca sul ter­ri­to­rio di Giu­lianel­lo, volto ad indi­vid­uare e val­oriz­zare donne del paese meritevoli di entrare nel­la topon­imia cit­tad­i­na, che ha coin­volto stu­den­ti e docen­ti delle clas­si IIIE e IIIF del­la scuo­la media ‘Sal­va­tore Mar­che­t­ti’, con il sup­por­to dell’Associazione cul­tur­ale ‘Il Ponte’.

Il loro stu­dio, pre­sen­ta­to lo scor­so anno al Con­cor­so nazionale ‘Sulle vie del­la Par­ità’, si è con­cretiz­za­to l’8 Mar­zo 2016, in occa­sione del­la Fes­ta del­la Don­na, con l’intitolazione di Piaz­za­le Rita Levi Mon­tal­ci­ni e Largo Donne di Giu­lianel­lo, rispet­ti­va­mente nei pres­si dell’impianto sporti­vo giu­lianese e del­la Del­egazione comunale.

La stes­sa inizia­ti­va, accol­ta dall’Istituto Com­pren­si­vo Statale ‘Cesare Chiom­into’, è sta­ta avvi­a­ta anche a Cori all’inizio del nuo­vo anno sco­las­ti­co, col sosteg­no del Con­siglio Gio­vani. Alun­ni ed inseg­nan­ti delle clas­si IIIA e IIIB del­la sec­on­daria infe­ri­ore ‘Ambro­gio Mas­sari’ han­no con­dot­to la loro indagine, iscrit­ta all’edizione 2015/2016 del Con­cor­so nazionale ‘Sulle vie del­la Par­ità’.

Il prog­et­to ha indi­vid­u­a­to un’altra grande figu­ra fem­minile corese, deg­na di rimanere impres­sa nel­la memo­ria col­let­ti­va con l’intestazione di uno spazio pub­bli­co. Si trat­ta di Don­na Anna Francesca Pros­peri Buzi Pec­ci, sposa del con­te Ludovi­co Pec­ci e madre di Papa Leone XIII, nata a Cori il 25 Dicem­bre 1772, da una nobile famiglia res­i­dente a Palaz­zo Pros­peri Buzi, oggi sede del­la Bib­liote­ca civica.

Oltre ad aver dato alla luce il Pon­tefice dell’enciclica ‘Rerum Novarum’, i gio­vani ricer­ca­tori han­no indi­vid­u­a­to altre carat­ter­is­tiche meritevoli di essere ricor­date come esem­pio per le per­sone di oggi e di domani. Grande cul­tura, dedi­zione alla famiglia, devozione reli­giosa, cor­ag­gio e gen­erosità. Con il suo all­e­va­men­to di bachi da seta anticipò l’odierna don­na impren­ditrice ed opera­ia. Morì il 5 Agos­to 1824, a soli 51 anni.