Rieti Virtuosa: Si sbracciano per la provincia, mentre svuotano la Provincia

Rieti Virtuosa: Si sbracciano per la provincia, mentre svuotano la Provincia

16/03/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3895 volte!

RietiSi sbrac­ciano per la provin­cia, men­tre svuotano la Provin­cia

L’Amministrazione appli­ca la mod­i­fi­ca Cos­ti­tuzionale anzi-tem­po: chi si occu­perà di strade, scuole e ambi­ente?

Strade e scuole abban­do­nate, impat­ti ambi­en­tali che met­tono a ris­chio la vita e la salute delle per­sone, imp­rese a ris­chio chiusura.

E’ questo il quadro cat­a­strofi­co in cui rischia di trovar­si il nos­tro ter­ri­to­rio provin­ciale per tramite del riordi­no isti­tuzionale delle Province attua­to con Delib­er­azione 23 feb­braio 2016, n.56 dal­la Regione Lazio (BURL N.8 del 03/03/2016), in ottem­per­an­za alla Legge Del­Rio.

Infat­ti nonos­tante ques­ta Delib­er­azione dovesse attuare uni­ca­mente la ricol­lo­cazione nelle strut­ture region­ali dei dipen­den­ti provin­ciali “in sopran­nu­mero” e che svol­gevano “fun­zioni non fon­da­men­tali”, per quan­to riguar­da Rieti ven­gono asseg­nati alle strut­ture region­ali ben tre Diri­gen­ti e diver­si fun­zionari che svol­gevano “fun­zioni fon­da­men­tali” (Ambi­ente, Scuo­la e Via­bil­ità) cos­ti­tuzional­mente deman­date alla Provin­cia.

Pre­oc­cu­pante è anche che tut­to ciò sem­br­erebbe sia sta­to stu­di­a­to a tavoli­no, vis­to che nelle altre Regioni il riordi­no è avvenu­to molto pri­ma del­la fine del 2015. E non può essere un caso che dei 9 Diri­gen­ti ricol­lo­cati in mobil­ità dalle cinque Province nelle strut­ture del­la Regione, ben 5 appartengano alla Provin­cia di Rieti; così, men­tre nelle altre quat­tro Province del Lazio le fun­zioni fon­da­men­tali riman­gono pre­sidi­ate, a Rieti risul­tano tutte scop­erte. E che tut­to questo avven­ga non appe­na il sabi­no Refrigeri diven­ta asses­sore agli Enti Locali.

Né si può con­sid­er­are questo un “inci­dente”, se si con­sid­era che da tem­po diri­gen­ti asseg­nati a queste fun­zioni fon­da­men­tali, ven­gono invece impeg­nati in ATO3, una delle “scat­ole vuote” Provin­ciali cui la polit­i­ca provin­ciale sem­bra esser­si ded­i­ca­ta.

La situ­azione è quin­di gravis­si­ma e ci sem­bra ci siano gli estre­mi per inter­ruzione di pub­bli­co servizio: non c’è per­son­ale suf­fi­ciente a garan­tire la manuten­zione di strade e scuole (lo sgombero del­la neve e le cadute di intona­co sono le più evi­den­ti delle crit­ic­ità emerse), e se un’impresa si dovesse recare all’ufficio ambi­ente del­la Provin­cia per richiedere un’autorizzazione non tro­verebbe nes­suno, con il ris­chio di non pot­er più oper­are.

Quin­di la classe polit­i­ca provin­ciale, men­tre in rispos­ta alla inizia­ti­va di Rieti Vir­tu­osa per l’aggregazione del nos­tro ter­ri­to­rio all’Umbria procla­ma come pri­or­ità il man­tenere a tut­ti i costi uni­to il ter­ri­to­rio provin­ciale, nel frat­tem­po essa stes­sa si adopera per sman­tel­lare le fun­zioni del­la Provin­cia di Rieti con sette mesi di anticipo rispet­to al ref­er­en­dum di otto­bre sul­la rifor­ma Cos­ti­tuzionale (che non è det­to che pas­si).

Movi­men­to Civi­co Rieti Vir­tu­osa
email: rietivirtuosa@gmail.com
web: www.rietivirtuosa.it

face­book: https://www.facebook.com/rietivirtuosa

Con­di­vi­di:
error0