REGIONE, URBANISTICA: M5S LAZIO: TESTO PROPOSTO DA GIUNTA TOGLIE DIRITTI AI CITTADINI E SUPERFICI ALL’USO PUBBLICO

REGIONE, URBANISTICA: M5S LAZIO: TESTO PROPOSTO DA GIUNTA TOGLIE DIRITTI AI CITTADINI E SUPERFICI ALL’USO PUBBLICO

16/03/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2486 volte!

13503756-cantiere-sicurezza-attrezzature-pimus-ponteggi-lavoroREGIONE, URBANISTICA: M5S LAZIO: TESTO PROPOSTO DA GIUNTA TOGLIE DIRITTI AI CITTADINI E SUPERFICI ALL’USO PUBBLICO

Il testo uni­co sull’urbanistica è l’ennesimo scem­pio di ques­ta giun­ta, un’altra legge anti­qua­ta che usa parole ten­den­ziose e false per sot­trarre dirit­ti ai cit­ta­di­ni e super­fi­ci all’uso pub­bli­co. 89 arti­coli che non garan­tis­cono sosteni­bil­ità e tutela del ter­ri­to­rio e del pae­sag­gio, che con­cepis­cono lo svilup­po urbano solo attra­ver­so la cemen­tifi­cazione e che con­tin­u­ano a pre­mi­are i costrut­tori. La mag­gio­ran­za nelle ultime ore si è sper­ti­ca­ta nel­l’en­co­mi­are la sezione del­la legge ded­i­ca­ta alla lot­ta al con­sumo di suo­lo, pec­ca­to che ques­ta sia solo pro­pa­gan­da, vis­to che il testo non prevede cogen­za e obbli­ga­to­ri­età e arti­coli suc­ces­sivi ren­dono inutile quan­to affer­ma­to nel­la pri­ma parte.

Il metro cubo, inoltre, con la dec­li­nazione del ter­mine ‘com­pen­sazione’ si trasfor­ma in mon­e­ta sonante a dis­po­sizione dei costrut­tori e in prob­le­mi di bilan­cio per i comu­ni che dovran­no sod­dis­fare le richi­este di mon­e­tiz­zazione delle aree. Una legge vera­mente ben fat­ta avrebbe riv­is­to il con­cet­to di com­pen­sazione for­nen­do i comu­ni di stru­men­ti per ritornare in pos­ses­so di aree oggi anco­ra ver­di piut­tosto che dover pagare o ved­er­le cemen­tifi­care sen­za pot­er far nul­la.

Una legge che inzep­perà cit­tà a pae­si, abbas­san­do le dis­tanze min­ime tra gli edi­fi­ci e aumen­tan­do la super­fi­cie edi­fi­ca­bile spro­porzion­ata­mente rispet­to a quel­la des­ti­na­ta agli stan­dard urban­is­ti­ci, come aree ver­di e servizi pub­bli­ci.

Ques­ta legge inglo­ba il ver­gog­noso Piano Casa Polveri­ni-Zin­garet­ti che da provved­i­men­to tem­po­ra­neo diven­ta una nor­ma sta­bile del­la regione Lazio, per­pet­uan­do gli obbro­bri inclusi in quel­la legge e con­tro la cui approvazione ci siamo dura­mente bat­tuti in aula.

Se questo testo è la pro­pos­ta migliore che è rius­ci­ta a for­mu­la­re la Giun­ta con l’aiuto di una com­mis­sione di esper­ti cre­a­ta ad hoc è evi­dente che la polit­i­ca non la vuole smet­tere di approf­ittarsene del ter­ri­to­rio.

 Noi fare­mo quan­to in nos­tro potere per osta­co­lare l’ennesima manovra di Zin­garet­ti e del PD per avvan­tag­gia­re gli spec­u­la­tori a dan­no dei cit­ta­di­ni e del ter­ri­to­rio del Lazio.

Grup­po Con­sil­iare M5S Regione Lazio

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20