Fara in Sabina: nasce l’associazione “Fara futura”

Fara in Sabina: nasce l’associazione “Fara futura”

16/03/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4748 volte!

fara in sabina monasteroFara in Sabi­na. Nasce l’associazione “Fara futu­ra”. A darne l’annuncio sono i fonda­tori: Rober­ta Cuneo, Margheri­ta Venier, Pier­lui­gi Sil­vestri.

«Siamo con­vin­ti che Fara in Sabi­na – dichiara­no i quat­tro – pos­sa coni­u­gare lo svilup­po eco­nom­i­co all’inclusione sociale, l’innovazione alla for­mazione e alla parte­ci­pazione, dotan­dosi di tut­ti gli stru­men­ti nec­es­sari per garan­tire sem­pre di più la cresci­ta di una cit­tà che sia il luo­go dove le per­sone abi­tano, lavo­ra­no, cre­ano oppor­tu­nità, spendono il loro tem­po libero e, dunque, costru­is­cono le loro vite. Per questo moti­vo abbi­amo deciso di cos­ti­tuir­ci in asso­ci­azione e met­tere nero su bian­co un doc­u­men­to pro­gram­mati­co ispi­ra­to dal­la visione di Fara in Sabi­na tra dieci anni. Idee chiare per prog­et­ti defin­i­ti, imme­di­ata­mente cantier­abili. Ci riv­ol­giamo alla soci­età civile, a tutte quelle per­sone che amano Fara in Sabi­na ed han­no voglia di impeg­nar­si per la comu­nità, al di fuori delle orga­niz­zazioni di par­ti­to, ormai tut­ti in cron­i­ca crisi di iden­tità. Su queste basi ci aus­pichi­amo di rac­cogliere il più ampio con­sen­so in cit­tà.

«Dell’attuale sin­da­co Davide Basil­i­ca­ta – con­cludono da Fara futu­ra – apprezzi­amo la polit­i­ca traspar­ente, cor­ret­ta e scevra da inter­es­si par­ti­co­lari. Gli riconos­ci­amo il mer­i­to di aver pos­to le basi per la Fara del futuro, in gra­do di affrontare al meglio le sfide del nuo­vo mil­len­nio. Sul­la con­di­vi­sione di questi prin­cipi e dei nos­tri pun­ti pro­gram­mati­ci, insieme a Davide creiamo un’alleanza prote­sa alla costruzione di una nuo­va idea di cit­tà alla quale vogliamo con­tribuire fat­ti­va­mente. Per questo sare­mo al suo fian­co all’apertura del­la cam­pagna elet­torale».

Per met­ter­si in con­tat­to con l’associazione si può scri­vere all’indirizzo di pos­ta elet­tron­i­ca farafutura@gmail.com