Carosello Storico dei Rioni di Cori 2016: concorso per la realizzazione del Palio in onore di Sant’Oliva

Carosello Storico dei Rioni di Cori 2016: concorso per la realizzazione del Palio in onore di Sant’Oliva

13/03/2016 0 Di Marco Castaldi

Hits: 3

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1537 volte!

CONCORSO CAROSELLO STORICO 2016L’Ente Carosel­lo, allo scopo di incen­ti­vare ed incor­ag­gia­re la ricer­ca artis­ti­ca e la conoscen­za delle tradizioni e del­la cul­tura di Cori, in occa­sione dell’edizione 2016 del Carosel­lo Stori­co dei Rioni di Cori, ha ban­di­to un con­cor­so per la real­iz­zazione del Palio di Sant’Oliva, men­tre la real­iz­zazione del Palio del­la Madon­na del Soc­cor­so sarà affi­da­ta diret­ta­mente. Ai vinci­tori ver­rà com­mis­sion­a­ta la real­iz­zazione defin­i­ti­va del Palio che dovrà essere con­seg­na­to indero­ga­bil­mente entro il 4 Mag­gio 2016 per per­me­t­tere all’opera di sfi­lare nel­la pro­ces­sione voti­va del­la fes­ta in onore del­la SS. Madon­na del Soccorso.

I con­cor­ren­ti inter­es­sati dovran­no pre­sentare dei “car­toni” fini­ti, che rap­p­re­sen­ter­an­no, nelle linee defin­i­tive, le pro­poste prog­et­tuali. Il “car­tone” dovrà avere le dimen­sioni di cm 27×67 cir­ca, tenen­do pre­sente comunque che i palii avran­no la dimen­sione finale di cm 80×200. Su ogni “car­tone” ver­rà rap­p­re­sen­ta­ta una sola pro­pos­ta che dovrà com­pren­dere degli ele­men­ti non sec­on­dari che ren­dano chiara la ded­i­ca del Palio a Sant’Oliva.

L’Ente ha stanzi­a­to come con­trib­u­to di rim­bor­so spese, la som­ma di € 1.000,00 per cias­cun Palio. I lavori rel­a­tivi dovran­no per­venire pres­so l’Ufficio Pro­to­col­lo del Comune di Cori, entro le ore 12,00 del 21 Mar­zo 2016, con indi­ca­to: “Con­cor­so Palio di Sant’Oliva 2016”. Gli elab­o­rati dovran­no per­venire a cura, spese e ris­chio dei con­cor­ren­ti, chiusi in pli­co sig­illa­to e con­trasseg­na­to dal mot­to scel­to. Cias­cu­na pro­pos­ta, dis­tin­ta dal mot­to, non dovrà riportare alcu­na fir­ma, né indi­cazioni rel­a­tive alle gen­er­al­ità dell’autore. Il mot­to dovrà essere ripetu­to su cias­cu­na pro­pos­ta. In bus­ta a parte, deb­ita­mente sig­illa­ta, con ripor­ta­to all’esterno lo stes­so mot­to e l’oggetto del con­cor­so, sarà con­tenu­ta una sche­da con il mot­to del prog­et­to, nome, cog­nome, ind­i­riz­zo del con­cor­rente nonché uno scrit­to che illus­tri le tec­niche pit­toriche utilizzate.

La Com­mis­sione sarà com­pos­ta da esper­ti e il giudizio espres­so dal­la stes­sa sarà insin­da­ca­bile. I lavori saran­no pat­ri­mo­nio dell’Ente e potran­no essere uti­liz­za­ti o mod­i­fi­cati in qual­si­asi momen­to sen­za che l’autore pos­sa accam­pare nes­sun dirit­to. Gli elab­o­rati scelti potran­no essere ogget­to del­la real­iz­zazione di una cartel­la che potrà essere uti­liz­za­ta dall’Ente come mate­ri­ale uffi­ciale di pre­sen­tazione e pro­mozione. Per infor­mazioni: 333 77 89 442 e http://www.paliodicori.it/