Giulianello di Cori: Festa della Donna all’insegna dell’intitolazione di due spazi pubblici a Rita Levi Montalcini e alle Donne di Giulianello

Giulianello di Cori: Festa della Donna all’insegna dell’intitolazione di due spazi pubblici a Rita Levi Montalcini e alle Donne di Giulianello

06/03/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2276 volte!

ACUNI MOMENTI DELLA MONTALCINI A CORI E GIULIANELLO (3)Mart­edì 8 Mar­zo, in occa­sione del­la Fes­ta del­la Don­na, a Giu­lianel­lo ver­ran­no inti­to­lati due spazi pub­bli­ci, a Rita Levi Mon­tal­ci­ni e alle Donne di Giu­lianel­lo. L’appuntamento è alle ore 10:15 pres­so l’impianto sporti­vo di Colle Pescara, per la cer­i­mo­nia di inti­to­lazione del Largo Rita Levi Mon­tal­ci­ni, e alle ore 10:40, davan­ti alla Del­egazione Comu­nale per l’inaugurazione del Largo Donne di Giu­lianel­lo. Le stesse di esi­bi­ran­no poi nel­la sala polifun­zionale del cen­tro socio cul­tur­ale ‘Il Ponte’.

L’inserimento delle Cantri­ci giu­liane­si e di Rita Levi Mon­tal­ci­ni nel­la topono­mas­ti­ca fem­minile del bor­go, con­cretiz­za­to dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cori, Chiara Cochi, rap­p­re­sen­ta il cul­mine di un per­cor­so didat­ti­co di ricer­ca stor­i­ca e geografi­ca sul ter­ri­to­rio volto ad indi­vid­uare e val­oriz­zare donne del paese meritevoli di entrare nel­la topon­imia cit­tad­i­na, che ha coin­volto stu­den­ti e docen­ti delle clas­si III E ed F del­la scuo­la media ‘Sal­va­tore Mar­che­t­ti’.

L’indagine è sta­ta real­iz­za­ta lo scor­so anno nell’ambito del II Con­cor­so Nazionale ‘Sulle vie del­la Par­ità’, indet­to da ‘Topono­mas­ti­ca Fem­minile’, grup­po fonda­to da Maria Pia Ercol­i­ni, che dal 2012 si bat­te per un ‘riequi­lib­rio di genere’ nelle topono­mas­tiche ital­iane, che tro­va in Loret­ta Cam­pagna la sua ref­er­ente locale, e da FNISM – Fed­er­azione Ital­iana degli Inseg­nan­ti – patro­ci­na­to, tra gli altri, dal Sen­a­to del­la Repub­bli­ca Ital­iana e dal Comune di Cori.

donne di giulianello2Le moti­vazioni sono state esplic­i­tate dagli stes­si grup­pi di lavoro. Alle Cantri­ci si deve il sig­ni­fica­ti­vo con­trib­u­to dato al recu­pero e al man­ten­i­men­to di una tradizione anti­ca, carat­ter­iz­zante il vis­su­to del­la comu­nità rurale di Giu­lianel­lo. I loro can­ti popo­lari, in specie quel­lo del­la Pas­sione, riman­dano al duro lavoro dei campi, fonte di sos­ten­ta­men­to e ban­co di pro­va per la forza, la tena­cia, la gen­erosità delle donne di Giu­lianel­lo.

Il Pre­mio Nobel per la Med­i­c­i­na (1986) Rita Levi Mon­tal­ci­ni (Tori­no, 22 Aprile 1909 – Roma, 30 Dicem­bre 2012) invece, cit­tad­i­na ono­raria di Cori dal 3 Novem­bre 2007, è sta­ta scelta per l’alto con­trib­u­to sci­en­tifi­co e umano dato al pro­gres­so del­la soci­età, in par­ti­co­lare per aver ono­ra­to Giu­lianel­lo del­la sua disc­re­ta ma illus­tre pre­sen­za. Qui trascor­re­va le sue vacanze, nel­la casa di cam­pagna imm­er­sa nel carat­ter­is­ti­co pae­sag­gio giu­lianese di cui era rimas­ta affas­ci­na­ta.