Cori: consegnati gli attestati ai partecipanti al corso di formazione sui Bisogni Educativi Speciali

Cori: consegnati gli attestati ai partecipanti al corso di formazione sui Bisogni Educativi Speciali

03/03/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3118 volte!

PARTECIPANTI CORSO BESSi è con­clu­so con la con­seg­na degli attes­ta­ti di parte­ci­pazione il cor­so di for­mazione sul tema dei ‘Bisog­ni Educa­tivi Spe­ciali’ – BES – orga­niz­za­to dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori ed accolto dall’Istituto Com­pren­si­vo Statale ‘Cesare Chiom­into’. Vi han­no pre­so parte 59 inseg­nan­ti delle scuole dell’Infanzia, Pri­maria e Sec­on­daria di I gra­do di Cori e Giu­lianel­lo.

Mer­coledì pomerig­gio la cer­i­mo­nia finale pres­so la ‘V. Lau­ri­en­ti’. Era­no pre­sen­ti l’Ass.re alle Politiche Sociali Chiara Cochi e il Diri­gente sco­las­ti­co, il dott. Lui­gi Fabozzi, che ha ringrazi­a­to l’assessore per la costante atten­zione che l’Amministrazione comu­nale ris­er­va alla scuo­la. La psi­colo­ga del Servizio di Inte­grazione Sco­las­ti­ca del Comune di Cori, la dott.ssa Viviana Vet­traino, che ha tenu­to le lezioni, e la Respon­s­abile dei Servizi Sociali, la dott.ssa Rober­ta Berrè.

Il prog­et­to rien­tra­va nelle inizia­tive riv­olte ai docen­ti per l’aggiornamento e la conoscen­za di alcune tem­atiche ril­e­van­ti per lo svol­gi­men­to del loro lavoro quo­tid­i­ano. La for­mazione sui Bisog­ni Educa­tivi Spe­ciali ha offer­to stru­men­ti utili ed effi­caci per miglio­rare l’approccio al sin­go­lo alun­no sec­on­do le diverse e per­son­ali carat­ter­is­tiche, attuan­do il prin­ci­pio del­la per­son­al­iz­zazione dell’insegnamento sanci­to già dal­la Legge 53/2003 ed oggi meglio defini­to nel­la diret­ti­va min­is­te­ri­ale del 27/12/2012: ‘Stru­men­ti d’intervento per alun­ni con bisog­ni educa­tivi spe­ciali e orga­niz­zazione ter­ri­to­ri­ale per l’inclusione scolastica’.

CHIARA COCHI - VIVIANA VETTRAINO - LUIGI FABOZZINel­la realtà odier­na infat­ti si con­sta­ta che in ogni classe ci sono ragazzi che pre­sen­tano Bisog­ni Educa­tivi Spe­ciali attribuibili a diverse moti­vazioni: svan­tag­gio sociale e cul­tur­ale, dis­tur­bi speci­fi­ci di apprendi­men­to e/o evo­lu­tivi, dif­fi­coltà derivan­ti dal­la non conoscen­za del­la cul­tura e del­la lin­gua ital­iana. In ogni caso a cos­toro deve essere assi­cu­ra­ta la nec­es­saria e par­ti­co­lare atten­zione, per garan­tirne l’effettiva inclu­sione sco­las­ti­ca e il suc­ces­so formativo.

Le gior­nate di stu­dio sui BES – Bisog­ni Educa­tivi Spe­ciali – con­fer­mano la rin­no­va­ta col­lab­o­razione tra l’Amministrazione comu­nale, i Servizi Sociali e gli isti­tu­ti sco­las­ti­ci del ter­ri­to­rio. Un rap­por­to che si evolverà ulte­ri­or­mente con altri momen­ti for­ma­tivi a cura dei pro­fes­sion­isti che oper­a­no pres­so il Comune di Cori, e riv­olti sia agli stu­den­ti che ai loro edu­ca­tori: a breve inizierà il ciclo di appro­fondi­men­to e for­mazione sul Dis­tur­bo del­lo Spet­tro Autis­ti­co.