Giulianello di Cori: ‘Smemorie’ prosegue con la presentazione del libro ‘L’eccidio di Roccagorga’. Domenica 6 Marzo, alle ore 17, presso la Delegazione Comunale. Sarà presente l’autrice Eleonora Piccaro e l’editore Dario Petti

Giulianello di Cori: ‘Smemorie’ prosegue con la presentazione del libro ‘L’eccidio di Roccagorga’. Domenica 6 Marzo, alle ore 17, presso la Delegazione Comunale. Sarà presente l’autrice Eleonora Piccaro e l’editore Dario Petti

02/03/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1928 volte!

ELEONORA PICCARODopo l’incontro con Ester Riz­zo, che ha rac­con­ta­to le vicende delle donne vit­time del tragi­co rogo di New York, che il 25 Mar­zo 1911 divorò la fab­bri­ca di cam­icette alla moda Tri­an­gle Waist Com­pa­ny, la rasseg­na di scrit­ture al fem­minileSmem­o­rie’, nata dal­la col­lab­o­razione tra le asso­ci­azioni ‘Il Ponte’, ‘La Stazione’ e ‘Topono­mas­ti­ca Fem­minile’, con la parte­ci­pazione dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori, pro­pone un altro appun­ta­men­to con la Storia.

Domeni­ca 6 Mar­zo, alle ore 17:00, a Giu­lianel­lo di Cori, pres­so la Del­egazione Comu­nale, ver­rà pre­sen­ta­to il libro ‘L’eccidio di Roccagor­ga’ (Atlantide Edi­tore), scrit­to da Eleono­ra Pic­caro che sull’argomento ha ste­so anche la sua tesi di lau­rea in sto­ria con­tem­po­ranea alla Facoltà di Soci­olo­gia pres­so l’Università La Sapien­za di Roma. Insieme all’autrice inter­ver­rà lo scrit­tore ed edi­tore Dario Pet­ti, già autore di diverse opere su impor­tan­ti fat­ti stori­ci locali.

Sec­on­do Anto­nio Gram­sci se la scin­til­la da cui divam­pò la ‘Set­ti­mana rossa’ del Giug­no 1914 si ebbe ad Ancona, “l’origine reale fu l’Eccidio di Roccagor­ga, tipi­ca­mente ‘merid­ionale’, e che si trat­ta­va di oppor­si alla polit­i­ca tradizionale di Giolit­ti, ma anche di tut­ti gli altri par­ti­ti, di pas­sare imme­di­ata­mente per le armi i con­ta­di­ni merid­ion­ali che elevassero anche una protes­ta paci­fi­ca con­tro il mal­go­v­er­no e le cat­tive Ammin­is­trazioni di tut­ti i gov­erni”.

Il 6 Gen­naio 1913 a Roccagor­ga, durante una man­i­fes­tazione di con­ta­di­ni con­tro la cat­ti­va ammin­is­trazione comu­nale, l’esercito aprì il fuo­co cau­san­do la morte di sette per­sone, tra cui due donne e un bam­bi­no, e il fer­i­men­to di altre quar­an­ta. Il gio­vane diret­tore dell’“Avanti!” Ben­i­to Mus­soli­ni per set­ti­mane dedicò alla trage­dia roc­chi­giana inchi­este, arti­coli e titoli mem­o­ra­bili: uno di questi, ‘Assas­sinio di Sta­to’, gli costerà un proces­so a Milano.

Eleono­ra Pic­caro ricostru­isce gli even­ti che si svilup­parono tra il 1913 e il 1922, seguen­do le vicende di tut­ti i pro­tag­o­nisti, attra­ver­so doc­u­men­ti degli archivi giudiziari, del­la polizia e del­la stam­pa dell’epoca. Una pag­i­na stor­i­ca sig­ni­fica­ti­va per il movi­men­to con­tadi­no e operaio ital­iano, che fece luce sulle dure con­dizioni di vita dei brac­cianti del bas­so Lazio e che cam­biò per sem­pre l’identità polit­i­ca del pic­co­lo paese lepino.