Guidonia, Domenico De Vincenzi (Pd): “La Città ostaggio del centrodestra. Il sindaco Rubeis si dimetta”

Guidonia, Domenico De Vincenzi (Pd): “La Città ostaggio del centrodestra. Il sindaco Rubeis si dimetta”

25/02/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1879 volte!

Domenico De Vincenzi

Domeni­co De Vin­cen­zi

Guido­nia, Domeni­co De Vin­cen­zi (Pd): “La Cit­tà ostag­gio del cen­trode­stra. Il sin­da­co Rubeis si dimet­ta”

 
GUIDONIA — “Da oggi, per votare a Guido­nia Mon­te­celio, bisogn­erà atten­dere il 2017. Il cen­trode­stra, che gov­er­na la nos­tra Cit­tà non ha, infat­ti, volu­to sciogliere il Con­siglio comu­nale. Non è sta­to suf­fi­ciente avere il Sin­da­co agli arresti domi­cil­iari, da luglio 2015, la bom­ba con­tro l’au­to­mo­bile del­l’ad­det­ta stam­pa, le per­cosse subite da un con­sigliere comu­nale, le dimis­sioni di diver­si asses­sori, il molti­pli­car­si delle inchi­este giudiziarie, i pareri dell’ Anac, i pro­ces­si in cor­so per asso­ci­azione a delin­quere, per con­vin­cere i con­siglieri del cen­trode­stra a lib­er­are il cam­po e tornare a nuove elezioni. Cos’al­tro deve suc­cedere per chi­ud­ere defin­i­ti­va­mente una fase in cui avven­i­men­ti di stam­po crim­i­nale sem­bra­no prevalere sul­la azione di gov­er­no per con­dizionare le scelte e il futuro del­la Cit­tà? Nel 2014 han­no vin­to le elezioni, ma a quale prez­zo? Per ottenere quel risul­ta­to han­no usato tut­ti i mezzi. Oggi, però, non sono più in gra­do di gestire il mostro che han­no cre­ato. Il Comune e’ sul­l’or­lo del dis­as­tro eco­nom­i­co e finanziario e non può essere “munto” ulte­ri­or­mente . È ora che tut­to questo finis­ca. Rubeis liberi la Cit­tà e si dimet­ta, dal momen­to che non lo fan­no i suoi con­siglieri”. È quan­to dichiara, in una nota, Domeni­co De Vin­cen­zi, con­sigliere comu­nale del Pd.
Con­di­vi­di:
error0