Giulianello di Cori: la nuova rassegna di scritture al femminile ‘Smemorie’ debutta con la presentazione del libro di Ester Rizzo ‘Camicette bianche. Oltre l’8 Marzo’

Giulianello di Cori: la nuova rassegna di scritture al femminile ‘Smemorie’ debutta con la presentazione del libro di Ester Rizzo ‘Camicette bianche. Oltre l’8 Marzo’

23/02/2016 0 Di Marco Castaldi

Hits: 7

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2845 volte!

SMEMORIE - LOCANDINAIl 25 Mar­zo 1911 bru­ciò la Tri­an­gle Waist Com­pa­ny a New York City, una fab­bri­ca di cam­icette alla moda. Nell’incendio morirono 146 per­sone di cui 126 donne, 38 ital­iane. Il rogo è tra i tragi­ci avven­i­men­ti che si com­mem­o­ra­no per la gior­na­ta inter­nazionale del­la don­na. Un libro rac­con­ta, per la pri­ma vol­ta in Italia, tutte le vit­time dell’incendio e ricostru­isce il con­testo stori­co. Un testo per riflet­tere su dirit­ti dei lavo­ra­tori, donne, migrazioni, memo­ria. Un invi­to a recu­per­are il vero spir­i­to del­la gior­na­ta inter­nazionale del­la don­na e andare oltre l’8 Marzo.

Domeni­ca 28 Feb­braio, pres­so il cen­tro socio cul­tur­ale ‘Il Ponte’ di Giu­lianel­lo, debut­ta ‘Smem­o­rie’, la nuo­va rasseg­na di scrit­ture al fem­minile nata dal­la col­lab­o­razione tra le asso­ci­azioni ‘Il Ponte’, ‘La Stazione’ e ‘Topono­mas­ti­ca Fem­minile’, con la parte­ci­pazione dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori. Alle ore 11:00 ver­rà pre­sen­ta­to il libro di Ester Riz­zo, ‘Cam­icette bianche. Oltre l’8 Mar­zo’ (Navar­ra Edi­tore). Sarà pre­sente l’autrice; l’Ass.re alle Politiche Sociali, Chiara Cochi; la scrit­trice Livia Capas­so; Maria Pia Ercol­i­ni, Pres­i­dente di Topono­mas­ti­ca Fem­minile, e la ref­er­ente locale di ques­ta asso­ci­azione nazionale, Loret­ta Campagna.

‘Cam­icette Bianche’ è il rac­con­to di pic­cole sto­rie di donne migranti di un sec­o­lo fa ver­so l’America. Queste donne par­tirono per las­cia­r­si alle spalle terre povere e avare, fame, sten­ti, frus­trazioni e sfrut­ta­men­to. Il nuo­vo con­ti­nente rap­p­re­sen­ta­va la panacea di tut­ti i mali, l’approdo sicuro per rag­giun­gere l’obiettivo di una vita dig­ni­tosa per sé e per i pro­pri cari. E per con­quistare tut­to ciò affrontarono pau­re e dis­a­gi di un viag­gio periglioso. ‘Cam­icette Bianche’ è in par­ti­co­lare il rac­con­to di sto­rie indi­vid­u­ali che rischi­a­vano di essere fagoc­i­tate dal­la “Sto­ria maius­co­la” dell’emigrazione avvenu­ta nel sud Italia e che vide tra il 1876 e il 1925 un mil­ione e mez­zo di merid­ion­ali attra­ver­sare l’oceano per giun­gere a “La Mer­i­ca”. È il rac­con­to di donne che, arrivate a New York, trovarono lavoro pres­so la Tri­an­gle e, anche se spes­so sfrut­tate e sot­top­a­gate, era­no con­tente di aver acquisi­to l’indipendenza eco­nom­i­ca e di pot­er prog­ettare una vita futura.

Con­fezion­a­vano cam­i­cie al set­ti­mo, otta­vo e nono piano dell’Ash Build­ing in Wash­ing­ton Place. Ogni mat­ti­na, alle sette in pun­to, entra­vano in fab­bri­ca, pren­de­vano pos­to alle mac­chine da cucire e, chine, lavo­ra­vano fino alle cinque del pomerig­gio. E fu così anche il 25 Mar­zo 1911, alle 16:30, men­tre la gior­na­ta lavo­ra­ti­va vol­ge­va al ter­mine, all’ottavo piano si spri­gionò un incen­dio. Fu un atti­mo e le fiamme iniziarono a divo­rare ogni cosa, met­ten­do fine alla vita di 146 per­sone, di cui 129 donne. Alcune morirono bru­ci­ate o sof­fo­cate; altre furono costrette a get­tar­si dalle finestre del gratta­cielo per sfug­gire al fuo­co. Ques­ta sto­ria è rimas­ta nel­la memo­ria col­let­ti­va fino ad oggi, ma le indi­vid­u­al­ità di quelle donne sono rimaste cop­erte per più di 100 anni dal­la cenere dell’oblio. In ‘Cam­icette Bianche’, gra­zie ad un’attenta ricer­ca, si è ricostru­i­ta l’identità delle 38 vit­time ital­iane: 24 era­no sicil­iane, 5 pugliesi, 2 lucane e 1 cam­pana. Gra­zie alla col­lab­o­razione di tante altre donne sono sta­ti recu­perati gli atti di nasci­ta dai reg­istri orig­i­nali dell’Anagrafe e così si sono potute rac­con­tare le loro storie.

La rasseg­na di scrit­ture ‘Smem­o­rie’ pros­eguirà il mese prossi­mo, sem­pre a Giu­lianel­lo, con altri due appun­ta­men­ti in pro­gram­ma. Il 6 Mar­zo alle ore 17:00, in piaz­za­le XI Set­tem­bre, Eleono­ra Pic­caro pre­sen­terà il suo libro ‘L’eccidio di Roccagor­ga’. Il 23 Mar­zo invece, alle ore 17:00 nel­la Sala Let­tura ‘Gian­lu­ca Canale’, toc­cherà a Romi­na Vin­ci e Fab­rizio Lorus­so pre­sentare il loro libro ‘La Fame di Haiti.’