“M’illumino di meno” a Grottaferrata

“M’illumino di meno” a Grottaferrata

20/02/2016 0 Di Federico Ghera

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 5465 volte!

milluminodimenoper_il_sitoooooIl 19 feb­braio si è spen­ta per un’ora l’illuminazione del­la sede Comu­nale e di altri luoghi simbolici.

Si è cel­e­bra­ta ieri, 19 feb­braio 2016, la dodices­i­ma edi­zione di “M’illumino di Meno”, inizia­ti­va di stam­po nazionale, nata per la sen­si­bi­liz­zazione sul tema del risparmio ener­geti­co. Per questo moti­vo, l’Amministrazione comu­nale di Grotta­fer­ra­ta ha approva­to la Mozione n. 30307 del 29.9.2015, pre­sen­ta­ta dai Con­siglieri de La Cit­tà al Gov­er­no, che prevede il “silen­zio ener­geti­co”: dalle ore 18 alle 19 è sta­ta spen­ta l’illuminazione delle due sedi comu­nali, Palaz­zo Con­soli e Palaz­zo Gut­ter, per ricor­dare alla Cit­tad­i­nan­za l’importanza di ridurre quan­do più pos­si­bile i consumi.

Sono restate in fun­zione le luci degli Uffi­ci nec­es­sari all’e­s­ple­ta­men­to delle attiv­ità istituzionali.

L’iniziativa, pro­mossa dal­la trasmis­sione radio­fon­i­ca RAI CATERPILLAR, intende da sem­pre pro­muo­vere la tutela dell’ambiente e del ter­ri­to­rio attra­ver­so il risparmio ener­geti­co. L’evento si è avval­so anche dell’Alto Patrocinio del­la Pres­i­den­za del­la Repub­bli­ca, dell’adesione del Sen­a­to e del­la Cam­era dei Dep­u­tati e del Patrocinio del Par­la­men­to Europeo.

Gio­va ricor­dare, al riguar­do, che la Diret­ti­va 2012/27/UE sul­l’­ef­fi­cien­za ener­get­i­ca, recepi­ta attra­ver­so il Decre­to Leg­isla­ti­vo 4 luglio 2014 n. 102, ha come obi­et­ti­vo la riduzione del 20% entro il 2020 dei con­su­mi di ener­gia nell’Unione Euro­pea. Per questo moti­vo “M’illumino di Meno” pro­pone un decal­o­go di pic­cole inizia­tive che, reit­er­ate nel tem­po, pos­sono ridurre gli sprechi e con­tribuire alla dimin­uzione dell’inquinamento:

  • Speg­nere le luci quan­do non sono necessarie
  • Speg­nere e non las­cia­re in stand by gli apparec­chi elettronici
  • Sbrinare fre­quente­mente il frig­orif­ero; tenere la ser­penti­na puli­ta e dis­tanzi­a­ta dal muro in modo che pos­sa cir­co­lare l’aria
  • Met­tere il cop­er­chio sulle pen­tole quan­do si bolle l’acqua ed evitare sem­pre che la fiamma sia più ampia del fon­do del­la pentola
  • Se si ha trop­po cal­do abbas­sare i ter­mosi­foni invece di aprire le finestre
  • Diminuire gli spif­feri degli infis­si riem­pi­en­doli di mate­ri­ale che non las­cia pas­sare aria
  • Uti­liz­zare le tende per creare inter­ca­pe­di­ni davan­ti ai vetri, gli infis­si, le porte esterne
  • Non las­cia­re tende chiuse davan­ti ai termosifoni
  • Inserire appo­site pel­li­cole isolan­ti e riflet­ten­ti tra i muri esterni e i termosifoni
  • Uti­liz­zare l’automobile il meno pos­si­bile, con­di­vider­la con chi fa lo stes­so tragitto.
  • Uti­liz­zare la bici­clet­ta per gli sposta­men­ti in città.

L’iniziativa, tra l’altro, rien­tra in un più ampio pro­gram­ma di inter­ven­ti mirati alla tutela ambi­en­tale di Grotta­fer­ra­ta, come indi­ca­to dal­la Delib­era di Con­siglio comu­nale n. 26 del 9 otto­bre 2014, che prevede l’opportunità di uti­liz­zare tec­nolo­gie ori­en­tate ver­so l’ecosostenibilità, come i LED negli inter­ven­ti di riqual­i­fi­cazione nei nuovi impianti di illu­mi­nazione pub­bli­ca, e lo stu­dio di nuove soluzioni da adottare nel cor­so del tempo.