Michele Placido in visita a Cori

Michele Placido in visita a Cori

07/02/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2139 volte!

MICHELE PLACIDO A CORI (5)Due volte a Cori nelle ultime due set­ti­mane. Ad ono­rare la cit­tà d’Arte del­la sua pres­ti­giosa pre­sen­za, sta­vol­ta è sta­to Michele Placido, in zona dopo aver ulti­ma­to le riprese di ‘7 minu­ti’, il suo ulti­mo film incen­tra­to sulle lotte delle donne operaie e gira­to a Lati­na, in par­ti­co­lare nel­lo stori­co calz­i­fi­cio ‘Dublo’. Con lui a Cori alcu­ni col­lab­o­ra­tori, tra cui il figlio Michelan­ge­lo. L’attore, reg­ista e sceneg­gia­tore pugliese ha trascor­so parec­chio tem­po al San­tu­ario del­la Madon­na del Soc­cor­so (foto di Aldo Maione).

Placido ha apprez­za­to molto la tran­quil­lità e la bellez­za del luo­go. Un panora­ma moz­zafi­a­to, che in un bat­ter d’occhio con­sente di allargare l’orizzonte visi­vo dalle colline lep­ine al mare Tir­reno, fino al promon­to­rio del Circeo e alle isole ponziane, pas­san­do per l’agro pon­ti­no. Un gioiel­lo architet­ton­i­co sei­cen­tesco eret­to intorno ad una cap­pel­la del sec­o­lo prece­dente con­sacra­ta alla Madon­na che avrebbe soc­cor­so la pic­co­la Oli­va. La sem­plic­ità e lo spir­i­to di comu­nione e di preghiera che cir­con­dano e riem­pi­ono tut­ta struttura.

Gra­di­tis­si­ma anche l’enogastronomia locale. Accoglien­do l’invito a pran­zo di Padre Luca Volpe, Min­istro del­la Casa del Novizia­to, Placido ha avu­to modo di assag­gia­re alcune tipic­ità, unen­dosi a tavola con i Frati Trini­tari, i seguaci di San Gio­van­ni de Matha, dal carat­ter­is­ti­co abito tri­col­ore, che vi dimora­no e ne garan­tis­cono la con­ser­vazione e la final­ità sociale. Con loro anche ami­ci del­la con­fra­ter­ni­ta ed alcu­ni gio­vani stu­den­ti e sac­er­doti dell’Ordine Trini­tario che nel con­ven­to com­ple­tano la pro­pria for­mazione intel­let­tuale e spirituale.

Placido si è dimostra­to per­sona gen­tile ed affa­bile e a quan­to pare queste non saran­no le sue ultime vis­ite a Cori e in specie al San­tu­ario del­la Madon­na del Soc­cor­so dove nel frat­tem­po ha avu­to modo di strin­gere una sin­cera ami­cizia con i Frati Trini­tari. Chissà che in futuro non sceglierà anche questi pae­sag­gi e i suoi per­son­ag­gi come set e pro­tag­o­nisti di una nuo­va pel­li­co­la, o da essi non tro­verà lo spun­to per una nuo­va tra­ma. Dopo­tut­to lui stes­so ha dichiara­to nei giorni scor­si che “la provin­cia di Lati­na è ric­ca di ter­ri­to­rio cin­e­matografi­co, più di Roma”.