Istituto Agrario di Frosinone: tempi infiniti per il cantiere

Istituto Agrario di Frosinone: tempi infiniti per il cantiere

05/02/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2281 volte!

IMG_20160204_132705Isti­tu­to Agrario di Frosi­none: tem­pi infini­ti per il cantiere. Provin­cia e Gov­er­no insieme per il com­ple­ta­men­to dei lavori

Il cantiere dell’Istituto Agrario di Frosi­none, in via Fabi, da tem­po subisce ritar­di nei lavori non imputabili all’Amministrazione Provin­ciale. Una situ­azione che si pro­trae nel tem­po e che ha sus­ci­ta­to dis­a­gio per gli stes­si stu­den­ti, da tem­po in sciopero.  Oggi, gra­zie all’intervento dell’Amministrazione Provin­ciale di Frosi­none e del­la task force del Gov­er­no per l’Edilizia Sco­las­ti­ca, è sta­to defini­to un nuo­vo crono­pro­gram­ma per l’impresa aggiu­di­cataria dei lavori dei lavori che sarà mon­i­tora­to quo­tid­i­ana­mente e che – se non rispet­ta­to  — porterà alla rescis­sione con­trat­tuale.

“Il nos­tro obi­et­ti­vo res­ta quel­lo di assi­cu­rare agli stu­den­ti una sede adegua­ta – ha spie­ga­to il Pres­i­dente Pom­peo -. Ci ten­go a chiarire, così come ho spie­ga­to diret­ta­mente ai ragazzi, che i ritar­di per la real­iz­zazione del prog­et­to non sono imputabili alla Provin­cia, la quale ha costan­te­mente sol­lecita­to l’impresa a com­pletare gli inter­ven­ti pre­visti. Abbi­amo segui­to e sti­amo seguen­do quan­to prevede la nor­ma­ti­va in tema di appalti pub­bli­ci. L’impresa dovrà allinear­si al crono pro­gram­ma indi­ca­to dagli Uffi­ci del­la Provin­cia, oppure si pro­ced­erà nei ter­mi­ni di legge”.

“Pur rispet­tan­do il dirit­to a sci­op­er­are da parte dei ragazzi, li invi­to a tornare in aula e ripren­dere le lezioni, in quan­to così facen­do non sono di util­ità all’obiettivo comune di com­pletare i lavori. Ringrazio la diri­gen­za sco­las­ti­ca e il pro­fes­sor Sotis per la disponi­bil­ità e la con­di­vi­sione del per­cor­so e soprat­tut­to la task force dell’edilizia sco­las­ti­ca per il prezioso sup­por­to”.

“Se da ques­ta vicen­da può emerg­ere un aspet­to pos­i­ti­vo – ha con­clu­so Anto­nio Pom­peo – è quel­lo dell’attenzione costante da parte del Gov­er­no e dell’Amministrazione provin­ciale di Frosi­none sul­la sicurez­za degli edi­fi­ci sco­las­ti­ci, attra­ver­so una sin­er­gia e un dial­o­go con­cre­to e reale. Pri­ma queste prob­lem­atiche, spes­so, rimanevano solo sul tavo­lo degli Enti locali”.

“Gra­zie alla col­lab­o­razione con l’Agenzia per la Coe­sione Ter­ri­to­ri­ale e alla sen­si­bil­ità delle Ammin­is­trazioni locali l’azione del­la task force per l’edilizia sco­las­ti­ca inter­viene in modo cap­il­lare sul ter­ri­to­rio” , dichiara Lau­ra Gal­im­ber­ti, coor­di­na­trice del­la Strut­tura di Mis­sione per l’Edilizia Sco­las­ti­ca del­la Pres­i­den­za del Con­siglio dei Min­istri. “Un’azione costante e dif­fusa gra­zie alla quale affron­ti­amo le crit­ic­ità pro­po­nen­do soluzioni che pos­sono poi essere repli­cate a liv­el­lo nazionale”,  con­clude Gal­im­ber­ti.

Uffi­cio Stam­pa Provin­cia di Frosi­none

Uffi­cio Stam­pa Pres­i­den­za del Con­siglio dei Min­istri

Strut­tura di Mis­sione per il coor­di­na­men­to e l’im­pul­so nel­l’at­tuazione 

degli inter­ven­ti di riqual­i­fi­cazione del­l’edilizia sco­las­ti­ca

Pier Lui­gi Saggese