ADDEZI: “IL PARTITO DEMOCRATICO UNICA GARANZIA DI ALTERNATIVA PER IL FUTURO DI ARDEA”

ADDEZI: “IL PARTITO DEMOCRATICO UNICA GARANZIA DI ALTERNATIVA PER IL FUTURO DI ARDEA”

03/02/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2302 volte!

Alessio Addezi

Alessio Addezi

ADDEZI: “IL PARTITO DEMOCRATICO UNICA GARANZIA DI ALTERNATIVA PER IL FUTURO DI ARDEA”

“La mia nom­i­na all’in­ter­no del­la Seg­rete­ria del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co di Ardea — com­men­ta il Pres­i­dente del­l’As­so­ci­azione Pre­sen­za Sol­i­dale Alessio Addezi — uni­ta­mente all’indi­cazione del­l’am­i­co Ste­fano Cer­iz­za nel Diret­ti­vo del medes­i­mo Pd rutu­lo, con la car­i­ca di Vice Pres­i­dente, rap­p­re­sen­tano il riconosci­men­to, da parte del mag­giore par­ti­to ital­iano sul nos­tro ter­ri­to­rio, del­la neces­sità di rigen­er­azione del­la polit­i­ca, rag­giun­gi­bile soltan­to apren­do porte e finestre alle energie vive che si muovono sui ter­ri­tori, nel mon­do del­l’as­so­ci­azion­is­mo, del volon­tari­a­to, del ter­zo set­tore e delle realtà civiche. Se infat­ti sem­pre più per­sone si ded­i­cano all’im­peg­no sociale fuori dai par­ti­ti, non è per­chè sia sce­ma­ta la voglia e la pas­sione per la polit­i­ca con la P maius­co­la, ma sem­plice­mente per­chè i par­ti­ti, locali o nazion­ali, da tem­po sono rip­ie­gati su loro stes­si, refrat­tari ad ogni seg­no d’in­no­vazione, tesi solo all’au­to­con­ser­vazione, a dis­tan­za siderale dal quo­tid­i­ano delle per­sone. La volon­tà forte del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co e del­la sua classe diri­gente locale, man­i­fes­tat­aci da tem­po, di vol­er costru­ire un per­cor­so aper­to e con­di­vi­so — con­tin­ua Addezi — per pre­sentare ai cit­ta­di­ni una piattafor­ma polit­i­ca e pro­gram­mat­i­ca capace di rispon­dere alle esi­gen­ze di un ter­ri­to­rio da cir­ca un ven­ten­nio ammin­is­tra­to dal medes­i­mo col­ore politi­co, il gri­gio del­l’im­mo­bil­is­mo, non pote­va che rice­vere da parte nos­tra una con­vin­ta rispos­ta pos­i­ti­va. L’I­talia e Ardea han­no la pri­or­i­taria neces­sità di essere gov­er­nati per affrontare le sfide che ci atten­dono, fat­te di prog­et­tual­ità, pro­gram­mazione, scelte mer­i­to­cratiche e parte­ci­pate. Per questo, tra gli estrem­is­mi lep­enisti ed il qualun­quis­mo effimero ed incon­clu­dente, a nos­tro avvi­so è al Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co che si deve guardare, al suo cam­mi­no di rin­no­va­men­to sot­to l’im­pul­so del­la seg­rete­ria di Mat­teo Ren­zi, se si mette al pri­mo pos­to l’in­ter­esse ed il val­ore nazionale. La sfi­da che abbi­amo rac­colto — con­clude Addezi — insieme agli altri ami­ci che con noi vor­ran­no per­cor­rere un comune cam­mi­no, la giocher­e­mo por­tan­do con noi tut­to il nos­tro bagaglio di val­ori, ide­al­ità ed espe­rien­ze, fat­te di vic­i­nan­za alle per­sone ed atten­zione ai prob­le­mi, lo fare­mo con ancor più entu­si­as­mo e vig­ore, all’in­ter­no del Pd, rispet­tan­do le regole, volen­do dare sem­pre un con­trib­u­to propos­i­ti­vo e costrut­ti­vo, invi­tan­do altresì tante realtà come la nos­tra, a fare le nos­tre stesse scelte, nel­l’in­ter­esse di Ardea e dei suoi cit­ta­di­ni, con par­ti­co­lare atten­zione alle fasce più deboli quali gio­vani ed anziani”.