Tarquinia: La giunta approva cinque progetti esecutivi per opere pubbliche

Tarquinia: La giunta approva cinque progetti esecutivi per opere pubbliche

26/01/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4001 volte!

Il presidente Mazzola nel suo interventoLa giun­ta appro­va cinque prog­et­ti esec­u­tivi per opere pubbliche

240mila euro di inves­ti­men­ti per il cimitero e per le reti idri­ca e fognaria

 

Via lib­era dal­la giun­ta comu­nale a cinque prog­et­ti esec­u­tivi per altret­tante opere pub­bliche, per un impor­to di 240mila euro. È sta­to approva­to l’intervento per ammod­ernare la rete idri­ca al Lido (ser­ba­toio “Bag­na­ia”), per un impor­to di 50mila euro. È diven­ta­to esec­u­ti­vo, per un inves­ti­men­to di 40mila euro, il prog­et­to per miglio­rare l’impianto di soll­e­va­men­to delle acque mete­oriche di Mari­na Vel­ca. «Sono due opere impor­tan­ti. – affer­ma il sin­da­co Mau­ro Maz­zo­la – A Lido poten­zier­e­mo il servizio idri­co, al fine di garan­tire un’adeguata erogazione dell’acqua anche nel peri­o­do esti­vo, quan­do il fab­bisog­no cresce in modo notev­ole. A Mari­na Vel­ca, imple­menter­e­mo le opere già real­iz­zate sulle reti idri­ca e fog­nar­ia nel cor­so di questi anni». Altri 100mila sono des­ti­nati al cimitero mon­u­men­tale “San Loren­zo”: 50mila euro servi­ran­no per riqual­i­fi­care la via­bil­ità pedonale; 50mila euro saran­no usati per instal­lare nuovi impianti elet­tri­ci, idri­ci e fog­nari. Inves­ti­men­ti per 50mila euro riguarder­an­no la rete idri­ca, che rifor­nisce le local­ità “Papar­el­lo”, “Piano” e “Muratel­la”. «Al cimitero andremo a risol­vere alcune crit­ic­ità emerse dopo una serie di sopral­lu­oghi e di seg­nalazioni da parte dei cit­ta­di­ni. — con­clude il sin­da­co Maz­zo­la — I lavori, che inter­esser­an­no l’acquedotto comu­nale, servi­ran­no per garan­tire la con­ti­nu­ità del servizio, attra­ver­so inter­ven­ti ai ser­ba­toi di accu­mu­lo e la sos­ti­tuzione delle con­dotte più fatis­cen­ti, in zone del­la cit­tà den­sa­mente popolate».