Un parco giochi natalizio nel Monastero di Montecassino? La denuncia degli ambientalisti e un nuovo scandalo

Un parco giochi natalizio nel Monastero di Montecassino? La denuncia degli ambientalisti e un nuovo scandalo

07/12/2015 1 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3203 volte!

12333856_10154428191164816_1246971187_oIn data 4 Dicem­bre 2015, le asso­ci­azioni ambi­en­tal­iste “Con­sul­ta dell’Ambiente di Pied­i­monte San Ger­mano” e “Fare Verde Onlus — Nucleo Oper­a­ti­vo di Cassi­no” han­no pre­sen­ta­to un espos­to-denun­cia alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Cassi­no e a tut­ti gli organi com­pe­ten­ti in mate­ria di reati ambi­en­tali, pae­sag­gis­ti­ci e arche­o­logi­ci.

Dalle infor­mazioni dif­fuse su inter­net dagli orga­niz­za­tori, attra­ver­so il canale face­book “Vil­lag­gio di Natale a Mon­te­cassi­no”, si è venu­ti a conoscen­za dell’intento di real­iz­zare un even­to natal­izio nel com­p­lesso monas­ti­co di San­ta Maria dell’Albaneta, con “casa di bab­bo natale”, “cir­co­lo polare arti­co”, “bosco incan­ta­to”, “area ris­toro”, “pic­co­lo mer­cati­no locale”, “intrat­ten­i­men­ti con con­cer­ti live”, “tiro con l’arco” e “pre­sepe del mae­stro Fontani­ni” che si intende instal­lare all’interno del monas­tero stes­so.

Infor­mate imme­di­ata­mente le ambas­ci­ate polac­ca, tedesca, amer­i­cana, bri­tan­ni­ca e francese, oltre che l’Onorcaduti, per l’uso sac­ri­lego di un luo­go dal forte val­ore sim­bol­i­co e uni­ver­sale per via degli accadi­men­ti dell’ultimo con­flit­to bel­li­co.

«A quan­to ci risul­ta – esor­dis­cono gli ambi­en­tal­isti – si stan­no per­pe­tran­do gravi reati di varia natu­ra, sen­za con­sid­er­are la peri­colosità dell’area in cui stan­no operan­do che non è sta­ta anco­ra del tut­to boni­fi­ca­ta dai numerosi resid­uati bel­li­ci del­la Sec­on­da Guer­ra Mon­di­ale.

Venu­ti a conoscen­za uffi­ciosa­mente dell’inizio dei lavori di sban­ca­men­to, di tagli di alberi ad alto fus­to, di creazione di “strade” all’interno di aree ver­di, rica­den­ti in parte nel Mon­u­men­to Nat­u­rale di Mon­te­cassi­no, ci siamo atti­vati per il bloc­co imme­di­a­to infor­man­do gli organi di polizia com­pe­ten­ti e di con­trol­lo (Cara­binieri, Polizia, Cor­po Fore­stale del­lo Sta­to, Ente Regionale Par­co dei Mon­ti Aurun­ci, Comune di Cassi­no).

Ciò nonos­tante a tutt’oggi i lavori di alles­ti­men­to con­tin­u­ano indis­tur­bati. Sicuri di un tem­pes­ti­vo inter­ven­to, chiedi­amo che ven­ga svol­ta ogni oppor­tu­na indagine al fine di ver­i­fi­care la con­fig­ura­bil­ità, in con­cre­to, dei reati citati — pre­dispo­nen­do l’immediata sospen­sione dei lavori — e che i respon­s­abili siano perse­gui­ti penal­mente.

F.to

Alessan­dro Bar­bi­eri – Con­sul­ta dell’Ambiente di Pied­i­monte San Ger­mano

Sal­va­tore Avel­la – Fare Verde ONLUS (Nucleo Oper­a­ti­vo di Cassi­no)

Con­di­vi­di:
error0