MARINO. COMUNISTI IN PIAZZA: SUCCESSO E SODDISFAZIONE

MARINO. COMUNISTI IN PIAZZA: SUCCESSO E SODDISFAZIONE

07/12/2015 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 714

pzasanbarnaba6dic2MARINO. COMUNISTI IN PIAZZA: SUCCESSO E SODDISFAZIONE. PROSSIMO APPUNTAMENTO: CENA POPOLARE, SABATO 12, PER RICOSTRUIRE IL PCI.

Una pri­ma usci­ta pub­bli­ca in piaz­za, dopo le assem­blee, la Sezione PCdI di Mari­no l’aveva orga­niz­za­ta domeni­ca 29 a S. Maria delle Mole, con una buona rius­ci­ta. Quel­la di domeni­ca 6 dicem­bre a Mari­no cen­tro ha avu­to mag­gior esi­to pos­i­ti­vo. Inclusa la richi­es­ta di tre nuovi com­pag­ni che han­no chiesto l’iscrizione al par­ti­to. Sostenu­ta poi, l’affluenza al gaze­bo che con­tene­va una pic­co­la mostra sulle ultime attiv­ità dei comu­nisti a Mari­no: molte le richi­este di chiari­men­ti e la con­seg­na di vere e pro­prie denunce di cui ci fare­mo por­ta­tori.

Intan­to, per un momen­to di con­fron­to e per con­di­videre i suc­ces­si politi­ci del par­ti­to, è sta­ta orga­niz­za­ta la ser­a­ta per la Fes­ta del Tessera­men­to per saba­to 12, dalle ore 19.00 pres­so il locale “mia cara Giu­lia… but­ta la pas­ta”; piaz­za Europa, Mari­no cen­tro (sot­to­scrizione 15 euro).   Saran­no pre­sen­ti diri­gen­ti del PCdI.

Saran­no accolti, non solo gli iscrit­ti al par­ti­to ma anche sosten­i­tori e sim­pa­tiz­zan­ti, o cit­ta­di­ni inter­es­sati a conoscer­ci. Uni­ca con­dizione, di natu­ra orga­niz­za­ti­va, la preno­tazione (Ste­fano, cell.3926587555. Mau­r­izio 3473849031).

Il gov­er­no Ren­zi, e la sua cam­pagna di dis­in­for­mazione per­ma­nente deg­na dell’Istituto Luce ai suoi albori, sta facen­do flop. Noi Comu­nisti, inten­ti a ren­dere forte la Sin­is­tra uni­ta, man­ter­re­mo il nos­tro pas­so: per non con­sen­tire che la destra domi­ni anco­ra Mari­no, per evitare derive qualun­quiste che schi­fano i rap­por­ti con le forze di Sin­is­tra, per garan­tire ai cit­ta­di­ni e al popo­lo del­la sin­is­tra un pun­to di rifer­i­men­to politi­co e cul­tur­ale.

Per questo c’è bisog­no che la Sin­is­tra, che i Comu­nisti torni­no a Palaz­zo Colon­na!