Marino, il Pdci fa appello a Borelli e Alessandri per la Via dei Laghi

Marino, il Pdci fa appello a Borelli e Alessandri per la Via dei Laghi

01/12/2015 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2407 volte!

marciapvialaghiMARINO. CITTAMETROPOLITANA. MAURO ALESSANDRI E MASSIMILIANO BORELLI CHIAMATI DAI COMUNISTI MARINESI AD INTERVENIRE.

I cit­ta­di­ni sono con­sapevoli che il Comune di Mari­no è com­mis­sari­a­to. Per questo moti­vo, come già avvenu­to nel caso dell’Appia Anti­ca, invece che riv­ol­gere “lamen­tazioni” al Com­mis­sario prefet­tizio, ove pos­si­bile, prefe­ri­amo indi­vid­uare enti, strut­ture, con­tropar­ti che pos­sono inter­venire per risol­vere, mag­a­ri non prob­le­mi fon­da­men­tali, ma almeno quel­li cui si può met­tere mano cel­er­mente.

Ecco per­ché – indi­ca Ste­fano Ender­le, il vice­seg­re­tario del Par­ti­to Comu­nista d’Italia di Mari­no – ci riv­ol­giamo oggi, pub­bli­ca­mente, al vicesin­da­co del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana, Mau­ro Alessan­dri; e all’assessore che risiede ai Castel­li romani Mas­si­m­il­iano Borel­li, affinchè l’Ente che ha sos­ti­tu­ito la Provin­cia inter­ven­ga su una grave e peri­colosa situ­azione di via dei Laghi.

In par­ti­co­lare, un inter­ven­to di pulizia, dovrebbe riguardare il trat­to di via dei laghi che dall’incrocio di via Sas­sone, in direzione Mari­no, arri­va all’incrocio con la stazione FS di Pan­tanel­la.

Questo trat­to di via dei laghi, ha un ampio mar­ci­apie­di. Ma, ed è qui la peri­colosità ed il dis­a­gio per i pedoni, non è tran­sitabile per rovi, ster­paglie, tap­peto putres­cente di aghi di pino che han­no fat­to nascere alti cespugli ecc.

Non è un gran­dis­si­mo inter­ven­to economico/organizzativo – con­clude Ender­le – ma il gio­va­men­to rispet­to ai dis­a­gi, per non dire la peri­colosità da evitare vis­to il sostenu­to traf­fi­co veico­lare con i pedoni costret­ti a scen­dere dall’anomalo mar­ci­apie­di, darebbe risoluzione a tuti quei cit­ta­di­ni che tran­si­tano, sia nei giorni di fes­ta per la parte­ci­pazione alla pic­co­la Chiesa ai mar­gi­ni del­la stra­da in quel trat­to, sia ai pedoni che tran­si­tano tra la stazione fer­roviaria e via Sas­sone.

Come nos­tro cos­tume, mon­i­tor­ere­mo, e dopo ques­ta denun­cia-pro­pos­ta, riferire­mo gli esi­ti ai cit­ta­di­ni.

Par­ti­to Comu­nista d’Italia – Mari­no                                    

Con­di­vi­di:
error0