I lavoratori degli ospedali laziali oggi manifestano alla Regione. Sel aderisce

I lavoratori degli ospedali laziali oggi manifestano alla Regione. Sel aderisce

01/12/2015 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2057 volte!

DSC_0503IL GIORNO 1 DICEMBRE 2015 SOTTO LA SEDE DELLA REGIONE LAZIO SI TERRAUNA MANIFESTAZIONE DI TUTTI I LAVORATORI E LE LAVORATRICI OPERANTI PRESSO GLI APPALTI DELLE PULIZIE, AUSILIARIATO E CENTRO PRENOTAZIONE DEGLI OSPEDALI DEL LAZIO.

LA GIORNATA DI SCIOPERO SI E’ RESA NECESSARIA A SEGUITO DEI TAGLI LINEARI PREVISTI DALLE LEGGE 125 (COSIDDETTA SPENDING REVIEW) CHE NON SEMBRA TENERE ASSOLUTAMENTE CONTO DEL PEGGIORAMENTOE DELLE RICADUTE NEI SERVIZI RESI AGLI UTENTI E CONTEMPORANEAMENTE DELLE CONDIZIONI DEI LAVORATORI CHE SI VEDRANNO RIDOTTE LE ORE E QUINDI I SALARI.

RICORDIAMO CHE NEI SETTORI INTERESSATI DAI SUDDETTI TAGLI L’OCCUPAZIONE E’PREVALENTEMENTE FEMMINILE, CON ORARI SPESSO PART-TIME E CONDIZIONI DI SALARIO OVVIAMENTE PRECARIE.

UN ULTERIORE TAGLIO DEI PARAMETRI ORARI RISCHIA DI RIFLETTERSI ANCHE IN MANIERA PENALIZZANTE SOTTO IL PROFILO DEI CONTRIBUTI PENSIONISTICI DEGLI ADDETTI, AGGRAVANDO UNA CONDIZIONE SPESSO AL LIMITE DELLE COPERTURE UTILI ALLA MATURAZIONE DEI REQUISITI NECESSARI.

LE CONFEDERAZIONI E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DI CATEGORIA INTERESSATEFILCAMS CGIL, FISASCAT CISL E UILTRASPORTI UILHANNO GIAINVIATO UNA LETTERA DI RICHIESTA DI INCONTRO AL PRESIDENTE NICOLA ZINGARETTI CHE PURTROPPO REGISTRIAMO AD OGGI NON HA AVUTO ALCUN RISCONTRO.

E’ BENE EVIDENZIARE CHE QUELLI CHE VENGONO MESSI A RISCHIO SONO SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI CHE GIAIN PRECEDENZA SONO STATI INTERESSATI DA PESANTI RIDUZIONI E LE SCRIVENTI, UNITAMENTE A TUTTE LE LAVORATRICI ED I LAVORATORI INTERESSATI, MA ANCHE A NOME E PER CONTO DI TUTTA LA CITTADINZA, NON RESTERANNO A GUARDARE SCEGLIENDO DI SCENDERE IN PIAZZA PER DIFENDERE IL LIVELLO OCCUPAZIONALE E DI REDDITO DEGLI ADDETTI E PER GARANTIRE LA QUALITADEI SERVIZI.

LE SCRIVENTI FEDERAZIONI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI ROMA, HANNO ALTRESIINVIATO UNA LETTERA AI SINDACI DEI COMUNI PRESENTI SULLASL RM H, CON LA QUALE CHIEDONO DI SOSTENERE L’APERTURA DI UN TAVOLO DI CONFRONTO CON LA REGIONE LAZIO AL FINE DI SCONGIURARE GLI SCENARI CHE ABBIAMO SOPRA EVIDENZIATO E SOPRATTUTTO DI ESPRIMERE LA PROPRIA CONTRARIETANEI CONFRONTI DI SCELTE CHE HANNO COME OBIETTIVO UN TAGLIO DI SPESA CHE MINA UN SISTEMA ASSISTENZIALE COSTRINGENDOLO AL LIMITE DELLEFFICIENZA.

ABBIAMO QUINDI SCELTO UNO SLOGAN CHE RACCHIUDE E SINTETIZZA DI FATTO LE MOTIVAZIONI PER LE QUALI IL 1 DICEMBRE SAREMO A MANIFESTARE SOTTO LA SEDE DELLA REGIONE LAZIO:

UN MALATO NON SCEGLIE DI ESSERLOMA CHI RIDUCE I SERVIZI SCEGLIE DI FARLO!! NOI NON CI STIAMO E TU??

 PER LA FILCAMS CGIL

LA SEGRETARIA GENERALE

PER LA FISASCAT CISL

PER LA UILTRASPORTI UIL

ROMA SUD POMEZIA CASTELLI

STEFANO DIOCIAIUTI

STEFANO LADOGANA/MAURIZIO PELLEGRINI

FRANCESCA GENTILI

Spett.le

Comune di Mari­no

Com­mis­sario stra­or­di­nario

Dott.ssa Enza Capo­rale

Spett.le

Comune di Ardea

Egre­gio Sin­da­co

Dott Luca Di Fiori

Spett.le

Comune di Roc­ca di Papa

Egre­gio Sin­da­co

Dott Pasquale Boc­ca

Spett.le

Comune di Palest­ri­na

Egre­gio Sin­da­co

Adol­fo de Ange­lis

Spett.le

Comune di Colle­fer­ro

Egre­gio Sin­da­co

Dott Pier­lui­gi San­na

Spett.le

Comune di Ciampino

Egre­gio Sin­da­co

Dott Gio­van­ni Terzul­li

Spett.le

Comune di Pomezia

Egre­gio Sin­da­co

Dott. Fuc­ci

 

 

Ogget­to: comu­ni­cazione urgente

 

Le scriven­ti OO.SS riten­gono indis­pens­abile infor­mar­La di quan­to sta avve­nen­do  in questi mesi nel set­tore san­i­tario ed in par­ti­co­lare negli Ospedali che insistono diret­ta­mente sul ter­ri­to­rio che Lei ammin­is­tra o nelle sue prossim­ità.

In tut­ti gli ospedali del Lazio in data 30 otto­bre u.s. è sta­to proclam­a­to lo sta­to di agi­tazione e con­seguente­mente un’ intera gior­na­ta di sciopero per il 1 dicem­bre, di tut­ti gli addet­ti che prestano il servizio di pulizia, assis­ten­za e san­i­fi­cazione per con­to di Soci­età esterne.

Tale azione si è resa nec­es­saria a segui­to delle ricadute neg­a­tive e dei tagli che l’ap­pli­cazione del­la Legge 125 del 6 agos­to 2015 nelle sue appli­cazioni, potrebbe deter­minare in ter­mi­ni di servizio reso all’uten­za.

Tali servizi di pub­bli­ca util­ità saran­no ulte­ri­or­mente ridot­ti,  minan­do il dirit­to di ogni sin­go­lo cit­tadi­no ad una san­ità pub­bli­ca dig­ni­tosa ed effi­ciente con una riduzione con­seguente anche del salario e del­l’oc­cu­pazione degli addet­ti,  che lo ricor­diamo, spes­so sono donne e con con­trat­ti orari molto bassi.

Rite­ni­amo indis­pens­abile man­i­festare quin­di tut­ta la nos­tra con­tra­ri­età a tali scelte politiche che han­no come obi­et­ti­vo un  evi­dente risparmio di spe­sa nel breve peri­o­do e che di con­tro minano un sis­tema assis­ten­ziale già prova­to e spes­so al lim­ite del­l’­ef­fi­cien­za.

Con la pre­sente Le chiedi­amo di affi­an­care i lavo­ra­tori, le lavo­ra­tri­ci, i pen­sion­ati e tut­ti quei cit­ta­di­ni che si ritro­ver­an­no il 1 dicem­bre sot­to la sede del­la Regione Lazio per man­i­festare un dis­senso pro­fon­do ver­so talune scelte,  ma soprat­tut­to per sostenere l’aper­tu­ra di un dial­o­go con la diri­gen­za del­la Regione Lazio al fine di scon­giu­rare gli sce­nari che abbi­amo sopra evi­den­zi­a­to.

Nel ringraziar­La per la cortese atten­zione ed in atte­sa di un riscon­tro, che aus­pichi­amo con­ter­rà per con­to del­la sua ammin­is­trazione  la con­fer­ma di sol­i­da­ri­età e di parte­ci­pazione a sosteg­no del­la man­i­fes­tazione regionale, Le invi­amo dis­tin­ti salu­ti.

 

per la Fil­cams Cgil                                            per la Fisas­cat Cisl                    per la Uil­trasporti Uil

                                                                      fir­ma­to                                    fir­ma­to  

Roma sud Pomezia Castel­li                                   Roma                                         Roma

La seg­re­taria Gen­erale

Francesca Gen­tili                                     Ste­fano Dio­ci­aiu­ti         Mau­r­izio Pellegrini/Stefano La Dogana

Il cir­co­lo Sin­is­tra Ecolo­gia e Lib­ertà di Mari­no (RM) aderisce e sostiene lo sciopero degli addet­ti degli appalti ospedalieri che si tra­ducono inesora­bil­mente in dis­servizi e dis­a­gi per l’uten­za. Non è più sosteni­bile. Ridurre i servizi non è e non deve mai essere la soluzione. I lavo­ra­tori non pos­sono essere mes­si in con­dizioni di sem­pre mag­giore dis­a­gio, anche psi­co-fisi­co, per­chè dal­la loro fon­da­men­tale opera pro­fes­sion­ale dipende spes­so la salute ed il benessere di chi si tro­va in un momen­to dif­fi­cile: il mala­to. Per questo soste­ni­amo la scelta del­lo sciopero e sare­mo al fian­co dei lavo­ra­tori e lavo­ra­tri­ci oper­an­ti pres­so gli appalti delle pulizie, ausil­iari­a­to e cen­tro preno­tazione degli ospedali del Lazio, domani 1 Dicem­bre, sot­to la sede del­la Regione Lazio.”

Con­di­vi­di:
error0