MARINO, PD: ALESSANDRO COLONI ASSOLTO DALL’ACCUSA DI TRUFFA ALLA PROVINCIA DI ROMA

MARINO, PD: ALESSANDRO COLONI ASSOLTO DALL’ACCUSA DI TRUFFA ALLA PROVINCIA DI ROMA

04/11/2015 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4038 volte!

Alessandro Coloni

Alessan­dro Coloni

MARINO, PD: ALESSANDRO COLONI ASSOLTO DALL’ACCUSA DI TRUFFA ALLA PROVINCIA DI ROMA. SI È CONCLUSA LA VICENDA INIZIATA NEL 2008.

 COLONI: “GRAZIE A CHI HA CREDUTO IN ME, MA BIASIMO CHI HA STRUMENTALIZZATO QUESTA VICENDA PER COLPIRE ME E LA MIA FAMIGLIA”

Il giu­dice del tri­bunale di Roma, Vale­rio De Gioia, ha deposi­ta­to ieri la sen­ten­za di assoluzione di Alessan­dro Coloni. L’ex Con­sigliere provin­ciale è sta­to assolto per­ché il fat­to non sus­siste.

Era il 2008 quan­do, così come altri Con­siglieri Provin­ciali, Coloni era sta­to accusato di truf­fa aggra­va­ta per i rim­bor­si rice­vu­ti per i per­me­s­si di incar­i­co pub­bli­co.

Alessan­dro Coloni, dife­so dagli Avvo­cati Alessan­dro Cas­siani e Avv. Irma Con­ti è sta­to assolto con for­mu­la piena per­ché il fat­to non sus­siste dal­l’ac­cusa di truf­fa aggra­va­ta in dan­no del­la Provin­cia di Roma.
E’ sta­ta esclusa anche qual­si­asi respon­s­abil­ità in capo alla Ater­no Ser­vice Srl, assis­ti­ta dal­l’Avv. Vale­ria Rai­mon­do, soci­età incol­pa­ta ai sen­si del D.vo 231/2001 che prevede la respon­s­abil­ità da reato delle per­sone giuridiche.

L’istrut­to­ria dibat­ti­men­tale non ha for­ni­to alcun riscon­tro all’ac­cusa sca­tu­ri­ta in segui­to all’indagine avvi­a­ta sul­la base delle notizie dif­fuse dal­la stam­pa e che ave­va ipo­tiz­za­to la fit­tizietà del rap­por­to di lavoro di Alessan­dro Coloni con la Ater­no Ser­vice nel peri­o­do in cui lo stes­so era Con­sigliere Provin­ciale.

I difen­sori han­no dimostra­to, ed il giu­dice ne ha pre­so atto, del­la reale sus­sis­ten­za del rap­por­to di lavoro e quin­di l’in­fon­datez­za del­l’ac­cusa sia nei con­fron­ti di Coloni che del­la soci­età.

È giun­ta a con­clu­sione con l’assoluzione, dopo oltre 7 anni, una vicen­da che ave­va desta­to scal­pore a liv­el­lo nazionale e che ha prodot­to sicu­ra­mente dan­ni, e non solo morali, a chi oggi è sta­to dimostra­to essere sta­to accusato ingius­ta­mente.

“Ringrazio il Giu­dice Vale­rio De Gioia — dichiara Alessan­dro Coloni — e i miei avvo­cati Alessan­dro Cas­siani e Irma Con­ti e quan­ti in questi lunghissi­mi anni han­no cre­du­to in me. Non voglio fare vit­timis­mo, ma non pos­so non ricor­dare quel­li che invece han­no stru­men­tal­iz­za­to e usato fuori da ogni rego­la morale ques­ta vicen­da colpen­do non solo me, ma anche i miei famil­iari.”