Marino, Aversa (Pdci): Pisani e la destra sono fuori dalla realtà

Marino, Aversa (Pdci): Pisani e la destra sono fuori dalla realtà

20/10/2015 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2689 volte!

Maurizio Aversa

Mau­r­izio Aversa

LA DESTRA E I COSIDDETTI MODERATI DI MARINO NON SONO ANCORATI ALLA REALTA’. NON REGGONO ALLA PROVA DEI FATTI.

(nota polit­i­ca a segui­to delle incred­i­bili dichiarazioni di Remo Pisani)

In questi giorni, a Mari­no, ci sono alcu­ni per­son­ag­gi politi­ci del­la destra che fav­o­leg­giano e inseguono chimere. Tut­to in virtù del fat­to che, al pari di una prat­i­ca buro­crat­i­ca, cre­dono, o si auto­con­vin­cono, che in vista delle prob­a­bili elezioni ammin­is­tra­tive di mag­gio 2016, loro pos­sono ripar­tire da zero e non rispon­dere di alcun fardel­lo. Di nes­suna respon­s­abil­ità dei “fat­ti accadu­ti nel nos­tro comune”. Così, li chia­ma Remo Pisani. “Fat­ti accadu­ti”. Sap­pia chi legge, che il rifer­i­men­to non è a piogge impreved­i­bili. Nep­pure trombe d’aria o sci­ame sis­mi­co. No, il rifer­i­men­to è ad arresti per pec­u­la­to e cor­ruzione che han­no coin­volto, non l’ultimo iscrit­to del­la destra, ma uno dei capi – prob­a­bil­mente “sac­ri­fi­ca­to” da qualche potente inter­no alla destra stes­sa -, che da ex Sin­da­co ha accetta­to di pat­teggia­re con la Procu­ra che accusa­va e si è bec­ca­to due anni e mez­zo di con­dan­na! Tut­to questo – tan­to per com­in­cia­re, vis­to che le indagi­ni non sono del tut­to con­cluse – sec­on­do Remo Pisani sono “fat­ti accadu­ti”. Ma il fav­o­leg­gia­men­to, l’irrealtà del­la destra nos­trana, va anche fuori canone, con l’affermazione “forte” che vuol pre­sentare l’ex capogrup­po: “abbi­amo svolto una riu­nione costrut­ti­va dove si è pale­sa­ta la volon­tà di tronare a guidare Mari­no”. E’ una bel­la chimera? Non solo nel sen­so del risul­ta­to già ipo­tiz­za­to. Ma, soprat­tut­to, per l’omissione di due ele­men­ti: 1. Nes­suna frase, nes­sun pen­siero, nes­sun umile cris­tiano pen­ti­men­to che fac­cia dire a Pisani e alla destra una paro­la di scuse. Papa Francesco ha chiesto scusa per cose qua­si non sue. Pisani, brac­cio destro di Palozzi, capoba­s­tone mari­nese e provin­ciale di quel­la destra che ha mostra­to il pro­prio essere con Polveri­ni e con l’ex sin­da­co mari­nese con­dan­na­to, invece, non ritiene di chiedere nul­la ai cit­ta­di­ni: sbalordi­ti­vo! 2. La lin­ea polit­i­ca indi­ca­ta, non pas­sa da una anal­isi o atten­zione alla popo­lazione, ma da una sem­plice volon­tà di cas­ta “Noi vogliamo tornare a gov­ernare”. E per fare che? La foto­copia di quan­to già vis­to? Ma fate­ci il piacere e rispet­tate i cit­ta­di­ni. A com­in­cia­re da quel­li che si era­no illusi con voi di pot­er risol­vere i pic­coli e gran­di prob­le­mi del­la cit­tà e dei sin­goli. Non è sta­to così. Non pote­va essere per­ché alla base di tut­to c’è sta­to il Grande Ingan­no. Quel­lo di pot­er fare tut­to in virtù del­la ges­tione del potere con un lun­go e ver­ti­cale ponte di coman­do. Ora che non c’è più questo rifer­i­men­to “a cadu­ta”, la nul­lità del potere impo­tente e paro­laio emerge in tut­to il suo scon­quas­so! Per questo, i vari dis­tin­guo, gli abban­doni, non sono solo figli di oppor­tunis­mi politi­ci o di pen­ti­men­ti repen­ti­ni, o, come usa tra cer­ti politi­ci, per totale cam­bio di anal­isi e giudizio su ex alleati. Ma sono anche con­seguen­za di real­is­mo rispet­to al favoloso mon­do pisa­ni­ano. Il real­is­mo di ce che non si può come fa il por­tav­oce destror­so : “vogliamo las­cia­r­ci tut­to alle spalle”. Quin­di, non se ne par­la, delle scelte sbagli­ate per i cit­ta­di­ni; non se ne par­la del cat­ti­vo gov­er­no del cen­trode­stra; per­ché l’importante per il “grup­po di potere palozziano” e but­tar­si tut­to alle spalle, per­ché in fon­do, non è suc­ces­so nul­la. Ma forse non è così!

Per il Comi­ta­to Diret­ti­vo, il Seg­re­tario, Mau­r­izio Aversa