SERVIZIO IDRICO INTEGRATO, INCONTRO TRA I SINDACI DEI CASTELLI  E ACEA ATO 2 A PALAZZO COLONNA

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO, INCONTRO TRA I SINDACI DEI CASTELLI E ACEA ATO 2 A PALAZZO COLONNA

18/09/2015 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3849 volte!

acquaSERVIZIO IDRICO INTEGRATO, INCONTRO TRA I SINDACI DEI CASTELLI 
E ACEA ATO 2 A PALAZZO COLONNA: DAL 1 OTTOBRE RIAPRIRANNO 
GLI UFFICI DI FRASCATI, VELLETRI E GLI SPORTELLI DI GENZANO E MARINO 
L’impegno eco­nom­i­co di imple­men­tazione del servizio 
per il 2015 da parte di Acea è di 30 mln di euro

Si è svolto nel­la gior­na­ta di mer­coledì 16 set­tem­bre a Palaz­zo Colon­na, sede del Comune di Mari­no, l’incontro tra i sin­daci dei Castel­li Romani e i ver­ti­ci di Acea Ato 2. Pre­sen­ti oltre al con­sigliere comu­nale Ste­fano Cec­chi in rap­p­re­sen­tan­za dell’Amministrazione comu­nale di Mari­no, ente ospi­tante, il pres­i­dente di Acea Ato 2, ingeg­n­er Pao­lo Sac­cani e i sin­daci Gio­van­ni Terzul­li di Ciampino, Mil­via Monach­esi di Castel­gan­dol­fo, Emilio CIan­fanel­li di Aric­cia, Nico­la Mari­ni di Albano Laziale, Flavio Gab­bari­ni di Gen­zano di Roma, Lui­gi Galieti di Lanu­vio e Alber­to Bertuc­ci di Nemi, fir­matari di una recente let­tera di protes­ta sul­la lun­ga chiusura esti­va degli sportel­li decen­trati di Acea Ato 2 dal­lo scor­so 6 luglio al prossi­mo 30 set­tem­bre 2015.
Alle suc­c­i­tate ammin­is­trazioni comu­nali si è aggiun­ta oggi una rap­p­re­sen­tan­za del Comune di Grotta­fer­ra­ta.
Le ammin­is­trazioni, nel­la nota invi­a­ta lo scor­so 17 luglio 2015, defini­vano assur­do che il gestore del Sis­tema Idri­co Inte­gra­to avesse deciso “uni­lat­eral­mente di chi­ud­ere per tre mesi un servizio estrema­mente impor­tante alla cit­tad­i­nan­za, sen­za il coin­vol­gi­men­to delle ammin­is­trazioni comu­nali pro­pri­etarie degli impianti”.
Nel cor­so del­la riu­nione la diri­gen­za e lo staff tec­ni­co di Acea Ato 2 han­no avu­to modo di con­frontar­si e chiarire le posizioni dell’azienda rispet­to ai comu­ni, scu­san­dosi da un lato per la man­ca­ta con­di­vi­sione del­la deci­sione con gli enti ma garan­ten­do che dal prossi­mo 1 otto­bre 2015 Acea Ato 2 riaprirà gli uffi­ci di Fras­cati e Vel­letri come gli sportel­li di Mari­no e Gen­zano cer­can­do di pas­sare – per queste due ultime sedi – a turni di servizio set­ti­manali, diver­sa­mente dal­la scor­sa sta­gione nei quali gli imp­ie­gati Acea era­no sta­ti disponi­bili solo due volte al mese. Un impeg­no di mod­ern­iz­zazione, quel­lo di Acea, quan­tifi­ca­to in trenta mil­ioni di euro mes­si a dis­po­sizione imme­di­a­ta dell’implementazione del servizio.
Acea da parte sua ha comunque garan­ti­to di aver affronta­to, nel cor­so del­la sta­gione esti­va, un sig­ni­fica­ti­vo inves­ti­men­to sul­la for­mazione del per­son­ale, teso a ren­dere un servizio di mag­giore effi­cien­za e vic­i­nan­za con i cit­ta­di­ni.
Al cen­tro del con­fron­to con gli ammin­is­tra­tori, infat­ti, tra i temi asso­lu­ta­mente sen­ti­ti si è seg­nala­ta pro­prio la neces­sità di  tem­pes­tiv­ità negli inter­ven­ti di riparazione guasti, giac­ché – non solo nel­la recente sta­gione esti­va – si sono più volte ver­i­fi­cati ritar­di e man­canze da parte di Acea che han­no provo­ca­to ulte­ri­ori dis­a­gi e lamentele dei cit­ta­di­ni anche dopo che le ammin­is­trazioni comu­nali ave­vano inoltra­to le seg­nalazioni uffi­ciali attra­ver­so i locali uffi­ci idri­ci.
Altresì – anche alla luce dei numerosi guasti avvenu­ti negli ulti­mi giorni e set­ti­mane in numerose cit­ta­dine dei Castel­li Romani – le ammin­is­trazioni comu­nali sono state par­ti­co­lar­mente pres­san­ti nel sol­lecitare la real­iz­zazione di pic­coli inter­ven­ti tec­ni­ci di natu­ra strut­turale come ad esem­pio la sis­temazione degli impianti di tele­con­trol­lo del liv­el­lo dell’acqua nei pozzi o l’acquisto di cli­ma­tiz­za­tori da istal­lare nei siti che occu­pano le cab­ine elet­triche che for­niscono ener­gia a pompe e ser­ba­toi che sono andate spes­so in bloc­co a causa del grande cal­do delle scorse set­ti­mane, cau­san­do gravi dis­a­gi e gius­ti­fi­ca­to allarme nel­la popo­lazione. Gli ulti­mi casi di questo tipo si sono reg­is­trati pro­prio nel cor­so di ques­ta set­ti­mana sui ter­ri­tori.
L’incontro, impronta­to a una rec­i­p­ro­ca cor­dial­ità che non è venu­ta mai meno nonos­tante la risolutez­za dei sin­daci nei con­fron­ti dell’azienda idri­ca, si è con­clu­so in poco più di un’ora con la ulte­ri­ore garanzia di unità di inten­ti di Acea con i comu­ni che, specie per i ter­ri­tori inter­es­sati dal prossi­mo com­ple­ta­men­to dell’Ospedale dei Castel­li Romani, sul­la via Net­tunense tra Albano, Aric­cia e Gen­zano, si sono fat­ti por­tav­oce del­la neces­sità prossi­ma di pro­gram­mare appro­fondi­men­ti di natu­ra conosc­i­ti­va mirati a even­tu­ali inter­ven­ti di poten­zi­a­men­to del­la rete nell’area speci­fi­ca sen­za, ovvi­a­mente, penal­iz­zare in alcun modo il resto dell’ambito ter­ri­to­ri­ale servi­to da Acea Ato 2.

Con­di­vi­di: